Mauro Reggio. Architettura d'avanguardia

  • Quando:   29/06/2024 - 15/10/2024

Arte contemporaneaMostre a BresciaVittoriale degli ItalianiGardone Riviera


Mauro Reggio. Architettura d'avanguardia
Mauro Reggio. Architettura d'avanguardia

Le mostre di Mauro Reggio, con le sue pitture del paesaggio urbano e del Garda, e di Paolo Delle Monache, con le sue originalissime sculture, nate da un'idea di Giordano Bruno Guerri, presidente del Vittoriale degli italiani e Lorenzo Zichichi de "Il Cigno Arte", sono state inaugurate il 29 giugno al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera (Brescia) e resteranno aperte al pubblico fino al 15 ottobre 2024. 
L'organizzazione e i cataloghi di entrambe le esposizioni sono curati da "Il Cigno Arte".

Mauro Reggio: dai paesaggi urbani ai panorami del Garda

La mostra "Mauro Reggio. Architettura d'avanguardia", a cura di Marco Di Capua, presenta quindici opere in olio su tela dell'artista romano, noto per la sua rappresentazione del paesaggio urbano di cui esalta prospettive e architetture, spogliandole dei segni e della presenza dell'uomo. Un espediente artistico utilizzato per mettere in evidenza le geometrie e i colori dei dipinti, trasformandoli nel vero e unico soggetto del quadro: tangenziali, gasometri, palazzi barocchi e archeologie industriali, ritratti in un presente senza tempo. L'artista dipinge monumenti provenienti da epoche diverse a partire dai colori tipici della grande tradizione italiana del XX secolo, poi trasformati e rinnovati sulla base delle più recenti riflessioni contemporanee su fotografia, pittura e nuove tecnologie. "L'avanguardia architettonica di Reggio mi ricorda quella letteraria di d'Annunzio – ha dichiarato Giordano Bruno Guerri, presidente de Il Vittoriale degli Italiani - : entrambi animati dall'amore per il bello e per la classicità, usando le forme più tradizionali dell'espressione pittorica o poetica, creano nuove forme di arte. Mi affaccio dalla finestra del mio studio al Vittoriale, non ho mai osservato un tramonto coi colori di Reggio, ma appena ho visto il suo dipinto sul Garda mi sono emozionato al pari solo di quando vedo la luce affossarsi nel lago. Anche lo svettare dei cipressi non è mai stato reale né analogo a quello di Reggio, ma le sue architetture coinvolgono anche la vegetazione, che diventa parte stessa dell'architettura pittorica del bravo pittore".

Allestita presso il Mas 96 (motoscafo antisommergibile, la nave museo del Vittoriale degli Italiani), l'esposizione offre una visione unica e innovativa del Vittoriale degli Italiani, con dipinti che catturano luoghi simbolo della casa di d'Annunzio. Tra le opere allestite "Lago di Garda" (del 2024, olio su tela, cm 200x100), il "Frutteto" del Vittoriale ( del 2024, olio su tela, cm 100x80), "Laghetto delle danze" (2024, olio su tela e cm.120x80), "Teatro 1" e "Teatro 2" (entrambi del 2024, olio su tela cm. 90x40).

Privando le scene della figura umana, Reggio mette in risalto la bellezza sostanziale degli spazi e dei palazzi, trasformandoli in soggetti artistici senza tempo. "Perché sto guardando proprio un giardino, anzi il Frutteto del Vittoriale degli Italiani, "creato e trasfigurato", come tutto qui, dalla mente di d'Annunzio, a specchio dell'Eden perduto, e ora nuovamente filtrato attraverso gli occhi di un pittore italiano, Mauro Reggio – ha scritto nel catalogo Marco Di Capua -. Dunque, giardino rivisto tra le ciglia, verrebbe da dire, in una visione depurata che, di quell'assetto neorinascimentale sognato dal poeta, ora capti e celebri la chiara, luminosa spazialità, l'ordine degli elementi compositivi, il morbido pulsare dei colori e delle luci. C'è il silenzio. Certo, i quadri non parlano, non hanno voce, non fanno alcun rumore, ma alcuni di essi, tra i più rari, sono quel che il silenzio sarebbe se avesse una forma, se fosse una figura, o una scena".

C'è un'atmosfera di inizio '900 in un quadro così. "Si potrebbe dire lo stesso, e forse ancor di più, anche del Teatro – ha proseguito Di Capua -, col Garda visto sullo sfondo e sotto cieli innaturalmente rosa,arancioni, violacei, e del Laghetto delle danze, un dipinto dove ogni speranza di percepire o almeno di ricordare i suoni, i gesti e la musica che quel luogo animarono, è vanificata, dolcemente soffocata da una coltre di stesure piatte, ovattate, modulata da una diversificazione della messa a fuoco delle varie zone della rappresentazione – come simulando una sorta di post-produzione digitale - con le parti architettoniche e artificiali più nette e in risalto e quelle naturali sfocate, quasi che le stesse guardando un miope".... leggi il resto dell'articolo»

Oltre ai dipinti sulla residenza del Vate, sono esposte anche alcune opere dedicate a Roma, città natale dell'artista, al centro di molti dei suoi capolavori. "Non c'è un che di templare nel Vittoriale? Certo che sì – ha sottolineato Di Capua - . Gli studiosi delle antiche civiltà umane ci spiegano come, all'origine, non sia stata la città a generare l'esigenza e la costruzione di un tempio, ma esattamente il contrario: la fondazione di tutta una città scaturirebbe dunque da un'architettura enigmatica e solitaria. Allora qualcosa di simile accettiamo anche noi, rifacendo il percorso dei quadri di Mauro a ritroso: dal tempio del Vate andiamo a Roma". In mostra anche i dipinti "Pantheon" (2023, olio su tela, cm 120x80), "Colosseo quadrato" (2023, olio su tela, cm 130x100), e "Colosseo" (2023, olio su tela, cm 140x100).

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Mauro Reggio. Architettura d'avanguardia

Gardone Riviera - Villa Mirabella, Vittoriale degli Italiani

Apertura: 29/06/2024

Conclusione: 15/10/2024

Curatore: Marco Di Capua

Indirizzo: Via al Vittoriale 12 - Gardone Riviera (BS)

Orari: dalla 9 alle 20 (chiusura biglietteria ore 19)

Biglietti: 3 percorsi (interi: 18, 15, 12 euro; ridotti: 14, 12, 10 euro)

Per info: Tel. +39 0365 296511

Sito web per approfondire: https://www.vittoriale.it



Altre mostre a Brescia e provincia

Sculturamostre Brescia

Giuseppe Bergomi. Sculture 1982 / 2024

Dal 12 luglio al 1° dicembre 2024 Brescia celebra con una mostra Giuseppe Bergomi (1953), artista bresciano tra i maggiori esponenti della scultura figurativa contemporanea. leggi»

12/07/2024 - 01/12/2024

Lombardia

Brescia

Arte contemporaneamostre Brescia

Juan José Martínez Cánovas. Metamorphoseon

"Metamorphoseon" di Juan José Martínez Cánovas, dal 13 luglio al 25 agosto 2024 a cura di Jesús de la Peña Sevilla. leggi»

13/07/2024 - 25/08/2024

Lombardia

Brescia

Arte contemporaneamostre Brescia

Andy Warhol. The Age of Freedom

Fino al 22 settembre 2024 oltre 70 opere del genio americano attraverso le sue più celebri ed iconiche opere al Castello di Desenzano del Garda. leggi»

15/06/2024 - 22/09/2024

Lombardia

Brescia

Arte contemporaneaSculturamostre Brescia

Paolo Delle Monache. Diario tra memoria e oblio

Allestita nel Parco del Vittoriale, la mostra "Paolo Delle Monache. Diario tra memoria e oblio", resterà aperta al pubblico fino al 15 ottobre 2024. leggi»

29/06/2024 - 15/10/2024

Lombardia

Brescia

Arte contemporaneamostre Brescia

Voce di moltitudini | Zehra Doğan, Shadi Ghadirian, Iva Lulashi, Zanele Muholi, Terence Koh

Fondazione Giuseppe Iannaccone venerdì 28 giugno inaugura negli spazi della RSA Vittoria di Brescia – Korian la mostra Voce di moltitudini, ideata e realizzata dalla Fondazione. leggi»

28/06/2024 - 25/10/2024

Lombardia

Brescia

Fotografiamostre Brescia

Il Vittoriale delle Italiane

Una mostra fotografica tutta al femminile per raccontare il Vittoriale nell'ambito di Brescia Photo Festival 2024. leggi»

25/05/2024 - 30/09/2024

Lombardia

Brescia

Arte contemporaneamostre Brescia

D'Annunzio e la Cina

Del delicato rapporto tra Occidente e Oriente in relazione con il grande Poeta racconta la mostra D'Annunzio e la Cina. leggi»

25/05/2024 - 13/09/2024

Lombardia

Brescia

Arte contemporaneamostre Brescia

Haris Epaminonda. Vol. XXXII

Dal 25 maggio a fine luglio 2024 presso Galleria Massimo Minini di Brescia ospita "VOL. XXXII", di Haris Epaminonda, terza personale dell'artista cipriota in galleria. leggi»

25/05/2024 - 31/07/2024

Lombardia

Brescia

Fotografiamostre Brescia

Maurizio Galimberti. Brescia, Piazza Loggia 1974

Fino al 28 luglio 2024 al Museo di Santa Giulia le opere di Maurizio Galimberti ricordano la strage di Piazza della Loggia di Brescia, in occasione del cinquantesimo anniversario. leggi»

08/03/2024 - 28/07/2024

Lombardia

Brescia