Soledad Agresti. 2 metri cubi di paradiso

  • Quando:   07/06/2024
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a Roma


Soledad Agresti. 2 metri cubi di paradiso

Inaugura il 7 giugno 2024 dalle ore 19.00, durante l'Argofest 2.4, il progetto artistico di Soledad Agresti dal titolo "2 metri cubi di paradiso" presso il Crocicchio, nel quartiere romano di Torre Maura, inserito all'interno del progetto "Sesto Senso" dello Spazio potenziale Argolab 2, scritto con il supporto delle organizzazioni IL MOSAICO SCS e COLLEGAMENTI SCS, con il finanziamento dalla Fondazione Alta Mane Italia.

Vi siete mai chiesti come è fatto il Paradiso!? Soledad Agresti si e, con la sua sensibilità e genialità, ne ha tratto un' opera d'arte partecipata che, coinvolgendo il fruitore, lo porta necessariamente a riflettere.

L' artista indaga il concetto del paradisiaco e del Paradiso a partire dalla sua definizione etimologica e ne rintraccia le radici nella lingua greca antica, παράδεισος, paradeisos che si traduce con giardino, luogo fiorito ma che deriverebbe dal termine iranico, *pardēz, luogo recintato...

E allora si (e ci) pone la domanda: che luogo è il Paradiso?! Un eden, un luogo felice ma chiuso, circoscritto e riservato a pochi eletti?!

Soledad Agresti penetra così nel significato della parola Paradiso, lo indaga e lo fa diventare significante nella sua installazione rendendo partecipe lo spettatore/fruitore in una sorta di rituale.... leggi il resto dell'articolo»

L'artista riflette, ragiona per assurdo, crea un paradosso fino a tradurlo nella sua personale visione di Paradiso che così "diventa escludente perché è il luogo a cui possono accedere solo in pochi, in cui tutti vogliono entrare ma non si può! E di rimando diventa anche un luogo anelato, compendio di piaceri, essenza di beatitudine, invidia di chi ne è privo. Al pari dei migliori privè, più un posto è esclusivo più è paradisiaco, più è paradisiaco più è escludente, maggiore è l'invidia dell'escluso più l'incluso gode. Portando all'estremo questa idea potremo dire che il massimo del paradiso è quel posto che include solo "me" ed esclude tutti gli altri".

Tutto questo viene sintetizzato in un'opera d'arte, un monolite d'oro, con chiari rimandi alla dimensione aurea e quindi divina, decorato con dei tralci e fiori stilizzati che ricordano il giardino dell' Eden; all' interno la superficie è completamente rivestita di specchi: lo spettatore/fruitore si colloca fisicamente e mentalmente in una dimensione che diventa onirica e surreale, un paradiso meraviglioso ma esclusivo ed escludente dove la sua immagine, che si riflette infinite volte, diventa metafora di un ego spropositato ma solo con se stesso.

La permanenza in Paradiso non è più così paradisiaca ma accade che per poter uscire, per poter evadere dall'Elisio, sia necessario chiedere aiuto all' esterno, a coloro che erano stati volutamente esclusi e lasciati fuori, per permettere a quell'uno di essere il "prescelto". Il rituale collettivo nuovamente si compie: gli esclusi apriranno la porta e lo riaccoglieranno tra loro, eliminando il privilegio e riportando l'uguaglianza tra i ruoli.

Rimarrà il simulacro d'oro a monito e a memento che il privilegio di uno viene sempre dalla negazione del diritto di un altro. La comunanza assume un valore maggiore rispetto all' idea di Paradiso.

Fondamentale per il completamento del significato dell'opera, nella sua essenza, è anche il luogo (di elezione) scelto dall'artista: il Giardino del Crociccio, cortile delle case popolari, diventa emblematico e simbolico, metafora dell' installazione artistica... concepito quindi da Soledad Agresti come un luogo altro e altrove, situato ai bordi di una periferia romana quasi dimenticata, recintato e destinato a coloro che sono stati relegati ai margini.

O forse no!

Un totale ribaltamento di significato che, grazie all' opera d'arte di Soledad Agresti, ci impone una visione del reale da un'altra prospettiva.

L'evento "2 metri cubi di Paradiso" gode dei patrocini del: MIC, Regione Lazio, Comune di Roma- Assessorato alla cultura, Municipio VI-LE TORRI, Unione Internazionale degli Istituti di Archeologia, Storia e Storia dell'Arte in Roma, SAPIENZA Università di Roma, CIU (Confederazione Italiana di Unione delle professioni intellettuali).

Note biografiche

Soledad Agresti è un'artista poliedrica e versatile che si esprime attraverso i molteplici linguaggi visuali:pittura, scultura, performance. li padroneggia, li fa totalmente suoi.

Il suo lavoro non discrimina tra opere dal carattere intimo (dipinti, disegni) e interventi di grandi dimensioni quali murales e/o istallazioni pubbliche. L' artista riflette, obbligando necessariamente anche lo spettatore a fare altrettanto, sui temi di "costrizione - frustrazione" e di "tempo, corrosione e ossidazione", processi disgregativi della forza: la potenza esplosiva costretta, limitata, bloccata o erosa.

Animata da un grande estro e impeto creativo, come da un fuoco sacro, tutto quello che la circonda diventa arte, riflesso manifesto della contemporaneità.

Le sue opere sono all' interno di alcuni musei demoantropologici. Espone e ad esposto in un numerose città italiane, dalla Sicilia alla Lombardia. Presente in numerose pubblcicazioni tra cui "Writing and Performing Female Identity in Italian Culture" edito da Palgrave – Macmillan in cui si analizza la sua produzione autoriale in affiancamento a quella artistica.

Vive, lavora e insegna a Roma dove opera come artista inserita nella manifestazione annuale RAW (Rome Art Week); è inoltre attiva in progetti pubblici per i quali ha realizzato numerose opere di street-art.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Soledad Agresti. 2 metri cubi di paradiso

Roma - Giardino Crocicchio

Apertura: 07/06/2024

Conclusione: 07/06/2024

Organizzazione: Spazio potenziale Argolab 2

Curatore: Testo critico Ilaria Giacobbi

Indirizzo: Via delle Pispole, via delle Canapiglie - Roma

Inaugurazione: 7 giugno 2024 dalle ore 19.00

Per info: soledadagresti@gmail.com

Sito web per approfondire: https://www.argolab2.it/



Altre mostre a Roma e provincia

Arte contemporaneamostre Roma

Nino Perrone. Nel vento della pittura

Nino Perrone presenta la sua nuova personale "Nel vento della pittura" alla Galleria Vittoria di Roma, dal 19 giugno al 06 luglio 2024. leggi»

19/06/2024 - 06/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Not-Only Urban

Dal 21 al 30 giugno 2024 la città di Frascati accoglie la collettiva "Not-Only Urban", curata da Alessio Musella e Alessandro Giansanti: Urban, Street Art, Pop e Neo-Pop, Art brut, Naïf e Graffitismo. leggi»

21/06/2024 - 30/06/2024

Lazio

Roma

libero e gratuito

Arte contemporaneamostre Roma

Corrado Veneziano | Dipingendo Cavalcaselle, di tersa mano

Fino al 28 luglio 2024 il Museo Nazionale Romano ospita la mostra di Corrado Veneziano, il suo tributo a Giovanni Battista Cavalcaselle, studioso originali e affascinanti della storia dell'arte italiana. leggi»

19/06/2024 - 28/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Processi 151

Accademia di Spagna a Roma presenta PROCESSI 151 dal 20 giugno fino al 1° settembre 2024. leggi»

20/06/2024 - 01/09/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

S-XS

La Galleria il Leone di Roma, il giorno 21 giugno 2024 alle ore 18.00 inaugurerà la mostra intitolata S-XS. leggi»

21/06/2024 - 06/07/2024

Lazio

Roma

Ingresso gratuito

InstallazioniVideo artmostre Roma

Spazio Griot presenta Riverberi

Dal 20 giugno al 28 luglio la Pelanda del Mattatoio di Roma accoglie per il terzo anno consecutivo Riverberi, la programmazione artistica di SPAZIO GRIOT. leggi»

20/06/2024 - 28/07/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Just add water: Something fishy

PrimaLinea Studio presenta la bipersonale di Alessandra Cecchini e Andrea Frosolini "Just add water: Something fishy", a Roma dal 22 giugno al 7 settembre 2024. leggi»

22/06/2024 - 07/09/2024

Lazio

Roma

Ingresso libero su appuntamento

Arte contemporaneamostre Roma

Andrea Barzini. Camerun

Dal 12 al 19 giugno 2024, il rinomato regista, scrittore e artista Andrea Barzini presenterà la sua nuova mostra dal titolo "CAMERUN" allestita presso la Galleria Mo.C.A. di Roma. leggi»

12/06/2024 - 19/06/2024

Lazio

Roma

Arte contemporaneamostre Roma

Nessun dorma | Mostra collettiva in omaggio a Giacomo Puccini

LA__LINEA artecontemporanea inaugura, in occasione del centenario della scomparsa del Maestro Giacomo Puccini (1924-2024), negli spazi dell'associazione culturale. leggi»

12/06/2024 - 26/06/2024

Lazio

Roma