Ventrone. La natura è morta la pittura è viva

  • Quando:   13/05/2023 - 16/07/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a VeneziaLuciano VentroneLuca BeatriceVenezia


Ventrone. La natura è morta la pittura è viva
Viaggiatori 2, 2011-2017 olio su tecnica mista su tela di lino 60 x 80 cm

Arriva a Venezia la pittura “più vera del vero” di Luciano Ventrone. Le stupefacenti e virtuosistiche nature morte del pittore romano scomparso due anni fa, tra i più importanti artisti figurativi italiani degli ultimi decenni, per indagare l’essenza della realtà.

La pittura stupefacente di Luciano Ventrone - per taluni iperrealistica, quasi “metafisica”, più vera del vero - le sue famose nature morte, ma non solo, giungono a Venezia a due anni dalla scomparsa dell’artista romano (1948 - 2021) in una mostra curata da Luca Beatrice, promossa dalla Venice International University e dalla Fondazione Ventrone Gibilisco, con l’organizzazione de il Cigno GG Edizioni e Villaggio Globale International, in programma a Palazzo Pisani Revedin (Campo Manin) dal 13 maggio al 16 luglio 2023.

Spesso complicata dall’esercizio dell’anamorfosi più difficile e più spericolata (ma perfettamente svolta e calibrata) la pittura di Luciano Ventrone è una continua scoperta ottica, un incessante recupero della realtà oggettiva, che riemerge dopo l’alluvione di forme astratte, di cerebrali logogrifi, di grumi materici e di scritture gestuali”: scriveva così Federico Zeri dell’artista che aveva attirato la sua attenzione alla fine degli anni Ottanta, e che lo stesso storico dell’arte volle definire “Il Caravaggio del XX secolo”.

Un’intuizione sicuramente illuminante che ha indotto la critica a un confronto tra nature morte di ieri e di oggi e a un’analisi delle affinità tra la pittura del grande seicentesco e le prodezze di Ventrone, ma anche a comprendere gli elementi della modernità e dell’attualità dell’artista e le ragioni ultime della sua arte: la resa particolarissima della luce, la riproduzione virtuosistica dell’oggetto idealizzato, l’analisi quasi microscopica della realtà a cogliere quello che sfugge all’occhio nudo, grazie alla mediazione della fotografia, la ricerca della forma pura e l’esaltazione della tecnica.

Accanto a Zeri, su Ventrone si sono dibattuti, tra gli altri, intellettuali ed esperti come Paolo Portoghesi, Duccio Trombadori, Cesare Biasini Selvaggi, Marco Di Capua, Vittorio Sgarbi, Edward Lucie-Smith, Victoria Noel-Johnson.... leggi il resto dell'articolo»

Luca Beatrice a Venezia - dove sono esposte 35 tele dell’artista, comprese tre “eccezioni“ al genere della natura morta come “Alice”, nudo di donna ritratta di schiena del 2015, e due marine del 2011 e del 2021 - si confronta per la prima volta con la pittura di Ventrone, individuando nel suo approccio e in quello antitetico di Giorgio Morandi le uniche due vie per una resa attuale, contemporanea e innovativa della natura morta.

"Morandi - scrive Beatrice - tiene la tavolozza bassa e spinge la pittura verso il suo grado zero, esile, magra, minimale, quasi il soggetto non esistesse più o quantomeno non gli importasse…Ventrone è, al contrario, il vertice dell’estro, del virtuosismo.

«Ventrone esagera» scrisse Vittorio Sgarbi con ragione. Di fronte ai suoi quadri chiunque resta meravigliato che mano umana riesca a produrre effetti del genere, la pittura artigianale che si mimetizza in riproduzione meccanica”.

Per mostrare la straordinaria capacità della pittura, Ventrone secondo il curatore “raffredda, anzi congela” il soggetto scelto: “lo viviseziona portandolo sull’orlo del baratro, oltre non c’è più nulla e neppure un’immagine riprodotta tecnicamente può varcare questo limite. Se si chiama morta questa natura un motivo ci sarà - ci invita a riflettere Beatrice - Ventrone prende alla lettera la sfida restituendone un sentimento obitoriale. Non c’è più niente di vivo nel suo quadro, tranne la pittura. La natura è morta, la pittura è viva”.

Non ci può essere sintesi più efficace per esprimere la vitalità intrinseca nella pittura di questo rabdomante del pennello che definiva se stesso “un astrattista alle prese con la realtà”, “un metafisico costretto a misurarsi con la caducità della natura” quasi a intendere che la sua era una lotta contro la decomposizione, contro la morte.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Ventrone. La natura è morta la pittura è viva

Venezia - Palazzo Pisani Revedin

Apertura: 13/05/2023

Conclusione: 16/07/2023

Curatore: Luca Beatrice

Indirizzo: Sestiere San Marco 4013/A - Venezia



Altre mostre a Venezia e provincia

Arte contemporaneamostre Venezia

Chiara Dynys. Lo stile

Dal 20 Aprile al 15 Settembre 2024, contestualmente alla 60esima Biennale d'Arte di Venezia, la Galleria Internazionale di Arte Moderna, ospita la personale di Chiara Dynys "Lo Stile". leggi»

20/04/2024 - 15/09/2024

Veneto

Venezia

Arte modernamostre Venezia

Matisse e la luce del Mediterraneo

Dal 29 settembre 2024 al 4 marzo 2025 la grande mostra su "Matisse e la luce del Mediterraneo" al Centro Culturale Candiani di Venezia-Mestre. leggi»

28/09/2024 - 04/03/2025

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Vito Campanelli. Spunti concreti di assoluto

Dal 4 luglio al 6 agosto 2024 Vito Campanelli propone i suoi "Spunti concreti di assoluto" presso lo spazio espositivo della Polveriera Francese di Forte Marghera, Venezia. leggi»

04/07/2024 - 06/08/2024

Veneto

Venezia

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Venezia

Padiglione dell’Albania
alla 60. Esposizione Internazionale d'Arte - La Biennale di Venezia

La Repubblica del Camerun torna protagonista alla 60. Esposizione Internazionale d'Arte – La Biennale di Venezia, con il progetto "Nemo propheta in patria". leggi»

20/04/2024 - 24/11/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Elisabetta Rogai. Due leoni per due repubbliche

Dal 7 luglio all'11 agosto 2024 a Ca' Sagredo di Venezia, Elisabetta Rogai presenta il suo progetto espositivo "Due Leoni per due Repubbliche". leggi»

07/07/2024 - 11/08/2024

Veneto

Venezia

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Venezia

Piera Benetti. Strati

Marignana Arte Project Room ospita dal 13 al 27 luglio la personale di Piera Benetti "Strati". leggi»

13/07/2024 - 27/07/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Yu Hong: Another One Bites the Dust

La mostra Yu Hong. Another One Bites the Dust presenta un ciclo inedito di dipinti figurativi e narrativi, nella prima personale mai realizzata in Europa dedicata all'artista. leggi»

20/04/2024 - 24/11/2024

Veneto

Venezia

Arte contemporaneamostre Venezia

Wang Haiyang, Alessandro Teoldi & Feng Chen

Capsule Venice presenta il suo programma estivo: Wang Haiyang, Alessandro Teoldi & Feng Chen in mostra dal 6 luglio al 8 settembre 2024. leggi»

06/07/2024 - 08/09/2024

Veneto

Venezia

Fotografiamostre Venezia

EROTICA. La fotografia erotica nel XX secolo

Inaugura venerdì 5 luglio alle Officine Forte Marghera di Venezia EROTICA - La fotografia erotica nel XX secolo, una mostra collettiva di fotografia. leggi»

01/07/2024 - 14/07/2024

Veneto

Venezia