Il Senso di Vaia ad Asiago

  • Quando:   dal  26/10/2019  al  06/01/2020

Arte contemporanea‎Scultura

Il Senso di Vaia ad Asiago

La mostra “Vaia” ha portato alla luce quanto siamo inermi di fronte alla forza incontrastabile della natura e come
siano fallimentari i nostri tentativi di dominarla. Una forza immensa che in sole due ore ha abbattuto 14 milioni di
alberi.

Il vero senso della cultura ecologica è creare connessioni ed il linguaggio dell’arte è l’unico che permette di connettersi con la natura perché più di ogni altro si avvicina a quello vegetale, usandone simbologie ed archetipi immaginali.

Sappiamo poco o niente degli straordinari esseri viventi vegetali le cui cellule da 3 miliardi e mezzo di anni abitano il 99,5% del pianeta, di come gustano le loro bocche, del loro sviluppato senso del tatto, dei loro innumerevoli, raffinatissimi nasi, del loro udito che predilige certe frequenze e di altri 15 sensi che noi non possediamo e di cui siamo completamente all’oscuro.

La tempesta Vaia ha svalutato economicamente la risorsa “albero” ma ne ha aumentato in maniera esponenziale il valore simbolico e vitale per l’intera umanità.

L’albero è spezzato e diventa metafora. La foresta, la vegetazione, la biodiversità sono il patrimonio, l’eredità, la fonte vitale sempre più da salvaguardare.

La mostra

Si tratta di una mostra itinerante che partirà ad ottobre dal Museo Le Carceri di Asiago dal titolo “Il senso di Vaia”. Le installazioni sono dell’artista scledense Paolo Ceola (www.paoloceola.com) ed è presentata in collaborazione con l’associazione NaturalArte che promuove eventi e simposi internazionali di arte naturale per sensibilizzare sulle tematiche ambientali (tra cui il sentiero SelvArt a Mezzaselva di Roana).

La mostra inizia con l’installazione degli “Alberi d’oro”. Sculture realizzate con gli alberi spezzati da Vaia. L’opera “Vaia”, un omaggio alla potenza indomabile della natura. Il racconto multimediale dell’evento, raccolte di foto-arte, sculture ed installazioni ispirate dai temi dell’ecologia sistemica tra cui biodiversità, resilienza, rete, sistemi, identità e memoria. Consulenza scientifica del prof. Raffele Cavalli del TeSAF e dei forestali Gianni Rigoni Stern e Daniele Zovi.

Il catalogo della mostra diventa parte integrante dell’installazione e sarà realizzato in tiratura limitata.
Durante tutta la durata della mostra saranno attivi laboratori esperienziali curati dall’operatrice museale dott.ssa
Lucia Spolverini.
Patrocini: Regione Veneto, Provincia di Vicenza, Comune di Asiago, Filiera solidale Pefc

LA RIVISTA NATURAL
In occasione dell’evento sarà pubblicata una rivista, a distribuzione gratuita in 6.000 copie nella provincia di Vicenza, sulle tematiche affrontate. Dalla nostra trentennale esperienza nell’editoria un magazine da collezione sulle eccellenze venete che si impegnano per divulgare i valori della sostenibilità. Una veste grafica elegante per comunicare ad arte un territorio ed il suo futuro green.

Il Comune di Asiago in collaborazione con NaturalArte presenta

Il senso di Vaia
opere di Paolo Ceola
Asiago, Museo Le Carceri
dal 27 Ottobre 2019 al 6 Gennaio 2020

Informazioni mostra e coordinamento laboratori didattici (su prenotazione)
dott.ssa Lucia Spolverini Operatrice Museale
tel. 349 7332044 - 0424 600255
museolecarceri@gmail.com
S.I.T. sportello informazioni turistiche
tel. 0424 462221
info@asiago.to
www.asiago.to
Ufficio Cultura e Turismo Comune di Asiago
tel. 0424 460003
asiagoturismo@comune.asiago.vi.it
Responsabile editoriale e relazioni
architetto Alessandra Pagano
tel. 347 1594240
alepagano@yahoo.it
Associazione NaturalArte
via XXI Maggio n.1 36010 Mezzaselva di Roana (VI)
redazione@naturalartbook.it

Organizzazione: Comune di Asiago con NaturalArte

Luogo: Museo Le Carceri di Asiago (VI)

Indirizzo: Via Benedetto Cairoli, 13 - Asiago (VI)

Facebook: apri la pagina