Vincenzo Giubba. Shared Worlds

  • Quando:   09/11/2023 - 09/12/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a FirenzeVincenzo GiubbaFirenze


Vincenzo Giubba. Shared Worlds

Florence Art Deposit Gallery di Firenze presenta "Shared Worlds" la personale di Vincenzo Giubba, dal 9 novembre al 9 dicembre 2023.

La passione per l'arte non ha mai messo di covare sotto la cenere. Vincenzo Giubba, architetto, artista e designer, noto a Firenze per aver fondato Accademia Italiana, Arte Moda Design, torna al suo primo amore riprendendo in mano i pennelli per un progetto espositivo che parte da Firenze, la città dove molte cose sono cominciate, altre finite, ma i semi hanno dato i loro frutti. Si è trasferito recentemente a Roma, nel suo atelier a Trastevere, dove le sue icone a metà tra il pop e l'espressionismo, personaggi di grande forza cromatica, a volte buffi, ma a ben vedere drammatici, ritornano a vivere nelle sue opere, replicando tela dopo tela la filosofia della sua arte le cui radici affondano nei ricordi infantili. Un passato da rileggere liberandosi di qualcosa che si è ammuffito, conservando tuttavia alcuni pezzi da cui far germogliare qualcosa di nuovo. Un'operazione necessaria.

Giubba ha ripreso in mano le sue opere degli anni '90, in quegli anni esposte in varie città: Milano, Lugano, Firenze, Lecce, Padova, Verona, Modena, Bologna, Bari. Tutti i suoi personaggi sono icone pop, a volte drammatiche, a volte ironiche e divertenti. Rimandano anche a culture lontane, personaggi che fanno parte di mondi interiorizzati. A differenza della pittura pop, interessata sostanzialmente alla mera rappresentazione dell'oggetto offerto dalla società consumistica, la sua cultura pop è permeata di interiorità, di frammenti di ricordi, di citazioni. Da qui il titolo della mostra: "Shared worlds" (Mondi condivisi). "Una fase importante di questo mio nuovo percorso – dice Giubba- forse la più esaltante, è stata la rilettura e la trasformazione. I dipinti che mi erano rimasti meritavano un nuovo approccio: sono quindi intervenuto sia frammentando le opere, sia con i pennelli sui vecchi colori, utilizzando principalmente il bianco. E' stato come ripercorrere il passato alla luce della consapevolezza del presente, una luce più chiara. E' stato come ripercorrere una vecchia strada impolverata, dopo aver fatto una doccia rinfrescante e indossando un vestito nuovo". Potrebbe sembrare una pittura spontanea, in realtà quella di Giubba- come già nel lontano 1994 analizzava Lorenzo Bonini nella prefazione del volume "Percorsi tra la forma e il caos", edizioni Massaccesi- è un'arte in cui ogni opera è condotta con estremo rigore e disciplina. Persino nella pennellata apparentemente gestuale e precipitosa, c'è una reale premeditazione che ha riempito le ore e forse i giorni precedenti alla stesura, quando la tensione creativa e speculativa era estrema. In un suo scritto la storica dell'arte Marta Paraventi osservava: "La luce accecante dei gialli, dei verdi, degli arancioni, degli azzurri, incastonati tra guizzi di bianco o di nero, richiama l'artificio del neon, i messaggi incessanti della pubblicità, ricorda la parata delle maschere televisive, dai toni carnascialeschi: i personaggi e gli animali che fluttuano sulla tela avanzano quasi come emergessero dal profondo del colore puro".
"A questo lavoro di pulizia, frammentazione, rilettura e trasformazione del passato, riferito al maggior numero delle opere esposte in questa mostra- conclude l'autore della mostra- si affiancano alcuni nuovi dipinti appena concepiti." Si tratta un nuovo inizio?

Note biografiche

Vincenzo Giubba è nato a Lecce (1957). Vive e lavora a Roma. Fin da giovanissimo si interessa di arti visive e pittura, partecipando a varie mostre. Dopo il diploma di maturità artistica, si trasferisce a Firenze, dove si laurea in Architettura con il massimo dei voti con una tesi sull'arte e sull'estetica contemporanea ("La drammatizzazione e la ricerca artistica contemporanea come processo di lettura e trasformazione dello spazio fisico"). Durante gli anni dell'università lavora come grafico, illustratore e designer sia in Italia sia all'estero. Realizza alcune opere di architettura. Per alcuni anni insegna materie artistiche presso istituti statali. Nel 1984/85 fonda a Firenze l'Accademia Italiana di arte, moda e design che dirige fino al 2020. In questo periodo si dedica costantemente allo sviluppo di progetti legati alla creatività giovanile, in Italia, creando anche a Roma una sede dell'Accademia, e attraverso vari progetti e programmi all'estero (Germania, USA., Macedonia, Thailandia).L'attività artistica espositiva, dopo le prime esperienze giovanili, è concentrata negli anni '90, durante i quali espone le sue opere in gallerie d'arte ed in spazi pubblici e privati (Milano, Lugano, Firenze, Lecce, Padova, Verona, Modena, Bologna, Bari). Nel 2018 pubblica "Il metodo del creativo" (libro-intervista, con Nicolas Ballario, introduzione di Francesco Merlo, Nardini Ed.), dove racconta la sua esperienza personale nel mondo della creatività giovanile e il rapporto con alcuni grandi maestri mettendo a fuoco la sua particolare modalità di approccio alle tematiche dell'arte visiva e del design. Dal 2020 ad oggi, abbandonati i fitti impegni accademici, si dedica completamente all'attività artistica, sia attraverso una "rilettura" delle proprie opere realizzate in passato sia sviluppando nuove opere pittoriche. Nel 2023 si trasferisce a Roma, dove attualmente lavora nel suo studio di Trastevere.

Pubblicazioni
Vincenzo Giubba " Percorsi tra la forma e il caos" (R. Massaccesi Ed. 1994)
"Il metodo creativo" (Nardini Editore, 2018)... leggi il resto dell'articolo»

Hanno parlato di lui
La Repubblica, Il Corriere della Sera, La Nazione, Il sole 24ore, Il Tirreno, Panorama, Toscana Qui, La Gazzetta del Mezzogiorno, Quotidiano, Gap Italia, Pensiero ed Arte, ContemporArt, Firenze Ieri Oggi Domani, La Gazzetta di Firenze, Firenze la Sera, La Città, Firenze Spettacolo, Art Agorà, Volksblatt, Der Tagespiegel, Berliner Morgenpost, Tip, The Sydney Morning Herald, Affari Italiani, Artribune, e in trasmissioni televisive e radiofoniche ( RAI 2, RAI 3, Canale 5, RAI radiotoscana, RIAS-Tv Berlin).

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Vincenzo Giubba. Shared Worlds

Firenze - Florence Art Deposit Gallery

Apertura: 09/11/2023

Conclusione: 09/12/2023

Organizzazione: Florence Art Deposit Gallery

Indirizzo: via Bufalini 17 - 50122 Firenze

Vernissage: 9 novembre 2023, ore 18.00

Orario: mercoledì - domenica 10.30-12.30 e 15.30-19.30



Altre mostre a Firenze e provincia

Arte contemporaneamostre Firenze

Donato Nitti. Altri universi imprevisti

Fino al 22 settembre 2024 gli "Altri universi imprevisti" di Donato Nitti sono in mostra presso il Plaza Hotel Lucchesi di Firenze. leggi»

02/07/2024 - 22/09/2024

Toscana

Firenze

Pittura del '400mostre Firenze

Angelico a Palazzo Strozzi

Nell'autunno 2025, Palazzo Strozzi ospita uno straordinario progetto dedicato a Beato Angelico, artista simbolo dell'arte del Quattrocento. leggi»

26/09/2025 - 25/01/2026

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Tracey Emin

Palazzo Strozzi dedica alla britannica Tracey Emin una grande mostra, la prima mai realizzata in un'istituzione culturale italiana, dall'8 marzo al 20 luglio 2025 a Firenze. leggi»

08/03/2025 - 20/07/2025

Toscana

Firenze

Sculturamostre Firenze

Wu Weishan. Marco Polo in Cina

Prosegue fino al 28 luglio 2024 all'Accademia delle Arti del Disegno a Firenze la mostra di "Marco Polo in Cina" di Wu Weishan, i più importanti scultori della nuova generazione cinese. leggi»

10/07/2024 - 28/07/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

MP5 La terza dimensione

Museo Novecento presenta "MP5. La terza dimensione", un'opera site specific per il Museo Novecento, visitabile dal 22 giugno al 20 ottobre 2024. leggi»

22/06/2024 - 22/10/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Helen Frankenthaler. Dipingere senza regole

Dal 27 settembre 2025 al 26 gennaio 2026 Palazzo Strozzi presenta "Helen Frankenthaler: Dipingere senza regole", grande mostra dedicata a una delle più importanti artiste americane del Novecento. leggi»

27/09/2024 - 26/01/2025

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Pittura e poesia. Ungaretti e l'arte del vedere

La mostra Pittura e poesia. Ungaretti e l'arte del vedere che si tiene nella sede di Firenze della Tornabuoni Arte è stata prorogata a venerdì 6 settembre 2024. leggi»

17/05/2024 - 06/09/2024

Toscana

Firenze

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Firenze

Wu Weishan. Marco Polo in Cina

La mostra di Wu Weishan 吴为山, che inaugura martedì 9 luglio nel Salone dell'Accademia delle Arti del Disegno, vuole celebrare il settimo centenario della morte di Marco Polo. leggi»

10/07/2024 - 28/07/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Louise Bourgeois In Florence. Do Not Abandon Me / Cell XVIII (Portrait)

Louise Bourgeois In Florence. Due eccezionali mostre – Do Not Abandon me e Cell XVIII (Portrait) – che impegneranno il Museo Novecento e il Museo degli Innocenti. leggi»

22/06/2024 - 20/10/2024

Toscana

Firenze