Liberamenti 2023

  • Quando:   17/11/2023 - 03/12/2023
  • evento concluso

MusicaIncontri e culturaEventi e spettacoli a VicenzaconcertiBassano del Grappa


Liberamenti 2023

Dal 17 novembre al 3 dicembre 2023 a Palazzo Bonaguro, Bassano del Grappa, tre weekend di mostre, concerti, reading, spettacoli, laboratori, convegni attorno alla Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne.

Ospiti: Asmae Dachan, Lara Lago, Carlotta Bertotti, Indaco Trio, Valentina Fin, Camilla Ferrari e molti altri

Torna a Palazzo Bonaguro, a Bassano del Grappa, Liberamenti, il festival biennale di sensibilizzazione di Women For Freedom che, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, vuole far riflettere sulla Donna nel Contemporaneo e su temi sociali e umanitari attraverso i diversi linguaggi dell'arte (mostre, concerti, reading, spettacoli, laboratori, convegni, aperitivi artistici) e le sensibilità dei suoi ospiti protagonisti. Tra questi, la giornalista italo-siriana Asmae Dachan, la giornalista e blogger bassanese Lara Lago, la modella e influencer torinese Carlotta Bertotti, le musiciste Francesca Bertazzo Hart, Silvia Donati, Camilla Missio, Camilla Ferrari, Valentina Fin, oltre ad artisti, intellettuali, professionisti ed associazioni del territorio e non solo.

Di respiro sempre più internazionale e multidisciplinare, quindi, l'edizione 2023 della biennale, con il patrocinio del Comune di Bassano e del Comune di Nove, che si terrà per tre weekend (17, 18 e 19 novembre; 24, 25 e 26 novembre; 1, 2 e 3 dicembre), si focalizza su un tema specifico, quello dell'Equilibro, declinato in tre aspetti: l'equilibro personale (perdere e ritrovare l'equilibrio dopo un trauma o un momento difficile); l'equilibrio nei ruoli e nella relazione di coppia; l'equilibrio e la parità di genere in economia, in politica e nella società.

«È motivo di orgoglio e soddisfazione - secondo il sindaco di Bassano, Elena Pavan - ospitare una rassegna che celebra il mondo femminile sensibilizzando l'opinione pubblica contro la violenza e le ingiustizie attraverso l'arte, lo spettacolo e l'approfondimento, declinati in tutte le loro forme. Il tutto con la presenza di donne straordinarie, pronte ad animare e stimolare il pubblico con messaggi importanti di inclusione, umanità e conoscenza dell'essere donna nel nostro tempo».... leggi il resto dell'articolo»

«L'arte - commenta la direttrice artistica Daniela Belfatto prima di spiegare il programma - è un linguaggio universale, libero, inclusivo, capace di veicolare dei messaggi sociali e umanitari importanti. Non vediamo l'ora di aprire le porte di Palazzo Bonaguro e di accogliervi al nostro festival, una biennale che si propone di diventare un punto di riferimento nel territorio e non solo e di trasmettere un senso di comunità a chi vi partecipa».

Oltre agli eventi previsti in cartellone, Palazzo Bonaguro, per permettere la visita alle esposizioni (mostre di fotografia, illustrazione, pittura, scultura), è aperto al pubblico di venerdì già dalle 14, mentre sabato e domenica dalle 10 fino al termine degli spettacoli. Inoltre il progetto di sensibilizzazione prevede, durante la settimana, il coinvolgimento degli istituti di secondo grado del territorio attraverso visite guidate ed attività interattive. Agli eventi sarà sempre presente lo staff e il gruppo di volontari di Women For Freedom per illustrare i progetti in Italia e nel mondo in corso d'opera dell'associazione, ai quali ci sarà una sala dedicata. Un'attenzione particolare sarà rivolta anche ai piccoli visitatori con laboratori creativi incentrati sul tema dell'equilibrio e una sala tutta per loro, in collaborazione con La Città del Sole.

«Per noi - spiega Luisa Rizzon, presidente di Women For Freedom - Liberamenti è un momento magico, dove arte e persone si incontrano per riflettere sulla cultura del rispetto dei diritti umani. In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, portiamo sotto i riflettori pregiudizi e stereotipi con l'obiettivo di cancellarli per rendere questo mondo più giusto. Nell'edizione scorsa abbiamo parlato di rinascita, quest'anno di equilibrio. Lo faremo grazie a nomi importanti, ma soprattutto sarà un ambiente accogliente dove fermarsi a riflettere, parlare e confrontarsi. Ringrazio tutti i nostri sponsor, amici e partner tecnici, ma in particolare vorrei ringraziare tutti i nostri volontari che aggiungono al festival amore e passione, perché ogni persona di Women For Freedom che incontrerete al festival è un volontario che assieme a noi vuole liberare donne e bambini da schiavitù e sfruttamento».

«Il festival Liberamenti - conferma Lucia Cuman, vicepresidente di Women For Freedom - è un bellissimo momento di incontro che ci permette, attraverso il linguaggio universale dell'arte, di esprime la bellezza e di trovate l'equilibrio».

Il programma

Il festival Liberamenti inaugurerà quindi venerdì 17 novembre con una grande ospite, la giornalista Asmae Dachan, che alle 18:30 (dopo il taglio del nastro previsto per le ore 18) in occasione della presentazione del suo libro "Cicatrice su tela", parlerà di identità ed equilibri ritrovati insieme alla giornalista Elena Ferrarese. Seguiranno alle 20.45 la conferenza "La forza dell'equilibrio: bellezza e uguaglianza nel modello di impresa di Adriano Olivetti" a cura dell'Associazione Elle22, e lo spettacolo teatrale "LEI, Adriano OLIVETTI" di Li Teatro.

Sabato 18 novembre la serata comincerà alle 19.15 con la tavola rotonda "L'equilibrio nel mondo del vino: il punto di vista delle donne nel settore vitivinicolo ed enoturistico", accompagnata da una degustazione. Seguirà alle 21.00, in collaborazione con il festival Women For Freedom in Jazz, il concerto dei Sinconauti (Camilla Ferrari, voce, Giacomo Maria Naccari, chitarra), "Storie di musica Italiana" che raccontano come la musica abbia disegnato i contorni e segnato il cuore di una società in continua ricerca del proprio equilibrio.

Domenica 19 novembre, come succederà anche nelle domeniche successive, la giornata inizierà alle 10.30 con le iniziative per far sperimentare l'equilibrio ai bambini: Letture ad alta voce e laboratorio creativo "EquiLibrismi. I colori delle emozioni de I Tre...Coccodrilli". Un laboratorio creativo per tutti è invece quello previsto al pomeriggio, alle 15.30, "Realizziamo le Libere Borsine", a cura della Sartoria di Women For Freedom. A seguire, la conferenza "Work-life balance: buone pratiche di equilibrio nella comunità" alle 17.00 con la psicoterapeuta Antonella Buranello e la coach Eva Martini, e alle 18:30 la sfilata "La moda equilibrata" che vedrà protagonisti gli abiti equosolidali di Unicomondo e le creazioni cucite a mano della Sartoria di Women For Freedom.

Il weekend successivo si aprirà con un'altra attesa protagonista, Lara Lago, giornalista e blogger che venerdì 24 novembre alle 18:30, in collaborazione con la Libreria Palazzo Roberti, parlerà di equilibri possibili in occasione della presentazione del suo libro "Il peso in avanti" insieme alla giornalista Raffaella Forin. In serata, un altro laboratori in cui cimentarsi e misurare il proprio equilibrio: il Laboratorio di ceramica a cura di Sbittarte alle 20:30.

La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne di sabato 25 novembre, a Palazzo Bonaguro inizierà alle 18.00 con lo spettacolo di danza "In bilico, esercizi di equilibrio" della scuola Ensemble. Musica e Danza - Formazione e Ricerca di Giulia Vidale, che sarà seguito dall'aperitivo artistico a cura di Avviniamo. Il momento clou sarà poi, alle 21.00, con Indaco Trio, composto da tre tra le migliori musiciste jazz italiane e non solo (Silvia Donati, voce, Francesca Bertazzo Hart, chitarra, e Camilla Missio, basso) che proporranno un concerto spettacolo mettendo a confronto le vite, personali ed artistiche, di due icone come Billie Holiday e Nina Simone.

La ricca domenica 26 novembre comincerà alle 10:30 con le Letture ad alta voce e il laboratorio creativo "EquiLibrismi. Gli altri e io" de I Tre...Coccodrilli. Nel pomeriggio, alle 16.00 ci sarà il Laboratorio di respiro consapevole e aromaterapia "Equilibrio: utopia o possibilità?" a cura della naturopata Michela Ceretti, con gli oli essenziali DoTerra, mentre alle 17.00 la scrittrice Margherita Iossa sarà protagonista del momento "Dialoghi all'ora del tè" insieme a Daniela Belfatto, direttrice artistica di Liberamenti. Seguirà alle 19.00 la toccante performance artistica di Monica Campanaro "Il dipinto oltre la tela".

Il weekend di dicembre porterà al festival, venerdì 1 dicembre alle 18:30 un'altra seguitissima autrice, in collaborazione con la Libreria Palazzo Roberti: la modella e influencer torinese Carlotta Bertotti con il suo libro "Incancellabile", moderata dalla giornalista Barbara Todesco. La serata proseguirà con dialoghi e ballo con The Moor Sisters e Back to Swing Out e l'evento "I ruggenti Anni '20 e l'emancipazione femminile" alle 21.00.

Sabato 2 dicembre si comincerà subito in musica, alle 18:30 in collaborazione con il festival Women For Freedom in Jazz di Venezia, con il progetto "We Insist" della raffinata cantante e compositrice Valentina Fin, accompagnata dal virtuoso contrabbassista Marco Centasso: un concerto dedicato a Abbie Lincoln, una artista in equilibro tra jazz, musica di ricerca e impegno politico, che trova nella musica il medium per mandare messaggi importanti, con una timbrica più legata al significato da veicolare che al virtuosismo canoro. Dopo l'Aperitivo artistico con Avviniamo, poi, previsto per le 19:30, si terrà la presentazione del Premio Donna dell'Anno - Innovation Future School e, a seguire, l'Asta di beneficenza, dove i partecipanti si potranno aggiudicare le opere originali, uniche, realizzate per Liberamenti.

Domenica 3 dicembre alle 10.30 ci sarà un altro appuntamento speciale dedicato ai bambini, Letture ad alta voce e il laboratorio creativo de I Tre...Coccodrilli dal titolo "EquiLibrismi. Noi e il mondo". Alle 15:30 si svolgerà la videoperformance "Silenzio assenso", progetto ideato da Andrea Grotto ed Enrico Minato, a cura di Monica Pirani, mentre alle 17 si terrà la conferenza"Agire verso l'equilibrio: come dar forma al nostro benessere", guidata dalle psicologhe Arianna Cortese e Anna Giacobbo. Il festival chiuderà con la performance di Acroyoga "Ti Sorreggo", alle 19.00, a cura della Scuola di Ballo Silicon Kafe.

Per tutta la durata di Liberamenti, durante i giorni e gli orari d'apertura, saranno sempre accessibili le mostre:

"B.Bhutto 1953 - B.Bhutto 2007, installazione di Joseph Rossi a cura di Monica Pirani; "Donne di terre estreme" fotografica di Caterina Borgato; "In Equilibrio", mostra fotografica di Claudia Anedda; "Magica_mente equilibrio di un gioco", ceramiche di Nicoletta Paccagnella; "Equilibri illustrati" con esposizioni di Daniela Drumea, Cecilia Castelli, Mattia Riami; "Illustramenti" in collaborazione con Illustri Festival e Scrib Fest, espongono Anna Zaccaria, Claudia Zonta, Ilenia Bertoncello, Silvia Mori, Silvia Reginato; "Instabili equilibri", mostra fotografica di Raffaella Bordini; Installazione del Liceo Artistico G. De Fabris di Nove; "neON-neOFF", installazione di Joseph Rossi a cura di Monica Pirani; "Second Skin" mostra d'arte di Monica Campanaro; "Sguardi non sguardi" mostra d'arte di Roberta Gastaldello.

Altri spazi che resteranno aperti di Palazzo Bonaguro: la stanza dei giochi di Città del Sole; la boutique solidale di Women For Freedom; la sala proiezione video e docufilm.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Liberamenti 2023

Bassano del Grappa - Palazzo Bonaguro

Apertura: 17/11/2023

Conclusione: 03/12/2023

Organizzazione: Women For Freedom Onlus

Indirizzo: Via Angarano, 77 - 36061 Bassano del Grappa (VI)

Inaugurazione: venerdi 17 novembre ore 18.30 con le giornaliste Asmae Dachan ed Elena Ferrarese

Orario Palazzo Bonaguro: venerdì dalle 14.00 | sabato e domenica dalle 10.00 fino al termine degli spettacoli

Sito web per approfondire: https://www.womenforfreedom.org