Sottopelle. Storie di memorie e persistenze

  • Quando:   31/03/2019 - 01/05/2019
  • evento concluso

Arte contemporanea‎

Sottopelle. Storie di memorie e persistenze

Dal 31 marzo all'1 maggio 2019 Villa Caldogno (VI) ospita il secondo atto di "Sottopelle. Storie di memorie e persistenze" a cura di Serena Filippini e Matteo Galbiati.

"Sottopelle. Storie di memorie e persistenze" è un progetto espositivo che, suddiviso in tre atti, ciascuno con una mostra d’arte contemporanea, riflette sul tema della memoria.

La mostra sarà allestita nella Villa Caldogno (VI), attribuita ad Andrea Palladio, inserita tra i Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. In esposizione le foto-autoritratto di Roman Opalka (1931-2011) e i dipinti di Nicolò Tomaini (1989) che porteranno a riflettere su come il tempo agisce sulla memoria.

Inaugurazione: domenica 31 marzo ore 18.00 presso Villa Caldogno - Caldogno (VI).
Orari: sabato 9.00-12.00 e 15.00-18.00; domenica 9.00-12.00.

Mercoledì 1 maggio ore 16.00 presentazione del catalogo “Nicolò Tomaini. Verranno giorni senza nome” a cura di Matteo Galbiati. Presenzieranno all’incontro l’artista, il critico e la gallerista.

Le mostre sono patrocinate da: Comune di Pandino, Comune di Caldogno, Comune di Vermiglio e Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia.

Titolo: Sottopelle. Storie di memorie e persistenze

Apertura: 31/03/2019

Conclusione: 01/05/2019

Curatore: Serena Filippini e Matteo Galbiati

Luogo: Villa Caldogno - Caldogno (VI)

Indirizzo: via Zanella 3, Caldogno (VI).