ArtContemporanea

Artiaco, la passione diventa arte

Dopo due giorni di festeggiamenti – per il mondo dell’arte contemporanea a Napoli è stato un evento importante – apre ufficialmente al pubblico , dal 19 dicembre fino al 4 febbraio del prossimo anno, la mostra per festeggiare i 30 anni di vita della Galleria di Alfonso Artiaco a Piazzetta Nilo 7. Citiamo questo evento, nonostante lo abbiamo appreso per caso, perché, al di là della simpatia di Alfonso Artiaco, riteniamo che le opere proposte in questi trent’anni abbiano in qualche modo sostenuto lo sviluppo dell’arte contemporanea in questa città non certo facile e ricca rispetto al mercato del nord.

Per i festeggiamenti Artiaco ha proposto una mostra “39th Anniversary” che in qualche modo è una sintesi di estrema di un percorso fatto. Nel dicembre del 1986, quando iniziò l’attività a Pozzuoli, Artiaco aveva 22 anni e già allora iniziò presentano personaggi del calibro di Paolini, Kounellis, Warhol, Pistoletto, Schifano. Ontani, Cucchi, Boetti, Pisani, Alfano. Per un giovanissimo un gusto e un intuito invidiabili.

I lavori esposti oggi spaziano dalla pittura alla scultura, dall’installazione alla fotografia, in un percorso ideale che unisce quel 1986 al 2016. Una collettiva con alcuni dei numerosi artisti con cui la galleria ha collaborato nel corso degli anni. Tra questi vanno ricordati Perino % Vele, Liam Gillick, Thomas Hirschhorn, Ann Veronica Janssens, Darren Almond e Laurent Grasso. Un parterre di artisti internazionale per una galleria ormai conosciuta in tutto il mondo. Dopo aver partecipato questo mese ad Art Basel di Miami Beach , il prossimo anno Artiaco ha già deciso di presenziare ad Art Basel di Hong Kong poi a Frieze di New York e a Basilea.

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it