Folly. Ce qui reste

  • Quando:   30/11/2023 - 22/12/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a RomaRoma


Folly. Ce qui reste

Giovedì 30 Novembre 2023, la Galleria 291 Est di Roma, presenta la personale di Folly, "Ce qui reste" a cura di Vania Caruso.

"Ce qui reste" è un progetto espositivo composto da una serie di opere calcografiche realizzate con la photogravure, tecnica attraverso la quale Folly traspone immagini e parole annotate nei suoi quaderni.

"Un Haiku dice: "In ogni benvenuto c'è sempre un addio". Ma è vero anche il contrario: in ogni addio c'è nascosto un benvenuto. Di sicuro, a uno spazio aperto, a un vuoto più ampio. La morte di qualcuno riscrive tutte le relazioni con quelli che restano. Che cosa resta?"
Chandra Livia Candiani, "Il silenzio è cosa viva"

"Mi sembra tutto intrecciato, tutto difficile."
"Certo, tutto intrecciato e tutto difficile. Ma bello, no?"
"Dipende."
"Bè possono anche essere cose dolorose, ma sono sempre cose belle. Alla fine, sono tutte cose belle quelle che si intrecciano qui." Fece un segno indicando il petto di Arianna.
Matteo Nucci, "Sono difficili le cose belle"

Questo lavoro offre una ricerca interiore, fatta di "frammenti, momenti sospesi in cui il silenzio, la natura ed i suoi simboli permettono di entrare in contatto con la bellezza, di accogliere il sentire, farsi attraversare e attraversare; la narrazione di un percorso intimo volto a fare spazio e coltivare ciò che ci è stato lasciato con amore." (N.d.A.)... leggi il resto dell'articolo»

Per "Ce qui reste" la scelta della photogravure risponde al bisogno di elaborazione. La complessità di questa tecnica, in cui la luce e il tempo diventano parte essenziale del processo di trasmutazione dell'immagine, restituisce la sensazione dell'"opacità" della memoria, attraverso un procedimento in cui si ha la libertà di agire sulla materia, accettando e provocando imperfezioni e fragilità. Nello specifico la tecnica utilizzata nel progetto è la photopolymer gravure, pratica no-toxic che utilizza una sottile pellicola fotosensibile, attraverso la quale l'immagine viene generata da un dialogo dinamico con un materiale duttile, sensibile alla manipolazione e le cui reazioni fisiche spesso diventano soluzioni estetiche e funzionali alla finalità espressiva.
Scegliendo di incidere una pellicola invece di intagliare una lastra, come nella photogravure tradizionale, Folly afferma la volontà di evidenziare la contrapposizione tra permanenza e temporaneità, creando quella rappresentazione complessa della memoria che si costruisce su attimi "fragili", fragilità insita nella materia stessa con cui viene prodotta la matrice di stampa.

Il percorso espositivo ha origine dalla frammentazione di un appunto scritto che genera il concatenarsi di sei gruppi di stampe calcografiche. In ognuno, nell'opera di apertura, porzioni di testo dialogano con una immagine disgregata, testimonianza dell'inesorabile della corrosione del tempo che lascia spazio al vuoto, generando un luogo per la creazione e la rigenerazione. L'intervento di monotipia a foglia d'oro riporta invece "all'alchimia della rigenerazione, alla magia di attimi che si dilatano per diventare presenza, manifestazione di consapevolezza, di attimi di luce." (N.d.A.)

La narrazione approda infine in una serie di altre photogravures: bagliori disordinati, particelle di ricordi, di "tenerezza sospesa" in cui la natura e gli animali sembrano evocare semplicemente la forza della vita.

"Ce qui reste" è un progetto sviluppato e prodotto in collaborazione con la Galleria 291 INC., ovvero l'associato laboratorio di calcografia sostenibile della Galleria 291 Est.

Nota Biografica
Nata a Roma da madre franco-cinese e padre italiano, Folly si laurea in Grafica D'Arte all'Accademia delle Belle Arti dopo aver lavorato per diversi anni nel mondo della fotografia.
La sua ricerca, che spesso si avvale della combinazione di fotografia e stampa d'arte, è indissolubilmente legata all'osservazione della natura e all'idea di risonanza.
I suoi lavori, caratterizzati dall'importanza data alla luce e al silenzio, sono una riflessione su questioni connesse alla memoria, l'appartenenza e la condizione umana condivisa.
Influenzata dalla filosofia taoista, il suo lavoro si avvale dei simboli come veicolo di ispirazione ed esplora i concetti di tempo, impermanenza, relazione tra gli opposti.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Folly. Ce qui reste

Roma - Galleria 291 Est

Apertura: 30/11/2023

Conclusione: 22/12/2023

Organizzazione: Galleria 291 Est/Inc

Curatore: Vania Caruso

Indirizzo: viale dello Scalo san Lorenzo 45/43 - 00185 Roma

Inaugurazione: 30 Novembre ore 18:30

Orario: da martedì a venerdì 11.30-19.30 |  sabato 15.30-19.30 | domenica e lunedì chiuso

Per info: tel. +39 06 4436 0056 | info@galleria291est.com



Altre mostre a Roma e provincia

Arte contemporaneaSculturamostre Roma

Roberta Morzetti. 6_24

Da giovedì 13 giugno 2024, la Basile Contemporary di Roma – diretta da Rosa Basile – ospiterà la mostra personale "6_24" della nota scultrice Roberta Morzetti. leggi»

13/06/2024 - 30/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Beatrice Pediconi...senza turbare una stella

"...senza turbare una stella", le raffinate e delicate composizioni di Beatrice Pediconi sono in mostra a Roma dal 20 settembre al 10 novembre 2024. leggi»

20/09/2024 - 10/11/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Alessia Babrow. Love My Mother per il Progetto #EX_TRA

Il 18 luglio 2024 Alessia Babrow presenta due ulteriori opere in cantieri del Gruppo Pouchain per il Progetto #EX_TRA: Universal Heartbeat e Love is Stronger Than Hate. leggi»

18/07/2024 - 30/09/2024

Lazio

Roma

Sculturamostre Roma

Botero a Roma

Per la prima volta a Roma le sculture di Botero, dal 10 luglio al 1°ottobre 2024 in alcune delle piazze più belle di Roma. leggi»

10/07/2024 - 01/10/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Isabella Ducrot. Tessere è umano

Dal 1 agosto 2024 al 16 febbraio 2025 il Museo delle Civiltà presenta "Tessere è umano" di Isabella Ducrot...e le collezioni tessili del Museo delle Civiltà". leggi»

01/08/2024 - 16/02/2025

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Mapping Ego. Un viaggio nell'Identità

Rossocinabro è lieta di presentare la mostra Mapping Ego, un'indagine coinvolgente del panorama artistico attuale attraverso le opere di artisti internazionali. leggi»

22/07/2024 - 30/08/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Roma

The Body Language 2024

Il Gruppo ITSLIQUID è lieto di annunciare l'apertura di THE BODY LANGUAGE 2024, mostra internazionale di fotografia, pittura, video arte, installazioni/sculture e performance art. leggi»

12/07/2024 - 25/07/2024

Lazio

Roma

Fotografiamostre Roma

Mario Testino. A Beautiful World

Fino al 25 agosto 2024 Palazzo Bonaparte di Roma ospita "A Beautiful World", il nuovo progetto ideato da Mario Testino, uno dei più celebri fotografi contemporanei a livello internazionale. leggi»

25/05/2024 - 25/08/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Tal R. Boy Looking at the Sun

Tim Van Laere Gallery Rome presenta "Boy Looking at the Sun", personale di Tal R che espone una nuova serie di dipinti e sculture, dal 21 settembre all'11 novembre 2024 a Roma. leggi»

21/09/2024 - 09/11/2024

Lazio

Roma