Be Water, My Friend

  • Quando:   08/10/2022 - 23/12/2022

Arte contemporanea‎

Be Water, My Friend
Be Water, My Friend, Cover image

Galleria Alberta Pane di Venezia ospita dall'8 ottobre al 23 dicembre 2022 la mostra collettiva "Be Water, My Friend" con opere di Luciana Lamothe, Jojo Gronostay, Eva L’Hoest, David Horvitz, Nicola Pecoraro, Enrique Ramírez.
L'esposizione, a cura di Chiara Vecchiarelli, sarà visitabile dal martedi al sabato, dalle 10.30 alle 18.30.

Inaugurazione sabato 8 ottobre 2022, dalle 15 alle 20.

Nell’opera Plan di Luciana Lamothe è la dinamica delle fibre di legno di un’impalcatura inusualmente appesa a parete, flesse sotto l’azione della forza di gravità, a farsi sensibile nel momento in cui ci pieghiamo a nostra volta nel tentativo di decifrare un progetto (plan) già sempre indeterminato, che non cela altro che un potenziale.

Sospese attraverso lo spazio come gocce d’acqua, ampolle di vetro di duchampiana memoria, realizzate da David Horvitz, hanno sorvolato l’oceano per arrivare sino a Venezia e portarvi l’aria di Los Angeles (Air de L.A.), in cui particelle nere stanno in sospensione come un inframince, un “infrasottile” tra il legno e il fuoco dell’incendio che le ha immesse nell’aria.

Nel film Pareidolia di Eva L’Hoest, lo sguardo della macchina da presa si espande e contrae su una soglia mobile, tesa tra l’acqua e il paesaggio roccioso, minerale e inorganico di un’isola deserta composta di materiale vulcanico e granito rosa. Figure appaiono come immagini senza esserlo, e un senso si crea contingentemente, senza nulla che lo preceda.

Un’ambiguità della materia e del peso caratterizza le sculture di Nicola Pecoraro, la cui sostanza pare un metallo sconosciuto venuto da uno spazio lontano, un pianeta o il suo rovescio, in cui ogni materia è più densa, senza nome.

È un’ambivalenza visiva e semantica a caratterizzare la cosmicità poetica e politica de La Gravedad di Enrique Ramírez, in cui entità fluttuano come corpi gettati e idee vaganti, che avanzano e recedono non diversamente dalle immagini delle litografie di Blanchiment, nel gioco tra l’immagine, la pietra, l’acqua e la sabbia.

Le sculture di Jojo Gronostay (Kreaturen. V Forest), create a partire da bottiglie di profumo, abitano un tale cosmo come shifters o creature di mezzo — come una fluttuazione di senso tra la rappresentazione dell’alterità e una forma appena inventata.
Tensioni relazionali, le opere esposte sono come l’acqua, che è senza forma sino a che non comprende, e diventa, la relazione verso cui tende.

Titolo: Be Water, My Friend

Apertura: 08/10/2022

Conclusione: 23/12/2022

Organizzazione: Galleria Alberta Pane

Curatore: Chiara Vecchiarelli

Luogo: Venezia, Galleria Alberta Pane

Indirizzo: Dorsoduro 2403H, Calle dei Guardiani - 30123 Venezia

Inaugurazione: sabato 8 ottobre 2022, dalle 15 alle 20

Orari: da martedi a sabato, dalle 10.30 alle 18.30

Info: Tel. 0415648481 - info@albertapane.com

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso