Giovanni Anselmo. Oltre l'orizzonte

  • Quando:   20/06/2024 - 06/10/2024

Arte contemporaneaMostre a RomaArte PoveraMAXXIGiovanni AnselmoRoma


Giovanni Anselmo. Oltre l'orizzonte
Giovanni Anselmo
Senza titolo, 1988-1990
Pietra, tela, cavo d’acciaio e nodo scorsoio - Stone, canvas, stee cable and slipknot
Collezione dell’artista Collection of the Artist / Archivio Giovanni Anselmo ETS & Bernier/Eliades Gallery, Atene Athens
foto © Giorgio Benni
Courtesy Fondazione MAXXI

La cooperazione con altri musei e istituzioni culturali in Italia e nel mondo è uno dei punti cardine del MAXXI: Giovanni Anselmo. Oltre l'orizzonte, che ha aperto al pubblico il 20 giugno, è il frutto della prestigiosa collaborazione con il Guggenheim Museum Bilbao.

La mostra, a cura di Gloria Moure, è un focus completo sulla ricerca di Anselmo (Borgofranco d'Ivrea, 1934 – Torino, 2023), nonché l'ultima da lui progettata prima della sua scomparsa lo scorso dicembre e, per questo motivo, costituisce una parte importante della sua eredità artistica. Un viaggio nella carriera di Giovanni Anselmo dagli anni Sessanta a oggi per raccontare l'approccio creativo di un artista che ha indagato attivamente e con grande sensibilità le energie, le forze e le dinamiche che governano l'universo.

Dal Guggenheim di Bilbao, GIOVANNI ANSELMO. Oltre l'orizzonte approda dunque a Roma, nel museo progettato da Zaha Hadid, completamente ripensata per la Galleria 5, la più scenografica delle gallerie del MAXXI e luogo idoneo per sprigionare appieno la potente relazione tra l'opera di Anselmo e lo spazio architettonico in cui è esposta.
Tra il visibile e l'invisibile, le opere in mostra restituiscono al pubblico il ritratto di un artista legato al gruppo dei Poveristi, ma che al contempo ha saputo smarcarsi da qualsiasi etichetta creando il proprio alfabeto artistico, che nella fisicità, nei concetti di spazio e di tempo nonché nell'ampia gamma di mezzi ed elementi adoperati ha trovato la sua caratterizzazione.

Afferma Gloria Moure, curatrice della mostra: «Con Anselmo ci rendiamo conto che la condizione umana è, per così dire, la condizione artistica, perché gli individui non hanno altra scelta che ridefinire continuamente il proprio ambiente, relativizzando e mettendo in discussione le convenzioni precedentemente stabilite».

Il percorso espositivo

Ancor prima di entrare in mostra, al visitatore attento non sfuggiranno alcune inattese incursioni dell'opera "Particolare" (1972 - 2024), una proiezione luminosa a parete che, come in un percorso sconosciuto, appare a sorpresa in luoghi di passaggio del Museo, tracciando così l'itinerario che porta all'ingresso della galleria 5. Le immagini di "Identifications: Giovanni Anselmo" (1970) e "Etcétera" (1995) - una delle rare interviste concesse dall'artista alla Televisión gallega - segnano l'ultimo tratto del corridoio sospeso da cui si accede alla mostra. Ad accompagnare il visitatore per tutta l'esperienza saranno la voce e le parole di Anselmo scelte per il catalogo, oltre che per alcuni interventi a parete.... leggi il resto dell'articolo»

Ad accogliere il visitatore prima di varcare la soglia, il documento di un'esperienza "La mia ombra verso l'infinito dalla cima dello Stromboli durante l'alba del 16 agosto 1965" (1965), raccontata dallo stesso Anselmo come un mero souvenir, una cartolina, la fotografia di un momento che è divenuto opera nell'istante in cui è accaduto e che ha segnato un'imprescindibile tappa della sua carriera artistica.
L'ingresso, che sembra sottolineato sulla parete destra dai sedici disegni che compongono "Particolare di infinito" (1969 - 79), è in un grande spazio aperto, "abitato" da alcuni dei lavori più celebri di Anselmo: "Direzione" (1967), "Entrare nell'opera" (1971) prestito del MART di Rovereto, "Trecento milioni di anni" (1969), "Per un'incisione di indefinite migliaia di anni" (1969), "Il panorama con mano che lo indica" (1982 - 84), "Lato destro" (1970), "Tutto" (1973 - 2024), "Senza titolo (Struttura che mangia)" (1968) e la sua ultima opera realizzata nel 2023, "Mentre verso oltremare il colore solleva la pietra".

Proseguendo verso la vetrata, racchiusi tra "Direzione (Est)" e "Direzione (Nord)" del 1967 - 1978, un gruppo di lavori degli anni Sessanta, di cui fa parte "Torsione" (1968), prestito della GAM di Torino, e l'opera "Dissolvenza" (1970).
Concludono il percorso "Senza titolo (Struttura che beve)" del 1968 e alla sinistra della vetrata tre grandi elementi di lastre in pietra dell'opera "Senza titolo", del 1988 - 1990.

Oltre ai prestiti di importanti musei, le trenta opere in mostra provengono in gran parte dalla collezione dell'artista e da importanti collezioni private di tutta Europa.

Ad accompagnare la mostra un ciclo di dialoghi interdisciplinari con scienziati, psicologici, antropologi e sociologi su alcune parole chiave connaturate nella ricerca di Anselmo: Gravità, intesa come forza fisica e anche come principio che unisce il materiale e l'immateriale, il visibile e l'invisibile; Magnetismo, fenomeno attraverso il quale l'artista lavora sul concetto di orientamento, tensione e infinito; Crisi, letta come un momento di potenziale trasformazione che contiene in sé l'energia del cambiamento. A settembre in videogallery è in programma la proiezione del docufilm "Arte Povera - Appunti per la storia" (2023), una produzione Sky Arte con la regia Andrea Bettinetti. Il documentario è uno dei racconti più aggiornati dedicati al movimento più sovversivo dell'arte italiana che ne ripercorre la genesi attraverso le parole e i ricordi dei suoi maggiori protagonisti.
L'Ufficio Educazione accompagnerà i visitatori nel percorso espositivo attraverso visite guidate in italiano e in inglese. Sarà possibile ascoltare le parole di Anselmo attraverso il nuovo sistema multimediale di audioguide Nubart (info e prenotazioni edumaxxi@fondazionemaxxi.it).

Il catalogo, edito da Poligrafa editore 2024 e pubblicato in occasione della mostra, traccia il percorso di Giovanni Anselmo dagli anni Sessanta agli ultimi lavori con un ampio racconto che attraversa tutta la carriera dell'artista e riunisce immagini storiche, saggi, una biografia critica e una bibliografia selezionata.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Giovanni Anselmo. Oltre l'orizzonte

Roma - MAXXI - Museo Nazionale delle arti del XXI Secolo

Apertura: 20/06/2024

Conclusione: 06/10/2024

Organizzazione: Guggenheim Museum Bilbao con MAXXI

Curatore: Gloria Moure

Indirizzo: Via Guido Reni, 4a - 00196 Roma

Sito web per approfondire: https://www.maxxi.art/

Facebook: https://www.facebook.com/museomaxxi



Altre mostre a Roma e provincia

Sculturamostre Roma

Botero a Roma

Per la prima volta a Roma le sculture di Botero, dal 10 luglio al 1°ottobre 2024 in alcune delle piazze più belle di Roma. leggi»

10/07/2024 - 01/10/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Isabella Ducrot. Tessere è umano

Dal 1 agosto 2024 al 16 febbraio 2025 il Museo delle Civiltà presenta "Tessere è umano" di Isabella Ducrot...e le collezioni tessili del Museo delle Civiltà". leggi»

01/08/2024 - 16/02/2025

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Alessia Babrow. Universal Heartbeat e Love is Stronger Than Hate

Il 18 luglio 2024 Alessia Babrow presenta due ulteriori opere in cantieri del Gruppo Pouchain per il Progetto #EX_TRA: Universal Heartbeat e Love is Stronger Than Hate. leggi»

18/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Mapping Ego. Un viaggio nell'Identità

Rossocinabro è lieta di presentare la mostra Mapping Ego, un'indagine coinvolgente del panorama artistico attuale attraverso le opere di artisti internazionali. leggi»

22/07/2024 - 30/08/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Roma

The Body Language 2024

Il Gruppo ITSLIQUID è lieto di annunciare l'apertura di THE BODY LANGUAGE 2024, mostra internazionale di fotografia, pittura, video arte, installazioni/sculture e performance art. leggi»

12/07/2024 - 25/07/2024

Lazio

Roma

Fotografiamostre Roma

Mario Testino. A Beautiful World

Fino al 25 agosto 2024 Palazzo Bonaparte di Roma ospita "A Beautiful World", il nuovo progetto ideato da Mario Testino, uno dei più celebri fotografi contemporanei a livello internazionale. leggi»

25/05/2024 - 25/08/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Tal R. Boy Looking at the Sun

Tim Van Laere Gallery Rome presenta "Boy Looking at the Sun", personale di Tal R che espone una nuova serie di dipinti e sculture, dal 21 settembre all'11 novembre 2024 a Roma. leggi»

21/09/2024 - 09/11/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Botero

Dal 17 settembre 2024 al 19 gennaio 2025 Palazzo Bonaparte a Roma accoglie una retrospettiva dedicata all'amatissimo artista colombiano Fernando Botero, recentemente scomparso. leggi»

17/09/2024 - 19/01/2025

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Davide Cocozza. Like a Zoo

Galleria Pavart a partire dal 3 luglio presenta la mostra personale "Like a Zoo" di Davide Cocozza a cura di Velia Littera. leggi»

03/07/2024 - 16/07/2024

Lazio

Roma