Koen Vanmechelen. Burning Falls

  • Quando:   08/04/2022 - 15/05/2022
  • evento concluso

Arte contemporanea‎

Koen Vanmechelen. Burning Falls
Koen Vanmechelen - Burning Falls, Exhibition View - photo credit Francesco Allegretto

Reduci dal grande successo riscosso alla Galleria degli Uffizi di Firenze con la mostra Seduzione, le trenta creature fantastiche realizzate da Koen Vanmechelen con accostamenti di vetro e marmo di Carrara vengono presentate da Adriano Berengo nel luogo che le ha viste nascere: l’isola di Murano.

Realizzate l’anno scorso con il supporto dei maestri di Berengo Studio, le opere verranno ospitate da venerdì 8 aprile fino a domenica 15 maggio 2022 all’interno della Fondazione Berengo Art Space (Campiello della Pescheria 4) con il titolo Burning Falls. La mostra si inserisce all’interno della sezione In Città di Homo Faber 2022, il grande evento espositivo dedicato ai mestieri d’arte e all’alto artigianato internazionale organizzato dalla Michelangelo Foundation for Creativity and Craftsmanship in partnership con la Fondazione Giorgio Cini, la Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, la Japan Foundation e la Fondation Bettencourt Schueller (www.homofaber.com).
La mostra si allinea con lo spirito di Homo Faber, Crafting a more Human Future, il cui focus quest’anno è I tesori viventi d’Europa e del Giappone, e permette di celebrare un materiale unico in questo Anno Internazionale del Vetro: “Se Burning Falls può rompere i muri che ci dividono oggi, creerà una trasparenza in cui ci riconosceremo nell'altro”, afferma Koen Vanmechelen.
Con Burning Falls continua, inoltre, la narrazione del Cosmopolitan Renaissance dell’artista, che vede la bocca ardente della fornace come suo punto focale. “Il vetro – afferma l'artista - è il materiale del futuro. È sia riciclabile che plasmabile. E invita alla connessione e al lavoro di squadra, fondendo creatività e artigianato. Lavorare con il vetro è come lavorare con l’acqua: il liquido diventa solido quando gli elementi si uniscono. Il fuoco permette questa trasformazione, e lo stato tra solido e liquido è simboleggiato da un uccello di fuoco, come un generatore di azione, o un flusso di lava, che porta all'immagine di Burning Falls”.

Per l’occasione, oltre a Medusa, alla tigre rossa, ai polli serpentini, alle iguana cornute e agli altri animali fantastici visti a Firenze, ci saranno anche alcuni pezzi mai esposti, tra cui gli interessanti lampadari “Formula Segreta”: due opere complesse che riflettono sull’origine, la decadenza e la rigenerazione di ogni cosa creata, e che vogliono rappresentare un tributo dell’artista alla storia del vetro muranese.

La formula segreta di questi magnifici lampadari è la catena dell'evoluzione. – spiega l’artista belga – Alla base della catena evolutiva ci sono creste, artigli e uova: elementi primordiali, metafora di un mondo ancestrale in perenne lotta per la sopravvivenza. Il serpente striscia in mezzo a loro e ricorda la decadenza derivante dal peccato originale e il giudizio finale, sua inevitabile conseguenza. Le specie si sono evolute ma sono andate perdute, nello scioglimento e nell'autodistruzione, di generazione in generazione. Un nuovo segmento è intervenuto per riorientare il destino evolutivo: il virus. Ma, dalla potenziale distruzione, è emersa una nuova vita, un uovo da cui è stato generato un bambino, bendato perché ancora ignaro”.

Tutte le sculture prodotte da Vanmechelen per questo progetto accostano sapientemente i toni del marmo alla lucentezza del vetro, e vogliono riflettere sul significato di alcune figure chiave della mitologia classica. Accade per Medusa, la gorgone che al posto dei capelli aveva serpenti il cui veleno poteva svegliare i morti: nel darle forma Vanmechelen traccia un astuto parallelo notando come le uova di gallina siano usate nella medicina moderna come base per vaccini e medicinali. La sua Medusa diventa quindi una metafora dell'umanità stessa, intrisa del potere di uccidere oltre che della capacità di portare nuova vita.
In maniera analoga, viene riletta anche la simbologia dei serpenti, trasformati per l’occasione in polli mostruosi e deformi. L’intento è quello di evocare nello spettatore il valore simbolico dell’umile pollo, un soggetto da sempre molto caro all’artista perché esempio del potenziale per la vita e dei modi in cui gli esseri umani sono stati negligenti con il suo potenziale illimitato.

Il calore estremo del vetro nel forno è quell'elemento che accende il talento creativo dei diversi maestri nell'arena del fuoco. Come una cascata infuocata dà vita o morte alla vera anima di un’opera d'arte”, afferma Koen Vanmechelen.

Lavoro con Koen Vanmechelen da oltre trent'anni e cerco costantemente la sua guida e i suoi consigli quando si tratta di arte. Mi fido del suo occhio, cosa attestata dal numero di volte in cui è stato curatore della mia mostra Glasstress nel corso degli anni. È anche uno degli artisti che ha capito subito la mia visione per Berengo Studio a Murano e soprattutto ha visto il potenziale del vetro come mezzo per le belle arti. In queste nuove opere prende il vetro e lo spinge oltre, combinandolo con un altro materiale antico – il marmo – e attraverso questa fusione eleva entrambi i materiali a un nuovo livello artistico. Come artista, non ha paura di sperimentare e questa caratteristica cruciale è uno dei motivi per cui il suo lavoro continua ad affascinarmi.”, afferma Adriano Berengo, Presidente di Berengo Studio.

Titolo: Koen Vanmechelen. Burning Falls

Apertura: 08/04/2022

Conclusione: 15/05/2022

Curatore: Studio Vanmechelen in collaborazione con Fondazione Berengo

Luogo: Murano (VE), Fondazione Berengo Art Space

Indirizzo: Campiello della Pescheria 4 - 30141 Murano (VE)

Orario: dalle 10.00 alle 17.00 (martedì-domenica). Ingresso libero. Chiuso: lunedì.

Accesso consentito con Green Pass (EU Digital Covid Certificate). All’interno va usata la mascherina.

Sito web per approfondire: https://www.fondazioneberengo.org/

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Accetto l'informativa sulla privacy e di ricevere le newsletter

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso