Wu Weishan. Marco Polo in Cina

  • Quando:   10/07/2024 - 28/07/2024
  • ultimi giorni

Arte contemporaneaMostre a FirenzeFirenze


Wu Weishan. Marco Polo in Cina
Wu Weishan. Marco Polo in Cina

La presente mostra di Wu Weishan 吴为山, che inaugura martedì 9 luglio nel Salone dell'Accademia delle Arti del Disegno, vuole celebrare il settimo centenario della morte di Marco Polo, figura chiave nella storia degli scambi economici e culturali tra Italia e Cina. Morto a Venezia nel 1324, questa figura storica è nota come uno dei primi viaggiatori verso l'Estremo Oriente dove divenne consigliere e diplomatico alla corte del Gran Kublai Khan e il primo a redigere un dettagliato resoconto dei suoi viaggi.

E' come viaggiatore a cavallo che l'artista cinese Wu Weishan, figura di spicco nell'arte contemporanea cinese, rappresenta Marco Polo che settecento anni fa ebbe un ruolo importante alla corte imperiale della Dinastia Yuan intessendo fondamentali rapporti di scambio con la cultura cinese.
Con una fusione in bronzo di Marco Polo a cavallo ed altre sculture e pittura eseguite ad inchiostro su carta di riso, il noto artista cinese, che ricopre, oltretutto, l'incarico di direttore del Museo Nazionale dell'Arte della Cina, intende celebrare la centenaria relazione che intercorre tra i due paesi. Viene infatti apprezzata nell'opera di Wu "la rara capacità di comprensione non solo della scultura classica cinese, ma anche di quella europea: infatti ha guardato ai grandi maestri orientali e occidentali, cercandone sempre nelle loro opere i segreti e la sostanza poetica più intima." (Presidente della classe di scultura dell'Accademia delle Arti del Disegno Antonio Di Tommaso)

Il Presidente dell'Accademia delle Arti del Disegno Cristina Acidini ci fa notare come nelle opere pittoriche presenti in mostra, dove campeggia la tradizionale calligrafia cinese "ripensata in uno spirito originale e innovativo ... anche chi non conosce il cinese, pur senza comprendere il significato letterale delle iscrizioni riesce ad apprezzare i rapporti proporzionali tra le sequenze di ideogrammi e le parti figurate, corrispondenti a canoni diversi dal sentimento occidentale e tuttavia portatori di una ispirata e raffinata armonia."
Il Presidente dell'Associazione di Arte e Cultura Contemporanea Cina e Italia Qiu Yi 邱艺, ideatore e organizzatore della mostra, scrive: "La sensibilità umanistica e la fierezza della nazione cinese espresse dal professor Wu Weishan conferiscono anima e spirito alle sue opere; esse riflettono non solo "Yi" della tradizione scultorea cinese antica, ma trasmettono anche lo spirito della "Xie (Scrittura)" tipico dell'inchiostro cinese, vuole dire "Xie Yi cinese". La "pennellata" e l'uso dell'inchiostro" nelle sculture di Wu Weishan sono come le sfumature dell'inchiostro cinese nello spazio tridimensionale della scultura. Le opere del professor Wu Weishan si distinguono dal post-impressionismo e dall'espressionismo; esse mostrano la complementarità di luci e ombre dell'arte occidentale, ma esprimono anche la filosofia orientale dell'"unità tra cielo e uomo," aprendo uno spazio di innovazione e futuro per la scultura cinese e mondiale."

Nel testo scritto di Giandomenico Semeraro:" Ebbene, in questa mostra di Wu Weishan, Firenze (così storicamente legata al tessuto e al commercio, spostandosi le persone in Europa e ben lontano) diviene luogo centrale di bella confluenza che le opere dell'artista rendono visibile, e proprio esse ribadiscono e si aprono su quella libertà nel muoversi che rimane soprattutto oggi momento fondamentale della vita di tutti, necessità che l'arte nei suoi modi, come in questo caso davvero illuminato, fa poeticamente concreta ai nostri occhi."

Le sculture di Wu Weishan sono state presentate per la prima volta in Italia nel 2012, nelle sale monumentali di Palazzo Venezia a Roma, riunite sotto il suggestivo titolo di Scolpire l'anima di una nazione. Questa mostra rappresenta dunque l'occasione per un felice ritorno dell'artista in Italia, che è stato preceduto da due brevi soggiorni a Firenze. Nel 2019 è venuto nella città per la nomina di Accademico Ordinario della Classe di Scultura dell'Accademia delle Arti del Disegno, alla quale - nella ricorrenza del quinto centenario della morte di Leonardo - ha fatto dono di un bronzo intitolato La barca di Qi Baishi e Leonardo, dove un maestro dell'arte italiana sta dialogando con un maestro della pittura moderna cinese, superando i confini temporali e spaziali. Nel 2020 invece, per festeggiare il cinquantesimo anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Cina, Wu Weishan e ritornato per donare al Comune di Vinci altre due sue sculture in bronzo, alte più di tre metri, raffiguranti Qi Bai Shi e Leonardo. (Estratto da un articolo di Vittorio Santoianni)... leggi il resto dell'articolo»

WU Weishan吴为山(1962—), scultore celebre a livello internazionale. Membro del comitato permanente e vice segretario generale del Comitato Nazionale della Conferenza Consultiva Politica del Popolo Cinese (CPPCC), Vicepresidente della Lega Democratica della Cina, Direttore del Museo Nazionale d'Arte della Cina, Vicepresidente dell'Associazione degli Artisti Cinesi, Presidente dell'Associazione degli Scultori Urbani Cinesi. Dottorato onorario di Letteratura dell'Università Cinese di Hong Kong (CUHK), Dottorato Onorario di Umanità dell'Università di Scienza e Tecnologia di Macau (MUST). All'Università Politecnica di Macao è stato istituito uno studio di scultura di Wu Weishan (galleria espositiva). Wu è anche supervisore di dottorato dell'Università Tsinghua, dell'Università di Nanchino e dell'Accademia Nazionale Cinese dell'Arti, supervisore capo della stazione di ricerca post-dottorato dell'Università di Pechino – Museo Nazionale di Arte di Cina (NAMOC).
Per i suoi straordinari risultati e la sua influenza, è stato insignito del titolo di accademico da Francia, Italia, Russia e altri Paesi. Ha ricevuto il dottorato onorario di filosofia dall'Università Inje, in Korea, il dottorato onorario dall'Università Normale Statale di Herzen, in Russia, e una serie di onorificenze e premi internazionali e nazionali. Ha fondato la teoria di "Scultura a mano libera", e ha pubblicato più di dieci monografie che sono state tradotte e pubblicate in molte lingue. Ha creato quasi 600 opere, tra cui la scultura di grandi dimensioni "Marx" in Germania, la scultura collettiva di grandi dimensioni "Confucio e Socrate: Un grande incontro" in Grecia, la scultura collettiva di grandi dimensioni "Dialogo oltre il tempo e lo spazio: il maestro dell'arte italiana Leonardo da Vinci e il pittore cinese Qi Baishi" in Italia.

Promozione e Organizzazione: Associazione di Arte e Cultura Contemporanea Cina e Italia

Con il Patrocinio del Comune di Firenze, Regione Toscana, Città metropolitana di Firenze, Consolato Generale della Repubblica Popolare Cinese a Firenze

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Wu Weishan. Marco Polo in Cina

Firenze - Salone delle Esposizioni dell'Accademia delle Arti del Disegno

Apertura: 10/07/2024

Conclusione: 28/07/2024

Organizzazione: Qiu Yi 邱艺, Accademia delle Arti del Disegno

Curatore: Antonio Di Tommaso

Indirizzo: Via Ricaoli, 68 - Firenze

Inaugurazione: Martedì 9 luglio, ore 17.30

Per info: E-mail: arteartecinaitalia@gmail.com

Sito web per approfondire: https://www.aaccci.it



Altre mostre a Firenze e provincia

Arte contemporaneamostre Firenze

Donato Nitti. Altri universi imprevisti

Fino al 22 settembre 2024 gli "Altri universi imprevisti" di Donato Nitti sono in mostra presso il Plaza Hotel Lucchesi di Firenze. leggi»

02/07/2024 - 22/09/2024

Toscana

Firenze

Pittura del '400mostre Firenze

Angelico a Palazzo Strozzi

Nell'autunno 2025, Palazzo Strozzi ospita uno straordinario progetto dedicato a Beato Angelico, artista simbolo dell'arte del Quattrocento. leggi»

26/09/2025 - 25/01/2026

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Tracey Emin

Palazzo Strozzi dedica alla britannica Tracey Emin una grande mostra, la prima mai realizzata in un'istituzione culturale italiana, dall'8 marzo al 20 luglio 2025 a Firenze. leggi»

08/03/2025 - 20/07/2025

Toscana

Firenze

Sculturamostre Firenze

Wu Weishan. Marco Polo in Cina

Prosegue fino al 28 luglio 2024 all'Accademia delle Arti del Disegno a Firenze la mostra di "Marco Polo in Cina" di Wu Weishan, i più importanti scultori della nuova generazione cinese. leggi»

10/07/2024 - 28/07/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

MP5 La terza dimensione

Museo Novecento presenta "MP5. La terza dimensione", un'opera site specific per il Museo Novecento, visitabile dal 22 giugno al 20 ottobre 2024. leggi»

22/06/2024 - 22/10/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Helen Frankenthaler. Dipingere senza regole

Dal 27 settembre 2025 al 26 gennaio 2026 Palazzo Strozzi presenta "Helen Frankenthaler: Dipingere senza regole", grande mostra dedicata a una delle più importanti artiste americane del Novecento. leggi»

27/09/2024 - 26/01/2025

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Pittura e poesia. Ungaretti e l'arte del vedere

La mostra Pittura e poesia. Ungaretti e l'arte del vedere che si tiene nella sede di Firenze della Tornabuoni Arte è stata prorogata a venerdì 6 settembre 2024. leggi»

17/05/2024 - 06/09/2024

Toscana

Firenze

Ingresso libero

Arte contemporaneamostre Firenze

Louise Bourgeois In Florence. Do Not Abandon Me / Cell XVIII (Portrait)

Louise Bourgeois In Florence. Due eccezionali mostre – Do Not Abandon me e Cell XVIII (Portrait) – che impegneranno il Museo Novecento e il Museo degli Innocenti. leggi»

22/06/2024 - 20/10/2024

Toscana

Firenze

Arte contemporaneamostre Firenze

Leonardo Meoni. Gli altri colori purtroppo, sono tutti caduti

"Gli altri colori purtroppo, sono tutti caduti" è la prima mostra museale in Italia di Leonardo Meoni, dal 17 giugno al 10 ottobre 2024 al Museo Stefano Bardini di Firenze. leggi»

17/06/2024 - 10/10/2024

Toscana

Firenze