Paolo Capponcelli. I taccuini della darsena

  • Quando:   03/07/2024 - 11/07/2024
  • evento concluso

DisegnoMostre a RavennaRavenna


Paolo Capponcelli. I taccuini della darsena
Paolo Capponcelli, Ravenna Darsena, pagina 3

Mercoledì 3 luglio 2024 alle ore 21:00 presso lo spazio espositivo Pallavicini22 Art Gallery in Viale Giorgio Pallavicini 22 a Ravenna, si inaugura la personale di Paolo Capponcelli "I taccuini della darsena", a cura di Luca Maggio. Il catalogo della mostra, con progetto grafico di Claudio Calari, riporta il testo critico di Luca Maggio accompagnato da una nota dell'artista.

La mostra rimarrà allestita fino a giovedì 11 luglio 2024 e sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle 19 alle 22. Ingresso libero.
La sera di lunedì 8 luglio alle ore 20.30 presso la sala convegni dell'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale in Via Antico Squero, 31 a Ravenna è programmata una conversazione fra Luca Maggio e Paolo Capponcelli. Artista e curatore saranno presenti fin dalle ore 20 nell'area antistante per godere delle luci e dei colori del tramonto sulla darsena di città.

L'evento, promosso e organizzato da CARP Associazione di Promozione Sociale in collaborazione con lo Spazio Espositivo PALLAVICINI 22 Art Gallery, con l'Archivio Collezione Ghigi-Pagnani e con Felsina Factory, si avvale del patrocinio del Comune di Ravenna Assessorato alla Cultura, dell'Accademia di Belle Arti di Ravenna, dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale.

La Mostra
Lo spazio espositivo Pallavicini 22 accoglierà la prima mostra dedicata ai taccuini di Paolo Capponcelli dopo la prima presentazione del volume "Mille disegni dal vero. Architetture Luoghi Personaggi. Carnets 1980/2023, Forlì 2024" presso il Museo Civico Archeologico di Bologna lo scorso 16 maggio.

Capponcelli ha una passione antica per Ravenna, frequentata sin da giovane e da lui detta "città fuoriserie dell'Emilia-Romagna avendo monumenti originali, unici al mondo per importanza storico artistica". Ma è la Darsena ravennate il cuore pulsante del suo ritrovarsi, il dichiarato suo "vero amore". Prendere la bicicletta e raggiungere ogni volta che gli è possibile questo quartiere della città rappresenta per lui una pratica di libertà "perché", dice, "pur avendo dei legami di conoscenza, non ho altro interesse se non quello di scoprirne i luoghi".
Le "mezze ore" sue, volte a delineare gli edifici che ne costituiscono il paesaggio antropico-naturale, come il palazzo condominiale a mosaico di Cino Zucchi, o quello dell'Autorità Portuale, o i pub e i locali che nel tempo hanno aperto riconvertendo vecchi magazzini dismessi, o altri colmi di fascinazione proprio perché in stato di abbandono, come il cosiddetto Sigarone insieme a ulteriori lacerti industriali, o gli oggetti mobili come la nave Lady Aziza e il Moro di Venezia, gli hanno suggerito, partendo da disegni di circa 15x20 cm, gli ingrandimenti su plexiglas (circa 50x80 cm) di questa esposizione, con stampe ora più lucide per restituire la liquidità marina e cromatica degli originali, ora più opache per i bianchi e neri delle piattaforme e dei pozzi di estrazione di idrocarburi.... leggi il resto dell'articolo»

Per Capponcelli "il disegno è libero da regole" e "disegnare dal vero" è "atto (...) indispensabile". Lo emoziona, senza pudore nel dichiararlo. Non parte con atteggiamento analitico, non registra solo al fine di mere progettazioni future. E non avverte questo come difetto, essendo in buona compagnia: esempio, Louis Kahn, di cui cita in un suo testo "i bei disegni pittorici (...) a Corinto" quali "pitture di emozione". Questo non esclude che, a posteriori, alcuni frammenti raccolti si siano tradotti secondo i moti carsici e bizzarri della memoria in realizzazioni attuate come PANSTUDIO, dalla sala interrata della Pinacoteca di Bologna in cui viene reinterpretato il soffitto dell'auditorium del Louvre dell'architetto Pei, alle rampe pavimentali di Piazza Nettuno che custodiscono le reminiscenze "di situazioni analoghe ad Arezzo e a Pistoia dove i piani inclinati incontrano le gradinate ritagliandole geometricamente."

La mostra gode del Patrocinio del Comune di Ravenna Assessorato alla Cultura
Accademia di Belle Arti di Ravenna, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale.

Progetto CARP per la città | Testo critico Luca Maggio | Progetto grafico: Claudio Calari
Organizzazione allestimento QUADRICROMA, Francesco Taglioli | Evento promosso e organizzato da CARP Associazione di Promozione Sociale con Spazio Espositivo PALLAVICINI 22 Art Gallery, Archivio Collezione Ghigi-Pagnani, Felsina Factory

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Paolo Capponcelli. I taccuini della darsena

Ravenna - Pallavicini 22 Art Gallery

Apertura: 03/07/2024

Conclusione: 11/07/2024

Organizzazione: CARP Associazione di Promozione Sociale con Pallavicini 22 Art Gallery

Curatore: Luca Maggio

Indirizzo: Viale Giorgio Pallavicini, 22 - Ravenna (RA)

Inaugurazione: 3 luglio 2024 alle ore 21:00

Orario: dalle 19:00 alle 22:00

Talk: lunedì 8 luglio alle 20.30 | sala convegni dell'Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale in Via Antico Squero, 31-Ravenna | conversazione fra Luca Maggio e Paolo Capponcelli.

- pallavicini22.ravenna@gmail.com

Sito web per approfondire: https://www.pallavicini22.com/

Facebook: Pallavicini22



Altre mostre a Ravenna e provincia

Arte contemporaneaSculturamostre Ravenna

L'arte di Simone Crespi

Alla project room del MIC Faenza il 28 giugno inaugura la mostra, a cura di Sandro Conte, sul lavoro di Crespi tra visionarietà contemporanea e tematiche universali-esistenziali. leggi»

29/06/2024 - 01/09/2024

Emilia Romagna

Ravenna

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Ravenna

Zinaida Capatina. Cromovisioni

Le Pescherie della Rocca Estense a Lugo ospitano una mostra Personale di Zinaida Capatina dal titolo "Cromovisioni". leggi»

29/06/2024 - 15/07/2024

Emilia Romagna

Ravenna

DesignArte della Ceramicamostre Ravenna

Gio Ponti. Ceramiche 1922-1967

"Gio Ponti. Ceramiche 1922-1967" porta in mostra oltre duecento opere dell'inventore del Made in Italy, tra ceramiche, vetri, arredi e disegni, restituendo il ritratto di un'eredità stilistica senza tempo. leggi»

17/03/2024 - 13/10/2024

Emilia Romagna

Ravenna