I Solisti Veneti. I concerti della domenica

  • Quando:   29/10/2023 - 10/12/2023
  • evento concluso

MusicaEventi e spettacoli a Padova


I Solisti Veneti. I concerti della domenica

L'apertura della rassegna "I Concerti della Domenica" firmata dall'Orchestra de I Solisti Veneti vede come protagonisti Rossini e... i suoi peccati. L'appuntamento del 29 ottobre alle ore 11 all'Auditorium Pollini è affidato a Sandro Cappelletto, noto musicologo e giornalista RAI che, per il terzo anno consecutivo, dopo i successi ottenuti con "The Young Beethoven" e "Fortissimo nel mio cuore - Schubert, l'ultimo anno", presenterà il prossimo capitolo della sua serie di spettacoli sui "Grandi Compositori".

Lo farà in compagnia del suo inseparabile collaboratore, il pianista Marco Scolastra, assieme a una delle voci italiane più apprezzate al mondo: il soprano Cinzia Forte. Il trio sarà impegnato in una pièce sui "Peccati di vecchiaia" di Rossini.

I Peccati di Rossini dedicato ai "Péchés de vieillesse" di Gioachino Rossini | Cinzia Forte | soprano Sandro Cappelletto, voce narrante | Marco Scolastra pianoforte | testo e drammaturgia di Sandro Cappelletto | musiche di Gioachino Rossini

Presentazione dei "I concerti della domenica".

"I concerti della domenica", 58esima edizione delle matinée musicali, firmate I Solisti Veneti. Tutte le domeniche mattina al Pollini dal 29 ottobre al 10 dicembre, sempre alle ore 11.00.  Da 58 anni appuntamento fisso all'interno dell'offerta culturale di Padova, "I Concerti della domenica" sono la rassegna dedicata a tutti quelli che vogliono avvicinarsi alla musica classica in modalità user friendly.... leggi il resto dell'articolo»

Non solo musica per appassionati, quindi. Al bando frac e papillon per abbattere il muro tra pubblico e orchestra. I Solisti Veneti, diretti da Giuliano Carella, si propongono al pubblico con uno stile smart, decisamente conviviale e familiare.
Una serie di eventi pensati per la cittadinanza, dai giovanissimi agli anziani, che la domenica mattina si potranno godere concerti di grande musica, ma all'insegna del comfort listening.
Sette appuntamenti inanellano le domeniche dal 29 ottobre al 10 dicembre, sei dei quali alle ore 11 all'Auditorium Pollini di Via Cassan, a Padova.
L'ossatura principale dell'edizione 2023 (la 58esima del ciclo!) è costituita dai quattro concerti dedicati a Vivaldi e a Bach.
Del primo verranno eseguiti i magnifici dodici concerti della sua più famosa Opera strumentale: "Il Cimento dell'Armonia e dell'Invenzione", contenente "Le Quattro Stagioni" (5 e 19 novembre), tanto amate dal pubblico e, data la loro musica descrittiva legata alla forza e alla bellezza della natura, ideali per un primo approccio alla musica "colta" da parte di giovani e adulti neofiti. Del secondo verranno presentate, con la partecipazione del flautista Massimo Mercelli, del violoncellista Giuseppe Barutti e del clavicembalista Roberto Loreggian, le Suites orchestrali n. 1 e 2, il virtuosistico Concerto in re minore per clavicembalo e archi e le intime Suites per violoncello solo n. 1 e 2 (12 novembre e 10 dicembre). Capolavori di immensa grandezza che hanno segnato il corso della storia della musica, ma, nonostante ciò, anche di facile ascolto data la loro struttura suddivisa in danze, molte delle quali utilizzate tutt'oggi come accompagnamento per film, sigle televisive, spot e perfino come suonerie di cellulari.
Durante il concerto del 12 novembre verrà omaggiato, nel centenario della nascita, anche il Maestro Wolfango Dalla Vecchia, romano di nascita ma padovano di adozione, compositore e organista di fama internazionale, oltre che direttore e docente del Conservatorio Pollini.
L'apertura della rassegna (29 ottobre) sarà affidata a Sandro Cappelletto che, per il terzo anno consecutivo e dopo i successi ottenuti con "The Young Beethoven" e "Fortissimo nel mio cuore - Schubert, l'ultimo anno", presenterà il prossimo capitolo della sua serie di spettacoli sui Grandi compositori. Assieme al suo inseparabile collaboratore, il pianista Marco Scolastra, e a una delle voci italiane più apprezzate al mondo, il soprano Cinzia Forte, il noto musicologo e giornalista RAI, sarà impegnato in una pièce sui "Peccati di vecchiaia" di Rossini.
Di sicuro impatto virtuosistico ed espressivo sarà il concerto di Lorenzo Guzzoni, solista di fama internazionale e Primo clarinetto de I Solisti Veneti dal 1994, che, assieme al pianista Stefano Guarino, eseguirà pagine di Weber, Saint-Saëns e Poulenc (26 novembre).
Si apriranno invece il 3 dicembre, con un grande evento coprodotto dai Solisti Veneti e il Teatro La Fenice di Venezia e con il contributo della Fondazione Cariparo, le celebrazioni per il centenario della morte di Giacomo Puccini.
L'Orchestra, diretta da Giuliano Carella e con la partecipazione del tenore Leonardo Caimi, del baritono Serban Vasile e del Coro del Teatro La Fenice di Venezia, eseguirà la magnificente Messa a quattro voci - conosciuta anche come Messa di Gloria - per soli, coro e orchestra, nella storica Chiesa di Santa Sofia, a Padova alle ore 21 (evento fuori abbonamento e ad ingresso gratuito).
Nonostante i vari concerti tenuti dall'Orchestra sul palco della Fenice, prima e dopo la ricostruzione, e le numerose opere dirette nello storico teatro veneziano dal Maestro Scimone, è per la prima volta che i due Enti si uniscono per una produzione di così tale importanza e alto valore artistico.
Molte le iniziative ideate dai Solisti per agevolare il pubblico domenicale, sempre ispirati dal "credo" che distingue questa rassegna da ben 58 anni: "la grande musica per tutti".

Sui "Peccati di vecchiaia" di Rossini.

"Ma quale silenzio! Gioachino Rossini non ha mai smesso di scrivere musica – spiega Sandro Cappelletto - Ne ha composta un fiume, un mare anche dopo quella che lui stesso chiama «la filosofica determinazione di abbandonare la mia carriera francese». Con il Guglielmo Tell, l'ultima sua opera che debutta a Parigi nel 1829, finisce un Rossini e ne nasce uno nuovo e diverso, che conosciamo troppo poco".
Per altri 40 anni, fino al 1868, anno della morte, il musicista la cui fama, secondo le parole di Stendhal, era eguagliata soltanto da quella di Napoleone Bonaparte, percorre un sentiero di sfacciata libertà. Niente più impresari e contratti da onorare, cantanti da sopportare, pubblici da soddisfare, scadenze da rispettare, mani da stringere, sorrisi da elargire. Ricco come nessun musicista prima di lui è stato, ma malato, sempre più gravemente e dolorosamente «di languore e idrofobia» fino ad una esplicita depressione, comincia a giocare con il mondo, a irriderlo, a detestarlo. Non più preoccupato del presente, guarda al passato e al futuro. È, simultaneamente, postumo e anticipatore. Nascono in questo contesto i quattordici (!) volumi di quelli che lui stesso battezza Péchés de vieillesse. Per la maggior parte saranno pubblicati dopo la sua scomparsa, segno evidente di un raggiunto supremo disinteresse verso l'approvazione o meno dei contemporanei. Questi Peccati di vecchiaia sono una gerla colma di doni: il melodista sublime si unisce allo sperimentatore di nuove soluzioni armoniche, mentre spesso prende il sopravvento un gusto che si può definire soltanto surrealista. Scettico fino al cinismo e irriverente, il Rossini dei Peccati rimane devoto unicamente alla propria arte, la musica. Che non tradisce mai. Il concerto, intende rendere omaggio a questa sua non abbastanza riconosciuta grandezza.

Cinzia Forte
Soprano lirico di agilità, è lodata dalla critica internazionale per l'eleganza non comune del fraseggio e la notevole presenza scenica. Apprezzata interprete belcantista, recentemente ha aggiunto nuovi ruoli al suo repertorio interpretando con successo Violetta ne "La Traviata", la Contessa d'Almaviva ne Le nozze di Figaro, Desdemona in Otello. Ha cantato nei principali teatri italiani e del mondo. Ha collaborato con direttori d'orchestra e registi di fama internazionale, tra cui Claudio Abbado, Bruno Campanella, Luca Ronconi, Emilio Sagi, Jerome Savary, Graham Vick e Franco Zeffirelli tra i tanti altri.

Sandro Cappelletto
Scrittore e storico della musica, è nato a Venezia nella seconda metà del Novecento. Laureato in Filosofia, ha studiato armonia e composizione con Robert W. Mann. Come autore ha pubblicato diversi libri. Autore di trasmissioni per Rai-Radio3 e per Rai5 (Momus e Inventare il tempo), è attivo come scrittore per il teatro e per il teatro musicale, collaborando con numerosi compositori contemporanei. Scrive per il quotidiano "La Stampa". Dirige "Studi Verdiani".

Marco Scolastra 
Pianista. Si è esibito per importanti istituzioni musicali italiane e straniere. Come solista ha suonato con: Orchestra Sinfonica "G. Verdi" di Milano, I Solisti Veneti, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra da Camera di Zurigo, Berliner Symphoniker, I Solisti di Mosca, Wiener Concert-Verein.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

I Solisti Veneti. I concerti della domenica

Padova - Auditorium Pollini

Apertura: 29/10/2023

Conclusione: 10/12/2023

Organizzazione: I Solisti Veneti

Indirizzo: via Carlo Cassan, 17 - 35121 Padova

Abbonamenti: Fino al 5 novembre è possibile acquistare gli abbonamenti nominali per assistere a tutti i concerti, in programma al Pollini, ad una tariffa ridotta del 30% (due concerti sono gratis). L'offerta degli abbonamenti è stata inoltre rimodulata inserendo l'opzione "sostenitore" e introducendo numerose e interessanti promozioni per le famiglie.

Biglietti singoli: sostenitore € 25  | Intero €15 | ridotto under 12 € 5 | studenti del Conservatorio e dell'Università tariffa speciale € 3

Come acquistare abbonamenti e biglietti: online ( https://solistiveneti.it/) | nella sede dell'Orchestra (P.le Pontecorvo 4/A, Padova) | a partire da un'ora prima dei concerti, al botteghino dell'Auditorium Pollini (Via Carlo Cassan 17, Padova) | I biglietti dei singoli concerti sono in vendita anche da Gabbia Dischi (Via Dante 8, Padova).

Info e biglietti: tel. 049666.128 | info@solistiveneti.it

Sito web per approfondire: https://solistiveneti.it/