Ilaria Piccirillo. Toi, Toi, Toi

  • Quando:   06/07/2023 - 06/08/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a BolognaBologna


Ilaria Piccirillo. Toi, Toi, Toi

Marsaladue presenta TOI,TOI,TOI, mostra personale dell'artista Ilaria Piccirillo, allestita dal 6 Luglio al 6 Agosto 2023 con inaugurazione Giovedi 6 Luglio alle 19:00.

Nello spazio di questo attimo in cui dura l'illuminazione d'una menzogna, mi fabbrico un pensiero d'evasione, mi butto su una falsa pista indicata dal mio sangue. Chiudo gli occhi dell'intelligenza e, lasciando parlare in me l'informulato, cerco di avere l'intuizione di un sistema di cui sfuggano i termini. Ma di questo attimo di errore mi resta la sensazione d'avere rapito all'ignoto qualcosa di reale. Credo a congiure spontanee. Sulle vie in cui mi trascina il mio sangue forse un giorno mi sarà possibile scoprire una verità.

Antonin Artaud (daFrammenti di un diario d'inferno, p. 55)

L’opera è una scena che prende vita, la mano deve imparare a stare in ascolto, con fducia, scandirne i tempi, seguendola nel suo svolgimento. L'artista come un drammaturgo è un’antenna vigile, uno strumento umile capace di cogliere ed esaltare le qualità del solco.
Nel tessere le trame sovrapposte e intrecciate di mondi talvolta indistinguibili, Ilaria sceglie la “messa in scena”, teatro, modo e luogo di rivelazione o di epilogo degli eventi. Il suo palcoscenico diventa arena di accadimenti, luogo di passaggio e ‘porta d’ingresso per un altro mondo'.
Questa stanza senza pareti, delimitata da tende rosse, è uno spazio indefnito, spazio di scissione, stratifcato disorientamento, soglia appunto tra il mondo reale e quello ultraterreno, tra il pubblico ed il suo sconcerto. Un pubblico stavolta non raffigurato se non nella sua reale essenza di presenza immateriale con cui diventa parte dell'opera. Si svela il “circo barnum” ed entrano in scena i propri epici eroi e le proprie desolazioni, tutta fantasia versata a terra. Spie accese, il cantante di menzogne di una contemporaneità futile, mangiafuoco, l'erotismo cannibale e rose sul pavimento, sono solo alcuni degli aspetti che intravedo nella scena. Si deforma questa realtà e la commedia si tramuta in mito. Van Gogh pensava che bisogna saper dedurre il mito dalle cose più terra terra della vita e, di fondo, è quello a cui assistiamo: una ridda di immagini surreali, che pone in evidenza personaggi di una compagnia di fantasmi. Suo malgrado, l’Arte secondo Hopper è costretta a fngere se stessa sotto i riflettori di un immenso palcoscenico.
Essa diventa lo spettacolo impudico in cui finzione e realtà si sovrappongono e con cui l’artista sembra dialogare e bisbigliare pose, battute, umori.
L'opera stride, quasi come rumore irritante; la qualità della luce, il tono e il sogno si fanno segno.
Portano all'estremo la tecnica poetica di estrapolazione dal contesto e le fgure di personaggi si trasformano in immagini emblematiche della commedia umana. I protagonisti sembrano sospesi, in lotta per portare a compimento il proprio destino contro un mondo che sembra rinnegare il loro vero volto con sarcasmo e gusto dell’assurdità, nonsenso, antinomia. Tutto lo sconforto dei dubbi di un caos di voci e di gesti e di-segni, che incombe sullo spettatore e sull’opera stessa, diventa un'impalcatura nuda in balia dello sguardo altrui.
Ciò che si delinea è la summa della decadenza della civiltà occidentale o invece un luogo in cui i suoi miti vengono decostruiti e in cui la realtà della vita, spettrale e desolata, viene vista nella sua essenza.
Potrebbe forse questo essere un modo per raccontare l'oggi? Aprire la pagina, e svelare il meccanismo, un pop-up o deus ex machina, e lasciare che le storie v’entrino come follie, strisciando da sole.... leggi il resto dell'articolo»

D.Grenci

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Ilaria Piccirillo. Toi, Toi, Toi

Bologna - Marsaladue

Apertura: 06/07/2023

Conclusione: 06/08/2023

Organizzazione: Marsaladue

Indirizzo: via Marsala 2 - 40126 Bologna


Inaugurazione: Giovedi 6 Luglio alle 19:00
Orari: tutti i Venerdi dalle 15 alle 20

Sito web per approfondire: https://marsaladue.it/



Altre mostre a Bologna e provincia

Fotografiamostre Bologna

Michele Palazzo. This is Not New York: Generative explorations of the urban landscape

Michele Palazzo combina fotografia e arte generata dall'IA in "This is Not New York: Generative explorations of the urban landscape", da Big Eyes Art Gallery di Bologna fino al 19 settembre 2024. leggi»

19/06/2024 - 19/09/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte contemporaneamostre Bologna

Eccentriche Nature. Dieci artiste bolognesi su natura e vegetazione

Cubo, il Museo del Gruppo Unipol, presenta dal 5 giugno al 5 ottobre 2024 a Bologna "Eccentriche Nature", le opere di dieci artiste bolognesi su natura e vegetazione. leggi»

05/06/2024 - 05/10/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso libero

Arte contemporaneaInstallazionimostre Bologna

Il giardino delle idee cristallizzate | Similitudine dell'opera pubblica e delle forze a lei avverse

Museo Spazio Pubblico è lieto di presentare un nuovo progetto di Marcello Tedesco (Bologna, 1979) che indaga in modo innovativo e radicale il significato dell'opera pubblica. leggi»

14/06/2024 - 19/07/2024

Emilia Romagna

Bologna

Designmostre Bologna

Aldo Rossi. Cabine dell'Elba (1982)

Il progetto garage BENTIVOGLIO a cura di Davide Trabucco, saluta l'inizio dell'estate con l'ultimo appuntamento, che vede protagoniste le leggendarie Cabine dell'Elba di Aldo Rossi. leggi»

03/07/2024 - 27/07/2024

Emilia Romagna

Bologna

Pittura del '700mostre Bologna

Mrs Thomas Gainsborough in visita a Bologna dalla collezione Rau per l'UNICEF

Dal 29 giugno al 6 ottobre 2024 il Museo Civico d'Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini a Bologna espongono "Ritratto della signora Gainsborough" di Thomas Gainsborough. leggi»

29/06/2024 - 06/10/2024

Emilia Romagna

Bologna

Ingresso gratuito

Video artmostre Bologna

Una ricerca polivalente. Esperienze dal centro vido arte di Ferrara

Dal 27 giugno al 13 ottobre 2024 il MAMbo di Bologna ospita la mostra "Una ricerca polivalente. Esperienze dal centro video arte di Ferrara" e ne celebrare la produzione di video-tape. leggi»

25/06/2024 - 13/10/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte contemporaneamostre Bologna

Opentour 2024. LABS Contemporary Art presenta "L'immagine rubata"

In occasione di Opentour 2024 LABS Contemporary Art presenta fino al 20 giugno 2024 L'immagine rubata, mostra a cura di Lelio Aiello e Leonardo Regano. leggi»

20/06/2024 - 20/07/2024

Emilia Romagna

Bologna

SculturaPittura del '800mostre Bologna

Da Felice Giani a Luigi Serra. L'Ottocento nelle Collezioni della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna

Apre al pubblico una mostra che riunisce per la prima volta le principali opere dell'Ottocento bolognese appartenenti alle Collezioni d'arte e di storia della Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna. leggi»

21/03/2024 - 28/07/2024

Emilia Romagna

Bologna

Arte contemporaneamostre Bologna

Robert Kuśmirowski. P E R S O [A] N O M A L I A

In occasione del 44°anniversario della strage di Ustica, il MAMbo – Museo d'Arte Moderna di Bologna del Settore Musei Civici Bologna ospita la mostra Robert Kuśmirowski. P E R S O [A] N O M A L I A,. leggi»

21/06/2024 - 29/09/2024

Emilia Romagna

Bologna