Guercino e i suoi allievi. Dalle teste di carattere ai ritratti

  • Quando:   07/10/2023 - 26/11/2023
  • evento concluso

Pittura del '600Eventi diffusiMostre a Bologna


Guercino e i suoi allievi. Dalle teste di carattere ai ritratti
Guercino e i suoi allievi. Dalle ‘teste di carattere’ ai ritratti, Veduta di allestimento, Collezioni Comunali d'Arte, Bologna, 2023, Foto Giorgio Bianchi – Comune di Bologna

Dall'8 ottobre al 26 novembre 2023 i Musei Civici d'Arte Antica del Settore Musei Civici Bologna presentano la mostra Guercino e i suoi allievi. Dalle 'teste di carattere' ai ritratti intesa ad approfondire aspetti della produzione di Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino (Cento, 1591 – Bologna, 1666) e della ricca scuola di artisti che si formarono presso di lui e la sua bottega.

Promossa dai Musei Civici d'Arte Antica del Settore Musei Civici Bologna, grazie ai prestatori ASP Città di Bologna: La Quadreria di Palazzo Rossi Poggi Marsili e UniCredit Art Collection di Palazzo Magnani, Bologna, la mostra, a cura di Silvia Battistini, ricorda la ricorrenza di due felici occasioni di valorizzazione dell'opera del maestro della pittura barocca, universalmente riconosciuto e apprezzato come uno dei massimi esponenti del Seicento bolognese: la riapertura al pubblico della Civica Pinacoteca "Il Guercino" di Cento prevista nel novembre 2023 in seguito alla chiusura causata dal terremoto del 2012, e l'apertura della mostra Guercino nello studio dal 28 ottobre 2023 alla Pinacoteca Nazionale di Bologna, a cura di Barbara Ghelfi e Raffaella Morselli in collaborazione con lo staff del museo.

L'esposizione, curata di Silvia Battistini, rappresenta l'evento inaugurale del progetto diffuso parte del nuovo progetto diffuso Itinerari Guerciniani che celebra il grande maestro della pittura barocca Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino (Cento,1591 - Bologna, 1666). Nasce dalla volontà del Comune di Bologna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Cento, Regione Emilia-Romagna e altri importanti partner.

Il progetto diffuso Itinerari Guerciniani comprende una con una serie di iniziative, attività e itinerari per scoprire le opere di Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino conservate nei numerosi luoghi sul territorio emiliano-romagnolo, dove la sua arte ancora oggi vive e splende ai vertici della pittura barocca del Seicento europeo, in una prospettiva di creazione del sistema museale cittadino e metropolitano e di rafforzamento delle collaborazioni culturali nel contesto del sistema museale regionale dell'Emilia-Romagna.

L'evento di apertura di una ricca programmazione che si propone di valorizzare il patrimonio artistico permanente del genio nato a Cento, è la mostra Guercino e i suoi allievi. Dalle 'teste di carattere' ai ritratti visibile alle Collezioni Comunali d'Arte del Settore Musei Civici Bologna dall'8 ottobre 2023.... leggi il resto dell'articolo»

Espressione di un tavolo congiunto dedicato a Guercino che coinvolge numerose amministrazioni, istituzioni culturali e organizzazioni pubbliche e private - coordinato da Eva Degl'Innocenti, direttrice del Settore Musei Civici Bologna - la rete è stata istituita con l'obiettivo di avviare un percorso di valorizzazione territoriale del genio di origine centese come simbolo di un territorio custode di un patrimonio artistico di eccezionale rilevanza, destinato a permanere nel tempo.

Il progetto mira a rafforzare le collaborazioni culturali, contribuendo alla creazione del sistema museale cittadino e metropolitano di Bologna nell'ambito di un più ampio sistema museale della Regione Emilia-Romagna, coinvolgendo le numerose realtà territoriali che ospitano opere di Guercino, con l'obiettivo di creare degli itinerari che restino a disposizione sia delle comunità locali, sia degli altri visitatori, in modo permanente.

L'iniziativa è promossa in accompagnamento a due importanti occasioni per la divulgazione e la diffusione della conoscenza dell'artista: la riapertura al pubblico nel novembre 2023 della Civica Pinacoteca di Cento "Il Guercino", con il riallestimento delle opere dell'artista in essa conservate, dopo la grave ferita dell'inagibilità causata dagli eventi sismici del 2012, e la mostra Guercino nello studio che si apre alla Pinacoteca Nazionale di Bologna dal 28 ottobre 2023, a cura di Barbara Ghelfi e Raffaella Morselli in collaborazione con lo staff del museo.

Il progetto espositivo ospitato alle Collezioni Comunali d'Arte si articola in tre sezioni che prendono in esame la produzione delle 'teste di carattere' e dei ritratti, oltre ad uno sguardo sulla fama del Guercino.

Lo spunto viene offerto da alcune opere della collezioni, e in particolare da una replica seicentesca di un quadro del Guercino raffigurante San Giovanni Battista in carcere tentato da Salomè, iconografia rara, ma di cui Guercino realizzò sei versioni molto simili.  Era infatti comune tra gli artisti del passato partire dallo studio dal vero di un modello, studiarne pose, movenze ed espressioni, fino a creare un volto tipologico, tipizzazione del viso, da utilizzare in differenti generi di composizioni, religiose o profane: la cosiddetta 'testa di carattere'.

Da qui nasce lo spunto per mettere a confronto opere di Guercino eseguite in epoche diverse della sua carriera, nelle quali i soggetti hanno fisionomie così fortemente connotate da presentarsi come 'teste di carattere'. 

Il successo raggiunto già all'inizio della carriera condizionò l'organizzazione dell'attività della sua bottega e ben presto si rese necessaria la presenza di artisti ben formati e in grado di assorbire una parte del lavoro del maestro. In questo contesto si formarono artisti che poi si affermarono con una produzione autonoma, come Guido Cagnacci, Matteo Loves, Benedetto Zalone presenti in mostra con alcune opere. 

Il Guercino fu un artista molto cercato dai collezionisti anche grazie alle sue numerose evoluzioni stilistiche. Si ricorreva sovente alle copie realizzate all'interno della bottega, fedeli all'originale sia nel soggetto che nelle dimensioni. In altri casi, pittori di minor fama dipingevano copie, di solito partendo da incisioni a stampa, oggetti che contribuivano in modo significativo ad assicurare la notorietà di un dipinto e del suo autore. 

A testimonianza di un rinnovato interesse per la tradizione artistica bolognese ed emiliana, e per la figura del Guercino in particolare, altre importanti sedi museali nazionali organizzeranno esposizioni e percorsi sul grande maestro della pittura barocca tra il 2023 e il 2024.

Attraverso il coinvolgimento delle numerose realtà territoriali che conservano opere di Guercino, della sua bottega e di artisti che furono influenzati dalle sue opere, saranno proposti public program, percorsi di visita, laboratori ed esperienze culturali rivolte a diverse tipologie di pubblici, dai cittadini delle comunità locali al pubblico di prossimità ai turisti, che resteranno a disposizione in via permanente.

A supporto delle risorse e competenze messe a disposizione da ognuna delle realtà istituzionali coinvolte nel progetto di sinergia culturale, le iniziative di promozione turistica del territorio saranno sostenute da una co-progettazione tra Bologna Welcome, Tavolo turistico territoriale della Pianura Bolognese, Territorio Turistico Bologna-Modena e Azienda di Promozione Turistica della Regione Emilia-Romagna. Con l'obiettivo di incentivare l'incoming delle presenze turistiche, collaboreranno inoltre le imprese ricettive associate a Federalberghi Bologna - Associazione Albergatori Città metropolitana Bologna di Confcommercio Ascom Bologna - con il coordinamento di Giancarlo Morisi, proprietario e direttore di Boutique Hotel Il Guercino - attraverso attività mirate di comunicazione e marketing verso la propria clientela.

Dopo la positiva esperienza realizzata nel 2021 per la promozione della Bologna rinascimentale come una delle principali capitali artistiche italiane durante il Quattro e il Cinquecento, Bologna Welcome curerà la realizzazione di un minisito web e un pieghevole dedicati ai principali luoghi guerciniani. Entrambi i supporti saranno disponibili da fine ottobre, in lingua italiana e inglese.
Sempre da fine ottobre 2023, il Territorio Turistico Bologna-Modena proporrà, in collaborazione con Bologna Welcome, una serie di tour guidati alla scoperta di alcuni dei più importanti luoghi guerciniani, da Cento a Pieve di Cento, da San Giovanni in Persiceto a Bologna, con la possibilità di approfondire la figura e il percorso del grande artista sul territorio.

Una brochure contenente la riproduzione di tutte le opere in mostra è disponibile in libera distribuzione al pubblico.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Guercino e i suoi allievi. Dalle teste di carattere ai ritratti

Bologna - Collezioni Comunali d'Arte

Apertura: 07/10/2023

Conclusione: 26/11/2023

Organizzazione: Comune di Bologna Città metropolitana di Bologna Comune di Cento Regione Emilia-Romagna Pinacoteca Nazionale di Bologna

Curatore: Silvia Battistini

Indirizzo: Piazza Maggiore, 6 - 40121 Bologna

Inaugurazione: sabato 7 ottobre 2023 ore 11.00 presso la Cappella Farnese e la Sala Urbana di Palazzo d'Accursio.

Sito web per approfondire: http://www.museibologna.it/