Cremona Art Fair

  • Quando:   22/03/2024 - 24/03/2024
  • evento concluso

Arte contemporanea Fiere d'arteMostre a Cremona


Cremona Art Fair

Seconda edizione per Cremona Art Fair, progetto che animerà dal 22 al 24 marzo 2024 gli i spazi di CremonaFiere, secondo polo fieristico della Lombardia.

Nata dall'esigenza sempre più forte di creare un tessuto connettivo tra le molteplici esperienze artistiche del territorio, Cremona Art Fair si propone, per il secondo anno consecutivo, come vetrina per le progettualità lombarde e momento di confronto con le altre realtà italiane e internazionali.

"L'ambizione dell'evento - dichiara il direttore Paolo Batoni - è quella di costituire una piattaforma in cui proposte di qualità espositiva sempre crescente possano creare nuovi confronti e connessioni".

ll format seguirà la consolidata strutturazione in due sezioni:

Main Section cui parteciperanno numerose gallerie consolidate nel panorama nazionale e internazionale, per offrire ai collezionisti un'accurata selezione di opere che attraversa le categorie dell'arte moderna, post- bellica e contemporanea... leggi il resto dell'articolo»

Art Projects, sezione dedicata a progetti e gallerie emergenti, che presenteranno principalmente solo show e duo show, ponendo in dialogo artisti provenienti da diversi background.

Un nuovo appuntamento sarà caratterizzato da nuove progettualità, pensate per offrire uno scambio di esperienze che attivi e sviluppi una rete professionale e amatoriale indispensabile per la crescita del sistema artistico contemporaneo.

Ma vediamo più nel dettaglio cosa offrirà la Fiera.

Saranno cinquantadue gli operatori del contemporaneo che si sono dati appuntamento per questa seconda edizione promossa da T.O.E. Art Fair e che andranno a strutturare le tre sezioni della fiera: le consolidate Main Section e Art Projects e la nuova terza sezione interamente dedicata all'editoria indipendente e al libro d'artista, Editor.

Main Section

La Main Section, punto di forza della manifestazione, coinvolgerà trentadue gallerie consolidate nel panorama nazionale, proponendo un felice connubio tra arte moderna, post-bellica e contemporanea. In questo percorso protagoniste sono pittura, sia figurativa che astratta, e scultura, in linea con la proposta delle più importanti fiere internazionali. La sezione sarà arricchita da un focus sull'artista Franco Rognoni (Milano 1913-1999), pittore e disegnatore italiano che, più di altri, non si è mai conformato a mode e correnti, così che la sua pittura è considerabile, ancora oggi, sorprendentemente attuale. Curato dalla galleria B&B Arte (Canneto sull'Oglio, Mantova), il focus sarà composto da oltre venti opere realizzate dall'artista a partire dagli anni sessanta fino agli anni ottanta.

Art Projects

La seconda sezione, Art Projects, è invece dedicata a progetti e gallerie che presentano principalmente solo show, duo show e progetti che intersecano artisti di generazioni diverse e portatori di differenti punti di vista sulla società odierna. Tra le gallerie più interessanti troviamo Magazzeno Arte Contemporanea (Ravenna) che affronta la tematica del ruolo dell'artista nella società, con i lavori irriverenti e ironici sul sistema dell'arte di Giulio Alvigini e Luca Rossi, posti in dialogo con le opere del movimento Fluxus. La galleria A.More (Milano) presenta un progetto su tematiche esistenziali quali il naturale e l'artificiale, l'ideale e il reale, attraverso la pittura figurativa di Nelli Wright, Marty Snapf, Andrea Fiorino e la fotografia di Aldo Santucci. A Pick Gallery (Torino) presenta uno stand di artisti, italiani e internazionali, come Michael Conrads, Riccardo Dapino, Manfred Peckl e Manuel Portioli, riuscendo a coniugare una pittura astratta con quella paesaggistica fatta di segni e stratificazioni pittoriche. Lo Studio d'arte Galana (Mantova), con un solo show di Federica Aiello Pini, suggerisce una diversa idea di tempo attraverso i suoi collage. Infine, la galleria Mangano Arte (Cremona) propone un dialogo tra le opere figurative di Giuseppe Restano e Guglielmo Aschieri Emilio con le opere volumetriche di Mario Consiglio.

La sezione Editor

La terza e nuova sezione, Editor, interamente dedicata all'editoria indipendente e al libro d'artista, intende far emergere le peculiarità caleidoscopiche di questo oggetto estetico che costituisce in sé una piattaforma di dialogo tra le arti e di confronto tra prospettive simultanee.

La gamma dei partecipanti riunisce quattordici realtà e sei diverse regioni, costituendo un saggio della varietà di sguardi con l'obiettivo di raccontare lo scambio tra editori e artisti nella sperimentazione di nuovi percorsi creativi. Saranno presenti librerie specializzate su singoli medium come Shelfie Cafe (Brescia), studi di progettazione grafica e di design della comunicazione come Multi Form (Udine) e Senza Futuro (Torino), case editrici indipendenti quali Casa Editrice Peacock (Galzignano Terme, Padova), Cesura Publish (Pianello Val Tidone, Piacenza), CTRL Magazine (Bergamo), Lazy Dog Press (Milano), Maschietto Editore (Firenze) e Psicografici Editore (Roma). Interverranno anche magazine, progetti, atelier culturali e artisti indipendenti come Propagazioni (Bergamo), APRI (Bologna), Ticonzero (Cremona), Anna Giuntini - Iroiroworld (Milano), e IC Terre del Magnifico (Cortemaggiore, Piacenza).

That's Contemporary

Prosegue l'indagine sui media dell'arte contemporanea, avviata durante la prima edizione della fiera da "20+ a call for DRAWINGS" che vedeva protagonista il disegno, con "That's Contemporary! A call for VIDEO ARTS", un progetto interamente dedicato al video d'artista, punto di incontro dei più diversi linguaggi dell'arte. A seguito di una call curata da Bianca Basile e Camilla Remondina in collaborazione con la direzione artistica del Premio Combat, alla quale hanno risposto duecento artisti, sono state selezionate le dieci opere video che, con maggior forza, esprimono personali e differenti letture della contemporaneità. Insieme, i lavori scelti interpretano il presente come lente multifocale attraverso cui è possibile approfondire l'indagine sulle forme di espressione del contemporaneo.

A sostenere il Public Program ci saranno i TALK di Cremona Art Fair, che quest'anno, in una veste rinnovata, vedranno protagonisti gli editori e gli artisti della sezione Editor. Tutti i partecipanti alla sezione avranno la possibilità di illustrare il proprio lavoro in un ciclo di incontri che scandiranno le giornate di sabato 23 e domenica 24 marzo, confrontandosi tra loro e dialogando con il pubblico.

Infine, per apprezzare al massimo le opere in mostra e conoscere da vicino gli artisti rappresentati, sono previste visite guidate gratuite nel percorso espositivo della fiera, volte ad avvicinare il grande pubblico al mondo del collezionismo d'arte. Il progetto è curato da Francesca Baboni. La prenotazione è obbligatoria: info@cremonaartfair.it

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Cremona Art Fair

Cremona - CremonaFiere

Apertura: 22/03/2024

Conclusione: 24/03/2024

Organizzazione: Comune di Cremona, Associazione Industriali Cremona e CremonaFiere

Indirizzo: Piazza Zelioli Lanzini, Cremona

Orari: h 9/18

Ingresso:

Biglietto giornaliero venerdì € 5,00
Biglietto giornaliero sabato e domenica € 10,00
Biglietto giornaliero ridotto: € 8,00*
Biglietto ridotto: € 5,00 per studenti con tesserino valido
*Biglietto giornaliero agevolato per:

Residenti Provincia di Cremona, gruppi (minimo 10 persone), disabili e over 65.
Ingresso gratuito per i bambini fino a 12 anni accompagnati dai genitori.

Contatti:

T.O.E. | T +39 3311303702 | E info@cremonaartfair.it

Sito web per approfondire: https://www.cremonaartfair.com/