Cinema Incontri e culturaEventi e spettacoli a Livorno

Effetto Venezia 2023. Il cinema è la città

  • Quando:   02/08/2023 - 06/08/2023
  • evento concluso
Effetto Venezia 2023. Il cinema è la città

Una città che diventa “il Cinema”, in tutte le sue sfaccettature: dalle proiezioni sulle pareti dei palazzi del quartiere della Venezia, agli spettacoli musicali, teatrali e di strada, fino alle mostre, agli ospiti delle serate di talk e agli happening. Tutto avrà come riferimento la Settima arte durante i cinque giorni di EFFETTO VENEZIA 2023, la kermesse estiva che Livorno dedica dal 2 al 6 agosto 2023 al suo affascinante quartiere per un’edizione speciale dal titolo “Il cinema è la città”.

Effetto Venezia 2023, organizzato come da tre anni a questa parte da Fondazione LEM – Livorno Euro Mediterranea, manterrà la sua dimensione di manifestazione dinamica, multidisciplinare e di piazza, utilizzando linguaggi sempre diversi ma tenuti insieme dalla cornice comune rappresentata dal cinema. Succederà col teatro di strada per richiamare la matrice circense della macchina cinematografica, con la musica, con il teatro, con gli ospiti nazionali e internazionali, con le mostre: cinque giorni di spettacolo, iniziative e formazione con workshop e masterclass sui mestieri del cinema.
Saranno tredici le postazioni del progetto “Riflessi di cinema” che illumineranno di storia del cinema le facciate dei seicenteschi palazzi della Venezia e saranno dislocate secondo un percorso che dalla Fortezza Nuova arriva agli Scali Finocchietti passando da Scali del Refugio.
L’apertura cinematografica della manifestazione ci sarà il pomeriggio di mercoledì 2 agosto e sarà affidata a uno dei più importanti registi italiani: Matteo Garrone. Ma questo sarà solo il primo di una serie di ospiti illustri: si va dalle attrici Carolina Crescentini e Giuliana De Sio, all’attore Ninetto Davoli, ai registi Paolo Virzì, Francesco Bruni e Daniele Ciprì, fino alla costumista premio oscar Gabriella Pescucci e all’hair stylist designer internazionale Massimo Gattabrusi.
Piazza del Luogo Pio, cuore della kermesse, ospiterà tra i vari eventi il raduno nazionale delle DeLorean: la celeberrima automobile assemblata dal personaggio di “Doc” in Ritorno al futuro di Robert Zemekis. Inoltre, il concerto dei Sinfonico Honolulu dal titolo “Tarantino soundtracks” creato appositamente per Effetto Venezia 2023 e dedicato alle colonne sonore del celebre regista americano e l’omaggio a Maria Callas con Callas@100 in collaborazione con Mascagni festival.
La Fortezza Nuova sarà il luogo deputato per la proposta musicale con i tre concerti clou del maestro Nicola Piovani con “La musica è pericolosa – concertato”, il gruppo Compay Segundo per il 25° anniversario dei “Buena vista social club” e i Calibro 35 con il nuovo album “Nouvelles aventures”.
In Fortezza Vecchia, dove troveranno spazio eventi di cinema e teatro, ci saranno, tra gli altri, la Maratona Frusciante “A scatola chiusa” con proiezioni fino all’alba, i Mayor Von Frinzius con “Scaraventati” e una serata a cura del FI-PI-LI Horror festival dedicata al rapporto cinema e acqua.
In Piazza dei legnami sono previste le proiezioni in strada dedicate al cinema di animazione e tre importanti sonorizzazioni dal vivo: quella de Il Monello e Luci della città di Charlie Chaplin e della Corrazzata Potemkin di Ėjzenštejn rispettivamente a cura di Carlo Bosco, Dimitri Grechi Espinoza e il gruppo Weekend Martyr.
Palazzo Huigens ospiterà uno spazio di divulgazione cinematografica con gli interventi di Marco Lenzi, Daniele Caluri, Emiliano Dominici e Claudio Marmugi.
Nel recuperato spazio degli Ex Macelli sarà protagonista la ricerca teatrale dedicata al cinema. Sul palco saliranno, tra gli altri, la compagnia Garbuggino Ventriglia con un lavoro su Tarkoskij e Il teatro del Grattacielo con una proposta a partire da Una giornata particolare di Ettore Scola. Mo-Wan Teatro, Emanuele Gamba e Agave Teatro completeranno la programmazione dello spazio.
Il Teatro Vertigo, unico teatro posizionato nel cuore del quartiere, presenterà anch’esso una programmazione allineata con la direzione artistica con proposte cinematografiche e teatrali.
Uno spazio importante sarà destinato alle mostre con esposizioni all’interno dello spazio contemporaneo del Museo della città e altre installazioni fotografiche diffuse nel resto del quartiere. Protagoniste le artiste Valentina Restivo, Giulia Barini, Valentina Formisano. Accanto a loro Daniele Caluri, Serafino Fasulo, Paolo Ciriello e l’esposizione collettiva Cinematopie a cura di Jacopo Suggi.
Molto corposa la programmazione del teatro di strada curata da Marco Buldrassi, anch’essa, al pari di tutte le altre proposte, armonizzata col tema cinema. Gli artisti di strada occuperanno l’intero quartiere, mentre, In Piazza del luogo Pio, ci saranno gli spettacoli più importanti e di maggior respiro, su tutti il Moby Dick della compagnia Teatro dei Venti che aprirà il festival: forse l’allestimento più grande e complesso di una compagnia italiana, con più di 100 figuranti coinvolti. Lo spettacolo è sponsorizzato dal Consorzio Porta a mare. A seguire la compagnia MET-cantieri meticci che porterà due spettacoli: The Game, spettacolo site-specific e Il violino del Titanic. Infine, il progetto curato da Chelo Zoppi: Contemporaneo valzer popolare, ispirato al celeberrimo ballo del Gattopardo di Luchino Visconti.
CineMenù è il titolo dell’iniziativa rivolta agli esercizi della ristorazione della Venezia che hanno aderito creando dei menù ad hoc tratti da celebri film.
Previsti nel corso dell’intera kermesse degli appuntamenti formativi con professionisti del cinema tra cui il contributo dei Licaoni.

La caratterizzazione cinematografica di quest'anno di "Effetto Venezia" si realizza anche grazie alla collaborazione con l'Area Cinema di Fondazione Sistema Toscana, con cui l'amministrazione sta immaginando un futuro nuovamente attivo in questo settore e che si concretizzerà con progetti da realizzare insieme. Per questa edizione è stata attivata anche una relazione con la Mostra d’arte cinematografica di Venezia attraverso il suo direttore Alberto Barbera.
L’immagine di questa edizione di Effetto Venezia è stata affidata all’artista livornese di adozione Margherita Tramutoli (in arte La Tram) che, partendo da una protagonista femminile, ha elaborato l’idea di una città che si rispecchia nel cinema. La ragazza con gli occhi sgranati è immaginata ammirata a guardare un film, il film della sua città, e questa proiezione le si cuce addosso e il videomapping della Venezia segue il suo profilo.
La presentazione del festival è stata affidata quest’anno ad un cortometraggio dedicato alla grande tradizione cinematografica e realizzato da Luca Bardi (regia) e Veronica Demelas (produzione). Alla base, la volontà della direzione artistica di investire attraverso Effetto Venezia su un prodotto originale che permettesse a maestranze della città di operare nel proprio settore.

Titolo: Effetto Venezia 2023. Il cinema è la città

Apertura: 02/08/2023

Conclusione: 06/08/2023

Organizzazione: Fondazione LEM – Livorno Euro Mediterranea

Luogo: Livorno, Venezia Nuova

Indirizzo: Piazza del Luogo Pio - Piazza del Luogo Pio

Sito web per approfondire: https://www.livorno-effettovenezia.it/


Resta aggiornato
su eventi e mostre scaricando l'app di
Itinerari nell'Arte e Itinerari nel Gusto!

itinerApp - appuntaeventi

Disponibile su Google Play
Scarica da Apple Store
La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso