Manuela Toselli. Skin Types

  • Quando:   24/10/2023 - 21/01/2024
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a MilanoMilano


Manuela Toselli. Skin Types

Art & Co. e Isorropia Homegallery sono lieti di annunciare la mostra Skin Types di Manuela Toselli, presso la sede di Crescenzi & Co., sita in Milano, Via Privata della Majella, 4/A. L'iniziativa fa parte di un approccio culturale che si sviluppa all'interno degli spazi di lavoro, come valore aggiunto al vivere quotidiano. Porte aperte all'arte e alla cultura per creare un dialogo multidisciplinare a sostegno della crescita di persone e imprese.

"Quanti tipi di pelle abbiamo? Alla domanda: chi sei? Spesso rispondiamo con quella che è la nostra professione. Noi siamo quello che facciamo, ma lo siamo realmente? La nostra professione dice solo ciò che facciamo, non ciò che siamo – afferma l'artista Manuela Toselli - Ci identifichiamo con l'abito che indossiamo, lo usiamo per affrontare il mondo: le relazioni tra individui si basano molto spesso su un approccio superficiale, sull'apparenza degli abiti o sull'immagine che arriva dalla professione. La nostra pelle è quella che divide il nostro io più fragile dal mondo esterno, è il confine sottile che trasuda la nostra essenza e ci protegge da tutto ciò che è fuori da noi".

Skin Types, il titolo di questa mostra, prende spunto dalla serie dei nuovi lavori che l'artista Manuela Toselli ha cominciato nel 2019 e oggi presenta per la prima volta al pubblico. Le opere Skin Types sono dei traumi, delle esperienze che il corpo emotivo elabora nello stesso modo in cui il corpo fisico risponde ad una offesa.

Sono delle costrizioni a cui il corpo si ribella, da cui si difende, e come succede per le vesciche, che si formano sul corpo quando viene sottoposto a qualcosa di scomodo, la pelle si gonfia, si stacca dal corpo e permette che la nuova pelle, sana e più forte di quella precedente, si formi sotto quella ferita. L'artista in questa serie di nuove opere utilizza tre materiali che presentano tre temperature differenti: la pelle, la seta e il legno.

La seta è il materiale più caldo, il legno ha la temperatura intermedia, la pelle animale è uguale a quella dell'uomo, ed è fredda quando muore.... leggi il resto dell'articolo»

Il materiale è per l'artista una sorta di alter ego, con il quale essa si relaziona all'esterno, declinando concetti ed aspetti diversi, con il lavoro. Un punto determinante per la comprensione delle sue opere sono i titoli, che assumono un aspetto concettuale fondamentale e imprescindibile dalla forma, che tende a confondere e ad allontanare dal messaggio. Anche questo è ricercato dall'artista, infatti in una società che si basa sempre più sull'apparenza e sulla superficie, lei ci propone forme esteticamente belle, che presuppongono in modo erroneo una mancanza di contenuto e spessore. Questo è esattamente il contrario di ciò che accade tra individui, in cui la bellezza diventa catalizzante, senza porsi la domanda se dietro l'apparenza ci sia o meno un vuoto. La bellezza in arte respinge, in natura attrae.

In questa mostra, pensata per la sede di Crescenzi & Co, Manuela Toselli propone attraverso le sue opere un'idea di rinascita, di difesa all'offesa dell'altro e molti spunti d'indagine. I colori forti: "pop", sono una scelta ricercata e voluta per questo progetto. Esattamente come accade in natura, in cui l'animale più velenoso ha i colori più vistosi e sgargianti, come monito, avvertimento per i predatori, così l'animale più innocuo usa la stessa strategia per difendersi, e così diventa difficile distinguere chi è davvero pericoloso da chi non lo è affatto.

Per la mostra si ringrazia la Nuova Galleria Morone di Milano.

Manuela Toselli (Torino 1971)

Vive e lavora nella provincia di Udine. Nella sua ricerca, la quotidianità e ciò che scuote la sua attenzione, diventa motivo d'indagine che rielabora attraverso meccanismi di personale astrazione. La seta, pura o accompagnata da altri materiali di supporto, è il medium che predilige. Ad avvicinarla al materiale, in principio è stato il concetto di sacrifico, caratteristica intrinseca alla seta che per la sua estrazione, e per impedire che il filato venga danneggiato dalla schiusa del bozzolo, è bollito in acqua calda quando la crisalide è ancora viva, permettendo alla sericina, sostanza proteica che riveste il filamento, di sciogliersi, e consentendo così l'estrazione del cappio necessario per la filatura. In questo materiale l'artista ha trovato notevoli aspetti filosofici e concettuali, e rimane come unica costante del suo lavoro, seppur sia difficile trovare coerenza in forme e aspetti così mutevoli nella sua analisi. La seta assume la valenza di pelle, è qualcosa di simbolico e organico, sul quale agire, tagliare, ricucire, sovrapporre, tendere, stropicciare, ricamare, incollare, è un confine tra la parte più esterna e quella interna e vulnerabile dell'essere, un limite che spesso viene violato, usato o celebrato. Dopo un laboratorio che l'artista ha tenuto con alcuni bambini soggetti da disabilità visiva, a cui è seguita una mostra dal titolo "L'invisibile evidente", presso il Museo Civico del Territorio Alessandro Pesaola del Comune di Cormons (GO) in collaborazione con l'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Città di Pordenone, ha appreso che il materiale preserva anche una temperatura. La seta è calda, anche se si origina da una morte, mantiene una vitalità che è specifica del filato. La seta è infatti l'unico materiale capace di mantenere la nostra temperatura corporea costante e per questa ragione viene utilizzato per la costruzione di abiti tecnici. La sua funzione è quella di protezione, e precisamente in natura, protegge il baco nel momento in cui è più vulnerabile, nel periodo di transizione e metamorfosi da crisalide a farfalla. Proprio a causa di questa protezione viene ucciso, non compiendo mai la transizione da fanciullo ad adulto. Preserva quindi questo stato di purezza, d'innocenza e candore per l'eternità. Questa trasformazione mancata, congela nel materiale l'età dell'innocenza, il materiale preserva la sua purezza, senza sporcarsi con la miseria umana che appartiene al fare adulto e con questa autenticità si rivolge al mondo attraverso le opere che l'artista realizza. Anche per questa ragione la seta vive solo in presenza di luce e risplende con essa, al buio si spegne.

Tutto il lavoro è diviso in cicli. Ogni ciclo non termina mai, si sospende.

L'Artista a Milano è rappresentata dalla Nuova Galleria Morone. http://www.nuovagalleriamorone.com/

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Manuela Toselli. Skin Types

Milano - Crescenzi & Co.

Apertura: 24/10/2023

Conclusione: 21/01/2024

Organizzazione: Art & Co., Isorropia Homegallery

Indirizzo: via Privata della Majella 4/A - 20131 Milano

Inaugurazione: lunedì 23 ottobre 2023 dalle ore 17 alle 20.30

Per info: info@crescenziandco.com | info@isorropiahomegallery.org

Orari: ingresso solo con registrazione su info@crescenziandco.com

Sito web per approfondire: https://isorropiahomegallery.org/



Altre mostre a Milano e provincia

Arte contemporaneamostre Milano

Armin Linke. La terra vista dalla luna

Prosegue fino al 14 settembre, 2024 la mostra personale di Armin Linke dal titolo "La terra vista dalla luna" presso la galleria Vistamare di Milano. leggi»

19/06/2024 - 14/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Richard Hearns. The Living Mountain

Dal 14 maggio al 27 luglio 2024, Cadogan Gallery presenta "Richard Hearns. The Living Mountain", un corpus di nuove tele che riflette sulla poesia del paesaggio tra Libano e Irlanda. leggi»

14/05/2024 - 27/07/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

L'essenza del gioco

Dal 4 luglio, presso lo spazio espositivo Corals, la mostra dal titolo "L'essenza del gioco" con gli artisti Luca Balottin, Federico Pisciotta, Salvatore Petrucino e RivaGLDF. leggi»

05/07/2024 - 31/07/2024

Lombardia

Milano

Ingresso gratuito

Arte contemporaneamostre Milano

Michela Milani. Escaped

Prosegue fino al 17 ottobre 2024 "Escaped", personale di Michela Milani presso la sede di Crescenzi & Co.a Milano. leggi»

18/06/2024 - 17/10/2024

Lombardia

Milano

Arte modernamostre Milano

Alberto Martini. La Danza Macabra

In occasione delle celebrazioni per il 70° anniversario dalla morte di Alberto Martini, Milano gli dedica la mostra "Alberto Martini. La danza macabra", al Castello Sforzesco. leggi»

02/10/2024 - 19/01/2025

Lombardia

Milano

Arte contemporaneaDesignmostre Milano

What? A homage to Alessandro Mendini by Philippe Starck

Triennale Milano ospita nell'Impluvium, dal 16 aprile al 1° settembre 2024, un'installazione ideata da Philippe Starck. leggi»

16/04/2024 - 01/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Summer Exhibition 2024

Torna la tradizionale esposizione di MADE4ART dedicata al tema dell'estate, dal 18 luglio al 3 settembre 2024 presso propria sede in Via Ciovasso 17 a Brera, il quartiere dell'arte di Milano. leggi»

18/07/2024 - 03/09/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Qian Wu. Only Blue and Green

Mercoledì 10 luglio verrà inaugurata alla MA-EC Gallery la mostra Only Blue and Green, prima personale a Milano dell'artista cinese Qian Wu a cura di Elisabetta Roncati. leggi»

10/07/2024 - 10/08/2024

Lombardia

Milano

Arte contemporaneamostre Milano

Kelly Akashi. Converging Figures

Dal 13 settembre al 8 dicembre 2024, Fondazione Furla e GAM - Galleria d'Arte Moderna di Milano presentano "Converging Figures", personale di Kelly Akash. leggi»

13/09/2024 - 08/12/2024

Lombardia

Milano