Inequilibrio Festival

  • Quando:   28/06/2023 - 09/07/2023
  • evento concluso

Danza TeatroEventi e spettacoli a Livorno


Inequilibrio Festival
Lilith

Archetipi, stereotipi, iconografie del sacro e del profano, e poi indagini e riflessioni su maternità, repressione, resistenza, ribellione e disobbedienza, dal mito greco alle battaglie di oggi. L’identità femminile e il corpo della donna saranno al centro del 26/mo Festival Inequilibrio, kermesse dedicata alla produzione contemporanea di teatro, danza e arti performative per il primo anno con la direzione artistica esclusiva di Angela Fumarola, in programma dal 28 giugno al 9 luglio tra il Castello Pasquini di Castiglioncello e il borgo medievale di Rosignano Marittimo (Li) con il sostegno di Ministero della Cultura, Regione Toscana e Comune di Rosignano Marittimo. All’interno del cartellone – oltre 40 eventi selezionati per rappresentare il meglio della creazione indipendente italiana e oltre – 9 gli spettacoli che approfondiranno il tema, di cui 3 anteprime e 2 prime nazionali: dalla prima messa in scena di “Stai Zitta”, ispirato all’omonimo libro di Michela Murgia, a lavori costruiti su figure che hanno travalicato i secoli con la loro potenza simbolica – Cassandra, Ecuba, Elena, Circe, Lilith, Sibilla – rilette alla luce dei conflitti, delle rivoluzioni e delle riflessioni in corso. Tra i nomi quelli di compagnie storiche e giovanissime, tra cui Abbondanza Bertoni, Motus, Fanny & Alexander, Michele Ifigenia Colturi/Tyche, e di interpreti transgenerazionali da Giovanna Daddi ad Angela Antonini, da Antonella Questa a Valentina Melis, da Teresa Cinque a Ilenia Romano, da Ilaria Drago a Chiara Lagani.

Riconosciuta come una delle realtà artistiche più prolifiche e interessanti del panorama italiano, la compagnia guidata da Michele Abbondanza e Antonella Bertoni porterà in anteprima al festival la nuova creazione “Femina”, con la quale continua la ricerca sul tema dell’identità, questa volta indagando l’universo femminile (28 giugno), mentre la formazione ravennate Fanny & Alexander, più volte decorata agli Ubu, presenterà in prima italiana il progetto “Maternità” con Chiara Lagani (8 e 9 luglio). Dall’omonima opera di Michela Murgia sarà tratto “Stai Zitta”, altra anteprima del festival che vedrà insieme sul palcoscenico Antonella Questa, Valentina Melis e Teresa Cinque. Tre donne che hanno sempre avuto difficoltà a farse silenzio, e lo dimostrano i loro tanti spettacoli, video e libri che affrontano, con ironia e intelligenza, tematiche sociali e femministe. Inevitabile quindi che si incontrassero per dare vita a un lavoro comico e dissacrante su quanto la discriminazione di genere passi spesso dal linguaggio: dal mansplaining all'uso indiscriminato del nome proprio per le donne, passando per la celebrazione della figura “mamma e moglie di”, con la regia sapiente di Marta Dalla Via (8 luglio).

E ancora: all’archetipo della profetessa saranno dedicati “Of the nightingale I envy the fate”, performance-grido della compagnia tre volte Premio Ubu Motus, dove la battaglia di Cassandra nei momenti che precedono la sua ingiusta uccisione è rievocata dal corpo e dalla voce della danzatrice Stefania Tansini (30 giugno), e “Cuma” del giovane centro di ricerca Michele Ifigenia/Tyche, solo coreografico intorno alla Sibilla Cumana i cui vaticini sono accompagnati dalla possessione del dio, aprendo uno squarcio sulla dimensione irrazionale dell’essere umano (8 luglio); mentre l’attrice Giovanna Daddi sarà “Ecuba, la cagna nera”, madre di diciannove dei cinquanta figli di Priamo, costretta ad assistere alla morte dei suoi cari durante la presa di Troia, nella rielaborazione de “Le Troiane” di Euripide prodotta dal Teatro di Buti per la regia di Dario Marconcini (5 luglio). Donne pericolose, sfuggenti, misteriose, potenti, minacciose: Circe, protagonista del nuovo lavoro dell’attrice e regista Ilaria Drago che debutterà in prima italiana al festival, prodotto da Fondazione Armunia (30 giugno e 2 luglio); “Lilith”, demone della tempesta e simbolo del femminile, che dà il titolo all’omonimo spettacolo di Rita Frongia interpretato da Angela Antonini (6 luglio); Elena di Troia, donna “irregolare”, contraddittoria, moderna e sorprendente che suscita al tempo stesso amore, attrazione, odio, condanna e comprensione, protagonista di “Vacuum”, di e con la performer Ilenia Romano, in anteprima a Inequilibrio 2023 (1 luglio).

Il cambiamento climatico, la speranza (forse) per il futuro e l’essenza dell’intrattenimento: saranno questi, domenica 2 luglio, di Inequilibrio Festival. Alle 19.30 presso il Teatro Solvay di Rosignano Solvay (via Ernesto Solvay 20) in scena “Entertainment”, lavoro firmato E Production/Menoventi con la regia di Gianni Farina da testo di Ivan Vyrypaev. Gli interpreti Tamara Balducci e Francesco Pennacchia sono una donna e un uomo in teatro per assistere a uno spettacolo. Spettatori attenti e curiosi, condividono e commentano le loro intuizioni sulle regole della finzione teatrale e sul rapporto che intercorre tra i fantasmi che popolano il palcoscenico, senza riuscire a individuare un netto confine tra l’attore e il personaggio. A seguire alle 22.00 presso l’Arena del Castello Pasquini di Castiglioncello (piazza della Vittoria 1) “Tell Tale”, una produzione Teatro Patalò di e con Isadora Angelini e Luca Serrani. Uno scienziato cerca di mettere insieme un discorso alla vigilia di una conferenza pensata per dare speranza alle nuove generazioni, sul tema del climate change, ma più pensa a cosa dire e più le parole gli vengono a mancare. La sua assistente e compagna di scena lo invita a giocare con la scatola magica e le prodigiose parole del teatro per aiutarlo ad attraversare la notte, che si rivela ricca di sorprese.

E poi: per le iniziative collaterali dalle 19.00 alle 21.00 presso lo spazio Pozzo nel Parco del Castello Pasquini sarà possibile partecipare a un laboratorio di creazione con l’argilla dal titolo “Le mani delle dee - modellare il mondo”, attività in collaborazione con il patto per la cura e la valorizzazione del Parco dei Poggetti a cura di Simona Rovini di Associazione Il Giardino di terracotta.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Inequilibrio Festival

Castiglioncello e Rosignano Marittimo (LI)

Apertura: 28/06/2023

Conclusione: 09/07/2023

Curatore: Fondazione Armunia

Indirizzo: Rosignano Marittimo (LI)

Info e prenotazioni

armunia@armunia.eu

uffici 0586.754202 – 759021

mobile 348.7297097 – 342.5649383

Sito web per approfondire: http://www.teatroflorida.it/

Facebook: teatrocantiere.florida