ARCANA – Il Leone del Nuovo Orizzonte

  • Quando:   dal  12/09/2020  al  06/01/2021

Arte contemporanea‎ Scultura

ARCANA – Il Leone del Nuovo Orizzonte

ARCANA – Il Leone del Nuovo Orizzonte verrà inaugurata presso la Fortezza di San Leo sabato 12 settembre. La mostra personale scultorea di Andrea da Montefeltro sarà visitabile fino al 6 gennaio 2021.

Il progetto internazionale ARCANA – Il Leone del Nuovo Orizzonte, è stato sostenuto dal Comune di San Leo, dalla San Leo 2000 e dai membri di esperti per le arti e la letteratura del Centro per l’UNESCO di Firenze.
La collezione che verrà esposta, sarà dedicata ad una ricerca artistica simbolica che, impiega come materiale di esecuzione scultorea la pietra. Nel progetto espositivo, sarà possibile ammirare opere che verranno spostate successivamente in importanti centri istituzionali, internazionali e musei italiani. Lo scultore con all’attivo più di 220 opere e premiato nel 2013 dall’O.N.U con il Premio Internazionale della Pace nell’Arte, presenterà una mostra dal fascino utopico.
La Direzione Artistica, vede l’importante firma della studiosa e scrittrice Annalisa Di Maria, conosciuta per le sue importanti ricerche e scoperte sul mondo neoplatonico e dei suoi esponenti.

L’evento inaugurale alla presenza delle autorità, si terrà il prossimo 12 settembre dalle ore 16.00 presso il Torrione Martiniano della Fortezza, seguirà una visita guidata con l’artista. La mostra proseguirà tutti i giorni con gli orari della Fortezza e vedrà la possibilità di avere l’accompagnamento con visita guidata con l’autore tutte le domeniche.

Nell’operato di Andrea da Montefeltro si nota fin da subito un intervento artistico tributato da un un’ intensa interpretazione dello spirituale in un contesto moderno e ricco di suggestioni. Il progetto ARCANA presenta al suo interno degli eventi connessi all’operato artistico che spazieranno in conferenze e consegne ufficiali. Tutto all’insegna della condivisione e della pace che possa stimolare radici profonde per un continuativo sviluppo di rapporti culturali.
Una mostra di utopia e meraviglia creata proprio nella capitale storica del Montefeltro con la pietra del territorio che si offre come eccellenza di una terra ricca di storia. La materia si trasforma in modo plastico, magistralmente guidata da un sogno che non sembra terreno. Niente è lasciato al caso, ogni fessura, ogni particolare, ogni forma ha un suo valore simbolico trascendentale. Ogni oggetto realizzato si allontana dal precedente e non si ripete nemmeno in parte nel successivo perché nasce da un’idea che cambia e che è già completa, in ogni suo particolare, prima ancora di essere plasmata nella pietra.
Così Andrea da Montefeltro ci spiega - La mostra vuole essere un momento di scambio culturale e di confronto tra i visitatori. L'incontro e lo scambio di idee che a volte solo l’arte riesce a far emergere senza veli. Il progetto espositivo che si andrà a compiere ora a San Leo è stato negli anni precedenti un progetto trasversale d'avanguardia tra i territori delle tre regioni Toscana, Marche ed Emilia Romagna.

Il progetto ora acquista una dimensione nuova puntando sul ritorno alle proprie radici per poter sostenenre una ripartenza culturale avanzata, dalle parole dell’artista “ La pietra ritornerà più che mai a far sentire la sua voce antica, come è stato nel suo passato con i suoi fondatori, uniti al passato ma con lo sguardo verso nuovi orizzonti”. Per comprendere l’arte di Andrea da Montefeltro sostendgono i critici, occorre entrare nella sua filosofia di vita, nel suo bisogno di adeguarsi al continuo cambiamento dell’esistenza. Le opere non sono mai descrittive, non copiano la natura, ma esprimono l’intuito di concetti storici e filosofici profondi, resi con ritmi personali, quasi un’opera musicale con note sconosciute, che non segue gli accordi classici, ma trova ugualmente un senso musicale definito, equilibrato e realizzato: non copia ma crea, non segue mode, ma cerca l’essenza delle cose e del pensiero che non si decompone nel tempo, che continua a resistere anche se il mondo cambia.

Il prossimo evento interno alla mostra si terrà il 26 settembre con l’ultima tappa del progetto internazionale Leonardo The Immortal Light promossa dall’International Committee Leonardo da Vinci con una conferenza e premiati internazionali.

Organizzazione: Comune di San Leo

Curatore: Annalisa Di Maria

Luogo: Fortezza di San Leo (RN)

Indirizzo: Via Battaglione Cacciatori - 47865 San Leo (RN)

Per approfondire: vai al sito web