Stefano Cescon. Geologie Incerte

  • Quando:   11/11/2021 - 30/12/2021
  • evento concluso

Arte contemporanea‎

Stefano Cescon. Geologie Incerte

Contemporis ETS in collaborazione con VeniceArtFactory presenta “Geologie Incerte”, la mostra personale di Stefano Cescon a SPUMA - Space for the Arts, in Giudecca.

Action painting senza azione. La distanza tra intenzione ed espressione, che in molta pittura novecentesca è stata sostanzialmente azzerata nella prossimità bruciante tra i due poli, in cui l’intenzione inceneriva risolvendosi nell’atto pittorico, viene esplorata dalla pratica di Stefano Cescon. Misurata, mappata, quasi coltivata fino a disperderne l’origine, la radice. Perché le ipnotiche superfici cromatiche delle sue opere, le velature, le stratificazioni, le saturazioni e gli affioramenti, non derivano in modo immediato da un’intenzione o da un’intuizione – sia pur inconscia. Non c’è, nell’intelletto dell’artista, un’immagine mentale da tradurre in figura tangibile. Il lavoro quotidiano con la materia (cera, paraffina, pigmenti) rimpiazza le leggi dell’intenzionalità. La trasformazione, il cambiamento di stato, la mutazione – non la tela bianca – costituiscono il dato di partenza su cui Cescon innesta un lavoro mentale e una disciplina di sperimentazione, che conduce a un punto in cui la metamorfosi si manifesta in forme compiute. Ma questo, si sa, accade solo raramente. Ed è lì, giunti agli stadi finali del processo, che Cescon pesa con lo sguardo gli innumerevoli esiti dei suoi esperimenti, e solo in pochi riconosce – come nel lampo di chi per caso rivede un amico dopo tanto tempo – il germe dell’idea che vi aveva seminato. Le sue opere sono i magnifici fenotipi di un genoma pittorico che egli ha imparato a manipolare con pazienza, studio, acume, fino a farne la propria grammatica. Dall’adozione di questo linguaggio, fatto di mescole di sostanze molli, colate e attese, il suo spettro espressivo ha dilatato le varietà iniziali di sedimentazioni a strati, aprendo il campo a soluzioni più marcatamente pittoriche, che tuttavia non smarriscono il timbro della profondità, dello spessore della materia. Cescon dipinge nelle tre dimensioni dello spazio, iscrivendo la durata temporale nell’immagine.

Titolo: Stefano Cescon. Geologie Incerte

Apertura: 11/11/2021

Conclusione: 30/12/2021

Organizzazione: Contemporis ETS

Luogo: Venezia, Spuma-Space for the Arts

Indirizzo: Fond.ta S.Biagio 800R Giudecca - Venezia

Orari mostra: gio-sab, 11.00 - 18.00 (Gli altri giorni apertura su appuntamento. Chiuso il 24, 25 e 26 dicembre)

Entrata libera

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso