Festival di Danza Contemporanea 22. The Tree. Carolyn Carlson Company

  • 14/10/2022
  • evento concluso

Danza

Festival di Danza Contemporanea 22. The Tree. Carolyn Carlson Company
foto di scena © Frédéric Iovino

«Il fuoco è l'elemento ultra-vivente. È intimo ed è universale. Vive nel nostro cuore. Vive nel cielo. Sorge dalle profondità della materia e offre se stesso come un amore. Oppure può riscendere nella sostanza e nascondersi lì, latente e represso, come l'odio e la vendetta. Tra tutti i fenomeni, è davvero l'unico a cui possono essere attribuiti così nitidamente i valori opposti del bene e del male. Brilla in Paradiso. Brucia all'Inferno. È dolcezza e tortura [...]. Può contraddirsi: dunque, è uno dei principi per comprendere l’Universo».

Gaston Bachelard, estratto da La psicoanalisi del fuoco, 1938

L’icona della danza Carolyn Carlson torna a Ferrara - venerdì 14 ottobre in Prima Nazionale al Teatro Comunale “Claudio Abbado” - con la sua ultima grande creazione. The Tree è una riflessione poetica sull'umanità e sulla natura sull'orlo del naufragio. Dopo Eau, Pneuma e Now, chiude il ciclo delle coreografie ispirate a Gaston Bachelard, filosofo della scienza francese.
Partendo da Des Fragments d’une poétique du feu, opera letteraria di Bachelard, uscita postuma nel 1988, la coreografa statunitense ha scelto il potere poetico e simbolico delle fiamme e più in generale la complessità degli elementi naturali come ispirazione per la sua nuova creazione. Si rinnova la collaborazione con il light designer Rémi Nicolas, che per The Tree crea paesaggi immaginari che invitano a un viaggio interiore e alla contemplazione.
L'artista visivo Gao Xingjian sublima a sua volta le scene con i suoi dipinti astratti realizzati con la china e proiettati in diverse sequenze.
Nell’unione tra il virtuosismo dei ballerini e la visione onirica di Carolyn Carlson, The Tree è una dichiarazione d’amore potente e vitale nei confronti di una natura sull’orlo del collasso, nella speranza che, come una Fenice, possa rinascere dalle proprie ceneri. «Non siamo estranei all'Universo; così come i cambiamenti delle stagioni governano ogni creazione, noi siamo semi che si evolvono in cicli, nel ritmo», spiega Carolyn Carlson.
"I dipinti di The Tree - continua la coreografa - sono tante visioni metaforiche della natura, effimere, misteriose e intangibili, poste su diversi livelli, scoperte a poco a poco - dipinto su dipinto su dipinto… - con l'idea di fondo che anche noi, come la Natura, ci trasformiamo. Questi sogni ad occhi aperti vogliono ricordarci i paesaggi e le mitologie nordiche dei secoli passati, in particolare quelli dell’epopea finlandese Kalevala. I nove interpreti rappresentano gli istinti primari da cui ci siamo allontanati: la consapevolezza senza tempo dell'armonia incessante nel vuoto lasciato dai nostri sospiri, i fuochi interiori che alimentano e consumano l'anima umana, la fiamma universale dell'amore. Siamo intimamente e universalmente legati alla natura e agli elementi, siamo gli alberi, il vento, l'acqua, la terra, l’aria, le stelle, il fuoco, la cenere… Siamo l'armonia del tutto».

Carolyn Carlson
Nata in California, Carolyn Carlson si definisce soprattutto una nomade. Dalla Baia di San Francisco all'Università dello Utah, dalla compagnia di Alwin Nikolais a New York a quella di Anne Béranger in Francia, dall’Opéra di Parigi al Teatrodanza La Fenice di Venezia, dal Théâtre de la Ville a Helsinki, dal Ballet de l’Opéra di Bordeaux al Cartoucherie di Parigi, dalla Biennale di Venezia a Roubaix, Carolyn Carlson è una viaggiatrice instancabile, sempre in cammino per sviluppare e condividere il suo universo poetico.
Erede dei concetti del movimento, della composizione e della pedagogia di Alwin Nikolais, è arrivata in Francia nel 1971. Con Rituel pour un rêve mort, l'anno successivo firma il suo manifesto poetico, con un approccio che da allora non ha più abbandonato: una danza volta alla filosofia e alla spiritualità.
Al termine "coreografia", Carolyn Carlson preferisce quello di "poesia visiva" per descrivere il suo lavoro. Dare vita a opere che testimoniano il suo pensiero poetico, e con esse a una forma d'arte completa, totale, in cui il movimento occupa un posto privilegiato.
Per quattro decenni, la sua influenza e il suo successo sono stati considerevoli in molti paesi europei. Ha svolto un ruolo chiave nel far emergere la danza contemporanea francese e italiana con il GRTOP all’Opéra de Paris e il Teatrodanza alla Fenice.
Ha realizzato più di cento pièce, molte delle quali costituiscono le pagine più importanti della storia della danza, da Density 21,5 a The Year of the horse, da Blue Lady a Steppe, da Maa a Signes, da Writings on water a Inanna.
Nel 2006 il suo lavoro è stato insignito dalla Biennale di Venezia con il primo Leone d'Oro mai assegnato a un coreografo. È anche Comandante delle Arti e delle Lettere e Ufficiale della Legion d'Onore, la più alta onorificenza conferita dallo Stato francese a chi abbia ottenuto meriti in ambito civile, culturale, militare e sportivo.
Fondatrice dell'Atelier de Paris-Carolyn Carlson alla Cartoucherie nel 1999, è stata, con la sua Carolyn Carlson Company, artista associata al Théâtre National de Chaillot dal 2014 al 2016.
Nel 2017, parallelamente all’attività principale della compagnia, sono nate nuove forme di creazione, tra cui una mostra e un lungometraggio danzato. Nel 2019 ottiene la nazionalità francese e viene eletta l'anno successivo membro del dipartimento di coreografia dell'Accademia di Belle Arti.

Carolyn Carlson Company
Carolyn Carlson Company vuole essere un alveare, uno spazio di creatività e libertà in cui gesto e pensiero poetico si intrecciano. Dopo nove anni come direttrice del Centre Chorégraphique National de Roubaix, Carolyn Carlson ha creato la Carolyn Carlson Company, in residenza dal 2014 al 2016 al Théâtre National de Chaillot.
Con un repertorio straordinario e accompagnata da ballerini fedeli al suo universo, la “chorégraphe-étoile” porta avanti il suo approccio creativo. Ogni anno, la Carolyn Carlson Company realizza numerosi progetti su larga scala, creazioni, trasmissioni di brani di repertorio ai più prestigiosi corpi di ballo, mostre, film... continuando a far girare gli spettacoli della ‘grande dama’ della danza in tutto il mondo.

Crediti artistici

The Tree (Fragments of poetics on fire)
Carolyn Carlson Company
Creazione 2021 per 9 danzatori

Coreografia e Scenografia | Carolyn Carlson
Assistente coreografica | Colette Malye
Interpreti | Chinatsu Kosakatani, Juha Marsalo, Céline Maufroid, Riccardo Meneghini, Isida Micani, Yutaka Nakata, Alexis Ochin, Sara Orselli, Sara Simeoni
Musiche | Aleksi Aubry-Carlson, René Aubry, Maarja Nuut, K. Friedrich Abel
Luci | Rémi Nicolas, assistito da Guillaume Bonneau
Proiezioni pittoriche | Gao Xingjian
Oggetti di scena | Gilles Nicolas e Jank Dage
Costumi | Elise Dulac e Atelier del Théâtre National de Chaillot. Grazie a Chrystel Zingiro
Produzione | Carolyn Carlson Company
In coproduzione con | Théâtre National de Chaillot, Théâtre Toursky Marseille, Ballet du Nord / Centre Chorégraphique National Roubaix Hauts-de-France, Equilibre Nuithonie Fribourg
Residenze a CDCN-Atelier de Paris, salle Allende (Mons-en-Baroeul) e Kiosk (Marquette-lez-Lille). Con il sostegno di Crédit du Nord.
Un ringraziamento a Rolex Mentor e Protégé Arts Initiative, Studio 28 Roubaix-Compagnie Zahrbat, Domaine of Chaumont-sur-Loire, Michelle Kokosowski e Martine Dionisio.

La Carolyn Carlson Company è sovvenzionata dal Ministero della Cultura francese (DGCA)

Titolo: Festival di Danza Contemporanea 22. The Tree. Carolyn Carlson Company

Apertura: 14/10/2022

Conclusione: 14/10/2022

Organizzazione: Festival di Danza Contemporanea 22

Luogo: Teatro Comunale di Ferrara

Indirizzo: Corso Martiri della Libertà, 5 - 44121 Ferrara

Orario: Venerdì 14 ottobre 2022 / ore 20.30

Durata: 1 ora e 10 minuti

Sito web per approfondire: https://www.teatrocomunaleferrara.it

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso