Monica Pirone. In the name of the father

  • Quando:   15/06/2023 - 12/07/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a RomaRoma


Monica Pirone. In the name of the father

Nell'ambito del progetto Sprawl, "In the Name of the Father", mostra di Monica Pirone, è in programma a Roma, Atelier Montez, dal 15 giugno al 12 luglio 2023.

L'innovativo progetto Sprawl a cura di Giò Montez proseguirà poi con altre due mostre fino al 30 settembre.

Atelier Montez presenta una trilogia di mostre, articolate secondo un meccanismo fluidamente concatenato che diventa narrazione unica, come fossero tre capitoli dello stesso romanzo.
Ad abitare lo spazio, due artisti, Monica Pirone e Sergio Angeli, noti per la loro produzione individuale ma che da anni lavorano anche in duo sotto il nome di 4HANDS.
Fil rouge dei tre atti è l’audio-installazione del musicista Angelo Secondini, che ha concepito un lavoro site-specific seguendo da vicino il lavoro di Monica Pirone e Sergio Angeli fin dalla sua ideazione.

Incipit di questo progetto integrale è In the Name of the Father, mostra di Monica Pirone, che prende spunto dalla storia personale del rapporto contraddittorio col proprio padre per allargare lo sguardo a temi della sfera collettiva. La riflessione dell’artista è nata a seguito della morte paterna, da cui ha preso avvio una introspezione nella profondità del dolore o della sua assenza, tra le pieghe di una relazione dolcissima ma costellata di contrasti, che ha implicato anche considerazioni sul potere maschile e sull’abitare.

Il tema della casa, vissuto dalla famiglia Pirone prima come fonte di grandi gioie e benessere e successivamente di turbamenti e sofferenza, è il soggetto di questa mostra, proprio nella sua ambigua accezione di conforto, di possibile gabbia, quando non teatro di violenza.
Solitudine alienazione amore malinconia sono i sentimenti protagonisti di piccole installazioni che riproducono stanze, ambienti domestici dove il bianco domina ad annullare ed esaltare gli arredi. Di tanto in tanto, del tulle color carne fa la sua comparsa quale astrazione dell’elemento umano che si amalgama o diventa a sua volta fiore, lampadario, fiume in piena. Sulla parete di fondo di ogni stanza compaiono, come lampi che accendono significati, alcuni stralci di frasi poetiche estratte dai diari del padre dell’artista, che per tutta la vita ha ossessivamente scritto di suo pugno o ricopiato passi da libri di storia, di filosofia, saggi.... leggi il resto dell'articolo»

Il rapporto con l’elemento maschile ricorre anche nei modellini di diverse tipologie di edilizia abitativa, dalla villetta aggraziata alla palazzina borghese che conserva tutto sommato una sua umanità, fino al popolare fabbricato-alveare e addirittura alle macerie. La natura, se è presente, è ridotta all’osso, vittima di quel che le succede intorno. Dalla realizzazione positiva alla catastrofe, la messa in scena rappresenta sottotraccia la responsabilità di uomini in posizioni di potere che hanno deciso le sorti di vite altre, nella sfera privata, pubblica, globale.

In questo percorso sentimentale, dove il personale è più che mai politico, Monica Pirone ha voluto rendere un vero e proprio omaggio al padre, elaborazione poetico-onirica di un ricordo preciso legato ai suoi ultimi momenti di vita. Una sorta di nitida apparizione, dal letto d’ospedale, di piazza Navona, luogo natio, è rievocata nell’unica installazione a scala naturale di tutta la mostra: «Ho voluto recuperare immagini anni Cinquanta del suo luogo d’infanzia, per video-proiettarle, rielaborate e scomposte, davanti a un letto bellissimo, antico e prezioso”...

(Claudia Pecoraro)

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Monica Pirone. In the name of the father

Roma - Atelier Montez

Apertura: 15/06/2023

Conclusione: 12/07/2023

Curatore: Giò Montez

Indirizzo: Via di Pietralata 147/a - Roma

Inaugurazione: 15 giugno ore 18,30



Altre mostre a Roma e provincia

Arte contemporaneamostre Roma

Estate in arte 2024

L'incantevole panorama dei Castelli Romani ospita "Estate in arte", il week end dal 26 al 28 luglio 2024 al Museo Civico Tuscolano- Scuderie Aldobrandini di Frascati. leggi»

26/07/2024 - 28/07/2024

Lazio

Roma

Ingresso gratuito

Arte contemporaneaArchitetturamostre Roma

Rita Sabo. Sacred Planet

In collaborazione con la Fondazione YOU - Education for Children in Need, il Museo MAXXI-Museo Nazionale delle arti del XXI secolo di Roma presenta le opere di Rita Sabo. leggi»

04/07/2024 - 25/08/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero

Mostre tematichemostre Roma

La caduta del muro di Berlino: 35° anniversario

La Galleria Russo inaugura dal 18 ottobre al 15 novembre 2024 una mostra esclusiva, curata da Carlo Maria Lolli Ghetti, dedicata al trentacinquesimo anniversario della caduta del muro di Berlino. leggi»

18/10/2024 - 15/11/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneaSculturamostre Roma

Roberta Morzetti. 6_24

Da giovedì 13 giugno 2024, la Basile Contemporary di Roma – diretta da Rosa Basile – ospiterà la mostra personale "6_24" della nota scultrice Roberta Morzetti. leggi»

13/06/2024 - 30/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Beatrice Pediconi...senza turbare una stella

"...senza turbare una stella", le raffinate e delicate composizioni di Beatrice Pediconi sono in mostra a Roma dal 20 settembre al 10 novembre 2024. leggi»

20/09/2024 - 10/11/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Alessia Babrow. Love My Mother per il Progetto #EX_TRA

Il 18 luglio 2024 Alessia Babrow presenta due ulteriori opere in cantieri del Gruppo Pouchain per il Progetto #EX_TRA: Universal Heartbeat e Love is Stronger Than Hate. leggi»

18/07/2024 - 30/09/2024

Lazio

Roma

Sculturamostre Roma

Botero a Roma

Per la prima volta a Roma le sculture di Botero, dal 10 luglio al 1°ottobre 2024 in alcune delle piazze più belle di Roma. leggi»

10/07/2024 - 01/10/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Isabella Ducrot. Tessere è umano

Dal 1 agosto 2024 al 16 febbraio 2025 il Museo delle Civiltà presenta "Tessere è umano" di Isabella Ducrot...e le collezioni tessili del Museo delle Civiltà". leggi»

01/08/2024 - 16/02/2025

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Mapping Ego. Un viaggio nell'Identità

Rossocinabro è lieta di presentare la mostra Mapping Ego, un'indagine coinvolgente del panorama artistico attuale attraverso le opere di artisti internazionali. leggi»

22/07/2024 - 30/08/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero