Emilio Tadini. Tra archeologia e metafisica

  • Quando:   09/05/2024 - 09/07/2024
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a MilanoTadiniMilano


Emilio Tadini. Tra archeologia e metafisica

Galleria Gracis è lieta di presentare la prossima mostra allestita negli spazi di Piazza Castello 16 dedicata al lavoro dell'artista milanese Emilio Tadini (Milano, 5 giugno 1927 – 25 settembre 2002). Artista e scrittore poliedrico, Tadini ha indagato nell'arco della sua carriera una molteplicità di tematiche, riunite solitamente in cicli, nella costante volontà di narrare la realtà a lui contemporanea.

Il progetto di mostra si concentra sul ciclo di opere raggruppate sotto il titolo di Archeologia e Archeologia con de Chirico, realizzate da Tadini nei primissimi anni '70. In esse emerge la fascinazione dell'artista per le atmosfere metafisiche e per l'opera del maestro di Volos. Le sue visioni oniriche abbracciano il senso profondo del lavoro dechirichiano, portando alle estreme conseguenze il discorso intrapreso con la Vita di Voltaire, ciclo oggetto di una mostra alla Fondazione Marconi nel 2019.

La metafisica è la via che Tadini segue per tracciare il suo percorso artistico, ed è lo strumento mediante il quale supera il dualismo tra realismo socialista/arte informale. Approda, così, a una nuova forma espressiva che gli consente di occuparsi della figura umana, in un momento in cui essa viene estromessa dal lavoro degli artisti.

Tadini esordisce in campo artistico con una pittura fiabesca, di chiara matrice surrealista, e la sintesi che egli attua allo scadere degli anni '60 avviene proprio grazie all'adozione della chiave di lettura metafisica: la materia pittorica si alleggerisce, le immagini risultano meno affollate, i fondi si fanno chiari e spesso monocromi, suggerendo uno spazio più ideale che realistico.

Tadini, infatti, supera la nostalgia del maestro greco per lo spazio rinascimentale: esso si fa evanescente, multidimensionale, concentra in sè differenti spazi e differenti istanti contemporaneamente. Come coglieva Guido Ballo nel 1966, nel catalogo della mostra alla Galleria il Punto di Torino, Tadini ha necessità di mettere in scena la realtà, ma la realtà allucinata del sogno, una via di mezzo estremamente personale tra surrealismo e metafisica. Uno spazio allusivo, una probabile "scena del crimine" in cui l'artista ci consegna elementi apparentemente slegati tra loro, la cui interconnessione diviene generatrice di una narrazione che, tuttavia, spetta solo al visitatore decodificare. I personaggi di Tadini agiscono in un contesto allusivo, sono figure ironiche, senza volto in quanto impenetrabili psicologicamente e con le quali l'artista ci impedisce di entrare in empatia. Tutto è ambiguo e tutto è possibile.... leggi il resto dell'articolo»

Lo stesso enigma ci coglie nell'atto della contemplazione delle muse di Giorgio de Chirico, rese inquietanti proprio dal loro mistero, dalla loro collocazione casuale in uno spazio, così desolato, da risultare irreale. Tadini stesso, allora, ribalta nelle sue opere queste posizioni casuali all'infinito, generando nuove inquietanti relazioni, tutte possibili ma nessuna certa. E coglie, citandolo in tutto il ciclo, un altro elemento dal lavoro dechirichiano, la maschera tribale, che racchiude dentro di sè il senso del collocarsi all'interno di una tradizione, in un percorso evolutivo coerente che dall'archeologia e dal classico, giunge fino a de Chirico come processo lineare. Per questo motivo in mostra sono state inserite le maschere che hanno ispirato le opere di Tadini e che lo circondavano nel suo studio di Milano, per gentile prestito della Casa Museo Spazio Tadini.

In mostra anche una versione bronzea degli Archeologi di de Chirico, soggetto a cui l'artista dedicherà moltissime opere. L'archeologo come individuo che scavalca i tempi, ci viaggia attraverso, riattualizza il passato, ricollocando la storia nel presente. Egli recupera frammenti di una civiltà, estraniandoli dal contesto e riattualizzandoli. Allo stesso modo agisce Tadini, che attua un recupero delle simbologie di de Chirico portandole al tempo presente, riscoprendo la storia e collocandola hic et nunc.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Emilio Tadini. Tra archeologia e metafisica

Milano - Galleria Gracis

Apertura: 09/05/2024

Conclusione: 09/07/2024

Organizzazione: Galleria Gracis

Indirizzo: Piazza Castello, 16 - 20121 Milano

Orari: lunedì-venerdì, 10.00-13.00 | 14.00-18.00 sabato su appuntamento

Ingresso libero

Per info: T +39 02 877 807; gracis@gracis.com

Sito web per approfondire: https://galleriagracis.com/it/



Altre mostre a Milano e provincia

Arte contemporaneaInstallazionimostre Milano

Julian Opie. Walking in Milan

I passanti di Julian Opie arrivano a Milano, visibili fino al 27 agosto 2024 in piazza del Quadrilatero. leggi»

03/07/2024 - 27/08/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Terry Rodgers. The Last Supper - Visions of Eternal Return

Le immaginifiche visioni di Terry Rodgers sono in mostra negli spazi Wizard Gallery a Milano dall'11 settembre al 3 novembre 2024. leggi»

11/09/2024 - 03/11/2024

Lombardia

Milano

Grandi Personaggimostre Milano

Mike Bongiorno 1924 – 2024

Nel centenario della nascita di Mike Bongiorno Palazzo Reale, dal 17 settembre al 17 novembre 2024, racconta la storia personale e professionale del grande protagonista della televisione. leggi»

17/09/2024 - 17/11/2024

Lombardia

Milano

Fotografiamostre Milano

Eroticism in Fashion Photography: Newton / Von Unwerth

Dal 20 settembre al 16 novembre 2024 a Milano "Eroticism in Fashion Photography", la doppia mostra dedicata a Newton e Von Unwerth. leggi»

20/09/2024 - 16/11/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Jigger Cruz. To The Walls from the Wound of Oddities

Primo Marella Gallery è lieta di annunciare l'inaugurazione della mostra personale di Jigger Cruz: To The Walls from the Wound of Oddities. leggi»

18/07/2024 - 17/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Jean Marie Barotte

Milano Fabbrica del Vapore dedica un'importante retrospettiva all'artista italo-francese Jean-Marie Barotte, dal 4 al 31 ottobre 2024. leggi»

04/10/2024 - 31/10/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Laurence Leenaert. Under Nine Moons

Dal 24 settembre al 19 ottobre 2024 Cadogan Gallery presenta "Under Nine Moons", prima mostra dell'artista belga Laurence Leenaert, che presenterà una serie di nuove opere. leggi»

24/09/2024 - 19/10/2024

Lombardia

Milano

Arte del costumemostre Milano

25 anni di costumi MTS - MusicalL! The school

"25 anni di costumi MTS - MusicalL! The school", dal 20 al 22 settembre 2024 a Milano presso IMBONATI11 Art Hub. leggi»

20/09/2024 - 22/09/2024

Lombardia

Milano

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Milano

Armin Linke. La terra vista dalla luna

Prosegue fino al 14 settembre, 2024 la mostra personale di Armin Linke dal titolo "La terra vista dalla luna" presso la galleria Vistamare di Milano. leggi»

19/06/2024 - 14/09/2024

Lombardia

Milano