Arte contemporanea InstallazioniMostre a Roma

Prospicio. installazione site-specific di Marina Quaranta

  • Quando:   03/03/2023 - 24/03/2023
  • evento concluso
Prospicio. installazione site-specific di Marina Quaranta

L’Associazione Culturale TRAleVOLTE è lieta di presentare l’installazione site-specific Prospicio di Marina Quaranta, ideale prosecuzione del progetto per la storica “Biblioteca Mons. Pedicini” del Museo Diocesano di Monopoli.
Prospicio” è il lemma latino che dà origine al termine prospettiva, significa avere la vista in su ma anche guardare avanti, vedere lontano, fare la guardia, stare in osservazione, badare, aver cura, osservare, scorgere, spiare, intravedere... rimandando, dunque, ad un senso di visione a tutto tondo della realtà, che ne abbraccia tutte le manifestazioni.
L’artista ha concepito quest’opera come una “macchina prospettica”, un’architettura nell’architettura, come avviene nella celebre tavola di San Girolamo nello studio (1474-75 ca.) di Antonello da Messina. Analogamente prendono forma spunti letterari, come il racconto distopico La biblioteca di Babele di Jorge Luis Borges, dove la biblioteca viene descritta come un luogo infinito in cui eterni “viaggiatori” vagano nel tempo e nello spazio “alla ricerca di un libro, del catalogo dei cataloghi” e parlano di “scale senza gradino, dove per poco non si ammazzano”, di speranza e scoramento, di contraddizioni infinite. Un altro riferimento è Merzbau di Kurt Shwizzer in cui luogo, architettura e scultura si fondono prendendo la forma dello studio temporaneo dell’artista orientato in verticale, dove il frammento si fa segno, appunto, intuizione.
La “scala” diviene contenitore-wunderkammer, un caleidoscopio di rimandi, una scatola magica che cela alcune opere e ne espone altre; una macchina del tempo, in cui il passato, il presente e il futuro prendono forma in un progetto ascensionale che invita a far fluire e incrociare i pensieri, tra narrazione, citazione e immaginario.
L’inciampo genera la scoperta, il racconto utilizza la fiaba e riflette sull’iconografia delle opere esposte, “l’arte torna arte”, la preghiera, il pensiero, il vissuto personale, s’intrecciano e diventano un tutt’uno con il luogo.

Marina Quaranta invita ad entrare in questo spazio che diventa ancora più suggestivo nel trovare nuovi spunti di riflessione in relazione al complesso architettonico della Scala Santa. Uno spazio che è fisico e visionario, per perdersi; chiudersi per aprirsi, mostrando il proprio mondo mentre lo si nasconde, perché tutto sfugge, nulla è mai abbastanza compiuto e la visione è sfocata, consapevole che il viaggio di chi cerca è sempre incerto.
Accompagnata dalla pubblicazione monografica realizzata con la collaborazione del Museo Diocesano, il Patrocinio della Città di Monopoli - Assessorato alla Cultura e la collaborazione di Unipol Sai - Assicurazioni, Agenzia Generale di Putignano in occasione della mostra tenutasi a Monopoli (con testi di Miranda Carrieri, Direttore del Museo, Manuela De Leonardis, Massimo Romanazzi, Giuseppe Ciaccia, Giuseppe Liuzzi) è costituita anche dalla sezione Innesti con interventi multidisciplinari creati da alcuni amici di Marina Quaranta che con l’artista hanno condiviso significativi momenti di ricerca: Mediterranei di Giuseppe Ciaccia, Racconti di viaggio di Dino Lorusso, Inciampi di Massimo Romanazzi e Da Ulisse a Zarathustra: l’interminabile cammino di Giuseppe Liuzzi.

Notizie biografiche:
Marina Quaranta è nata nel 1978 a Castellana Grotte, dove vive e lavora. Diplomata in Scultura all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano, dal 2008 insegna Discipline Plastiche e Scultoree al Liceo Artistico Luigi Russo di Monopoli. Dal 2014 al 2016 è stata docente di disegno per la scultura all’Accademia di Belle Arti di Bari. L’installazione e la scultura sono i linguaggi artistici con cui si esprime principalmente, ricorrendo a materiali diversi per suggerire molteplici letture dell’opera. Affronta il tema dell’abitare, esplorando il rapporto tra spazio fisico e mentale, interno ed esterno, memoria e quotidiano. I suoi lavori, sono punteggiati di simboli e metafore che tracciano una sorta di “biografia emotiva” in cui s’intrecciano la memoria personale con quella dei luoghi ospitanti.
Ha esposto in diversi spazi in Italia e all’estero, tra questi: Il Museo Diocesano di Monopoli (BA), Torre Medievale di Ceprano (Ceprano-FR), MUMA- Museo della Maiolica, Laterza (TA); Museo Archeologico di Bitonto (BA); Sala Murat, Bari; Teatro Margherita, Bari; Galleria Koma, Mons (Belgio), GAMEC-Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo; Assab One, Milano; Galleria Corraini, Mantova.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Prospicio. installazione site-specific di Marina Quaranta

Apertura: 03/03/2023

Conclusione: 24/03/2023

Organizzazione: Associazione Culturale TRAleVOLTE

Curatore: Manuela De Leonardis e Massimo Romanazzi

Luogo: Roma, Associazione Culturale TRAleVOLTE

Indirizzo: Piazza di Porta San Giovanni, 10 - 00184 Roma

Inaugurazione: venerdì 3 marzo ore 18.00-20.30

In occasione del vernissage della mostra, , azienda vitivinicola, fondata nel 1967 da Dino Santarelli, offrirà una degustazione dei propri vini.

Orari: dal lunedì al venerdì ore 16,00-19,00

Sito web per approfondire: https://www.tralevolte.org



Altre mostre a Roma e provincia

Arte contemporanea Architettura

Ambienti 1956-2010. Environments by Women Artists II

Fino al 20 ottobre 2024 al Maxxi di Roma "Ambienti 1956-2010. Environments by Women Artists II", una mostra che mette al centro l'esperienza fisica come forma di conoscenza. leggi»

10/04/2024 - 20/10/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea

Wynnie Mynerva. Presagio

Fondazione Memmo presenta "Presagio", la prima mostra personale in Italia dell'artista peruviana Wynnie Mynerva, a Roma dal 8 maggio al 3 novembre 2024. leggi»

08/05/2024 - 03/11/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea

Fra Artisti III - una collezione particolare

Lo Studio Tibaldi Arte Contemporanea ospita la 3^ edizione della mostra di artisti contemporanei e moderni. leggi»

12/04/2024 - 30/04/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea

Ilaria Rezzi. Peccati Blu, I Sette Peccati Capitali tra luci e ombre

A Roma apre la mostra di arte contemporanea, "Peccati Blu", il 12 aprile 2024, ore 18:00, presso la Artesse Gallery - Roma, Via di Ripetta 16 - Fino al 31 maggio 2024. leggi»

12/04/2024 - 31/05/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea

Flaviana Pesce. Simboli svelati

La Galleria Vittoria di Via Margutta 103 a Roma, dal prossimo 19 aprile alle ore 18.00 ospita la personale "Simboli Svelati" di Flaviana Pesce, curata da Tiziana Todi. leggi»

19/04/2024 - 01/05/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea

Le tentazioni di Apollo

Il PRAC Centro per L'Arte Contemporanea di Ponzano Romano è lieto di presentare un grande progetto collettivo a cura di Graziano Menolascina e Sergio Pimpinelli. leggi»

12/05/2024 - 07/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea

Nicola Pucci. Clash

Von Buren Contemporary è lieta di presentare CLASH, la mostra personale di Nicola Pucci, con testo critico di Gianluca Marziani. leggi»

18/04/2024 - 14/05/2024

Lazio

Roma

Arte contemporanea

L'arte è il luogo in cui celebriamo l'incomprensibile

Aprirà l'8 aprile, per protrarsi fino al 31 maggio, la mostra di artisti internazionali organizzata da Rossocinabro: L'arte è il luogo in cui celebriamo l'incomprensibile. leggi»

08/04/2024 - 31/05/2024

Lazio

Roma

Entrata libera

Arte contemporanea

Vittorio Pavoncello. Vicino e lontano

Mercoledì 10 aprile alle ore 17, nello storico palazzo sede della Fondazione Marco Besso ETS si inaugura la mostra di Vittorio Pavoncello, Vicino e lontano. leggi»

11/04/2024 - 26/04/2024

Lazio

Roma