Arte contemporanea‎Mostre a Varese

Silvio Monti. Exxistere

  • Quando:   01/10/2022 - 13/11/2022
  • evento concluso
Silvio Monti. Exxistere

Sabato 1° ottobre 2022 verrà inaugurata la mostra personale di Silvio Monti dal titolo "Exxistere" curata da Patrizia Di Modugno e ospitata nella suggestiva sede del Castello di Masnago a Varese.

La parola che offre il titolo alla mostra è una libera interpretazione del termine latino “exsistĕre”. La sua etimologia rimanda all'essere “buttato fuori”, “calato nella realtà” e allude alla condizione dell’essere umano che viene lanciato nel mare magnum della vita alla ricerca di senso, tema ontologico di tutti i tempi.

L'esposizione offre un’ampia panoramica dell'ultimo ventennio produttivo dell’artista dispiegata in un excursus cronologico-tematico che ricostruisce i temi a lui cari: il volto, i media, la calligrafia, l’inconscio e gli archetipi.

Nella prima sala si incontrano facce dipinte su quotidiani, in dialogo con le sculture di cartapesta nel rivelare la stretta connessione del soggetto con l’informazione di massa: infatti, è diventato normale in questi ultimi decenni essere avvolti e travolti da un flusso ininterrotto di notizie, poiché i medium, intesi a veicolare informazioni, sono molteplici e spesso assumono più rilevanza del messaggio stesso. Monti, colpito dalla mediatizzazione pervasiva di ogni momento della vita sociale e privata, intende esporre e mettere in causa questi condizionamenti, assieme alla drammatica erosione degli spazi personali a vantaggio delle tecno dipendenze in grado di sedurre con i tratti rassicuranti del progresso, della libertà di espressione e dell’intrattenimento ancorché con le atroci immagini della guerra trasformata in spettacolo. I volti sui quotidiani, mai uguali fra loro ci spingono a reagire alla realtà per come ci viene proposta e pensare alla verità oltre le apparenze.

Nel proseguire l’iter della mostra le suggestioni si fanno più intime grazie a opere realizzate su forme verbo-visive ingrandite e messe al contrario al punto da perderne il senso compiuto. E’ possibile osservare sullo sfondo di lettere mai spedite, come su volti e sculture, frammenti di scrittura proposti quali mezzi di esplorazione della psiche e dell’immaginario che collegano l’artista al filone della Poesia Visiva, neoavanguardia artistica diffusasi a partire dagli anni Sessanta. Anche in queste opere è consegnato poco spazio alla ragione, perché le frasi sono spogliate del loro significato e rimangono come ombre rotte indicanti il libero fluire delle forze vitali connesse all’inconscio: intuizioni, coincidenze, déjà vu, sogni… che è necessario reintegrare nel vivere quotidiano, pena la perdita di sé.... leggi il resto dell'articolo»

Ma gli incontri si fanno ancora più stravaganti nelle ultime sale grazie a personaggi primitivo-surreali plasmati dall’artista attingendo al proprio patrimonio mnemonico e dall’inconscio collettivo, per cui, a distanza di cento anni dalla psicologia di Carl Gustav Jung le imponenti sculture danno forma a uomini e donne primordiali capaci di generarsi per forza autonoma da una matrice psichica archetipica.

Questo ricorso alla simbologia evidenzia la grande capacità dell'artista di essere presente alla vita e filtrare le forze primigenie per poi riprenderle, in maniera genuina e sensibile, in forme contemporanee d’interpretazione. La libertà di genere e gli innesti fra specie, come l’uomo-uccello, riflettono una società liquida in veloce cambiamento dei limiti, in cui diventa vitale una riflessione attorno ai valori identitari dell’essere umano

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Silvio Monti. Exxistere

Apertura: 01/10/2022

Conclusione: 13/11/2022

Curatore: Patrizia Di Modugno

Luogo: Museo Civico d’Arte Moderna e Contemporanea del Castello di Masnago

Indirizzo: Via Cola di Rienzo, 40 - 21100 Varese

Inaugurazione: 1 ottobre ore 17.00

Sito web per approfondire: https://www.museivarese.it



Altre mostre a Varese e provincia

Arte contemporanea‎

Antonio Delluzio. Lo spazio sul comodino

Dal 17 al 25 febbraio 2024, in occasione dell'importante rassegna FilosofArti, il fotoclub Il Sestante di Gallarate ospita la prima della mostra "Lo spazio sul comodino" di Antonio Delluzio. leggi»

17/02/2024 - 25/02/2024

Lombardia

Varese

Ingresso gratuito

Arte contemporanea‎

Mauro Reggio. Un-reality

Dal 17 febbraio al 16 marzo 2024 Punto sull'Arte di Varese ospita la grande pittura aulica di Mauro Reggio con la personale "Un-reality". leggi»

17/02/2024 - 16/03/2024

Lombardia

Varese

Arte contemporanea‎

Eroi?

Dal 19 gennaio Cramum presenta al Campus Reti di Busto Arsizio la grande mostra collettiva "Eroi?", che rimarrà aperta fino al 30 maggio. leggi»

19/01/2024 - 30/05/2024

Lombardia

Varese

Scultura

Michele Ciacciofera. Condensare l'infinito

Fino al 7 aprile il Maga di Gallarate ospita la mostra di Michele Ciacciofera, "Condensare l'infinito". leggi»

17/12/2023 - 07/04/2024

Lombardia

Varese

Disegno

Giovanni Campus. Tempo in processo

Fino al 7 aprile il MAGA di Gallarate ospita la mostra di Giovanni Campus, "Tempo in processo. Rapporti, misure, connessioni. Disegni 2021-2023". leggi»

17/12/2023 - 07/04/2024

Lombardia

Varese

Arte contemporanea‎

Dadamaino 1930-2004

Fino al 7 aprile al MA*GA di Gallarate la retrospettiva dedicata a Dadamaino, tra le principali protagoniste dell’avanguardia del secondo Novecento. leggi»

17/12/2023 - 07/04/2024

Lombardia

Varese