La Sinagoga delle Rose

  • Quando:   23/06/2024 - 08/09/2024

Arte contemporaneaMostre a AlessandriaMondinoLodolaMaurizio GalimbertiCasale Monferrato


La Sinagoga delle Rose
Mondino, Senza Titolo

Il 23 giugno alle 11, nel Complesso Ebraico di Casale Monferrato, si inaugura la mostra LA SINAGOGA DELLE ROSE: un percorso di arte attraverso le opere di 16 grandi maestri dell'arte moderna e contemporanea, collocato a pochi giorni dalle celebrazioni di Shavuot, una ricorrenza da sempre molto cara alla Comunità Ebraica Casalese che non ha mai dimenticato di festeggiarla proprio attraverso i fiori. Come sottolinea Daria Carmi, Presidente della Comunità e curatrice dell'iniziativa insieme a Marco Porta: "La mostra vuole dare continuità alla modalità espressiva del complesso ebraico operata per anni da mio padre Elio Carmi e unisce le opere di importanti artisti visivi per costruire un racconto legato al contesto e al calendario ebraico".

Il legame tra le rose e la sinagoga di Casale

Shavuot, che cade sette settimane dopo Pesach, ricorda il dono della Torah agli uomini, celebrato anche da una natura che si riempie di fiori al passaggio della Legge mosaica. La Sinagoga casalese, all'esterno indistinguibile dalle altre case di Vicolo Salomone Olper, vede le rose rappresentate nelle sue ricche decorazioni interne nel dorato stile rococò piemontese. Più precisamente sul suo soffitto in cui sono dipinti scorci di cielo azzurro, per mostrare l'assenza di altri edifici al di sopra di quello religioso come vuole la tradizione ebraica. Lì, sulle colonne che rappresentano l'appoggio per l'immaginaria struttura vitrea, spiccano proprio grandi vasi floreali. Fra i fiori rose, rose e ancora rose.
E' anche per questo che le rose del Monferrato, che fra la primavera e l'estate fioriscono nei giardini e fra i filari dei vigneti, all'avvicinarsi di ogni Shavuot vengono portate ad abbellire Sinagoga e complesso ebraico.

Le rose nell'arte e il ricordo di Attilio Cassinelli

Ora le rose diventano la chiave di lettura di questo percorso espositivo che unisce opere già presenti nel patrimonio della Fondazione Casale Ebraica a pezzi inediti per la città. Sotto il segno dei fiori si intrecciano figurativo e astratto, geometrico e realistico. Un viaggio tra simboli e rappresentazioni dai rabbini di Aldo Mondino, alla visione quasi impressionistica di Maurizio Bertinetti, dalle geometrie di Mirco Marchelli, al plexiglass che prede vita nella mente di Marco Lodola, dalle Polaroid di Maurizio Galimberti, all'imponente opera in ceramica di Dellavedova e molto altro... leggi il resto dell'articolo»

Tra le opere anche un pezzo di Attilio Cassinelli, il popolare illustratore genovese scomparso il 7 giugno del 2024. "La mostra è resa possibile da Marco Porta e dalla sua relazione con gli artisti. – continua Daria Carmi - Primo fra tutti Attilio Cassinelli che purtroppo ci ha lasciato pochi giorni fa. La sua opera in mostra voleva essere l'inizio di una collaborazione e diventa, invece, un modo per salutarlo ed esprimere vicinanza alla famiglia."

La Sinagoga delle Rose sarà visitabile fino all'8 settembre 2024 - Ingresso libero.


Opere di

Marco Abate
Maurizio Bertinetti
Corrado Bonomi
Elena Caterina Doria
Angelo Castucci
Attilio Cassinelli
Mario Dellavedova
Flavio Favelli
Camillo Francia 
Maurizio Galimberti
Marco Lodola
Lele Luzzati
Mirco Marchelli
Gino Marotta
Aldo Mondino
Don Mauro Maria Santolini

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: La Sinagoga delle Rose

Casale Monferrato - Complesso Ebraico

Apertura: 23/06/2024

Conclusione: 08/09/2024

Curatore: Daria Carmi e Marco Porta

Indirizzo: Vicolo Salomone Olper, 44 - 15033 Casale Monferrato (AL)

Orari: domenica 26 maggio e tutte le domeniche dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17,30, da lunedì a venerdì solo su prenotazione al 0142 71807 dalle 8,30 – 12,30, chiuso il sabato

Ingresso libero