arte moderna

Da Mondrian in poi, l'Olanda celebra la sua arte moderna

Tra i pittori europei che hanno gettato le basi dell’arte moderna e contemporanea bisogna non dimenticarsi mai di Mondriaan. Da lui parte tutta una scuola che ormai ha coinvolto quattro o cinque generazioni di artisti. Per conoscere ed approfondire questo maestro è necessario visitare dove è nato.
Si partirà ovviamente dal Gemeentemuseum de L'Aia che custodisce la collezione di opere di Piet Mondriaan più importante del mondo. Nel 2017 il museo organizza tre importanti mostre legate al tema “da Mondriaan al Dutch Design”. Comunque non bisogna dimenticarsi del Museo Kröller-Müller, immerso nella meravigliosa natura del parco nazionale De Hoge Veluwe: è un museo unico che custodisce numerose opere importanti di Piet Mondriaan, Theo van Doesburg e Bart van der Leck. Per capire meglio, Drachten, cittadina della Frisia, è strettamente legata al movimento artistico De Stijl: qui Theo Van Doesburg realizzò il suo primo grande progetto per un complesso di sedici alloggi, i cui esterni ed interni vennero realizzati nei colori di De Stijl. Ma è Leiden la culla del movimento De Stijl. Proprio In questa incantevole città storica nel 1917 Theo van Doesburg fondò il movimento artistico De Stijl, che ha fortemente influenzato l’arte e l’architettura del Novecento. Ad Utrecht e Amersfoort nacquero quattro grandi artisti del movimento: Piet Mondriaan, Gerrit Rietveld, Theo van Doesburg e Bart van der Leck. E poi non si può dimenticare di visitare Brabant. La provincia del Brabante, oltre ad essere terra natale dei grandi pittori Vincent van Gogh e Hieronymus Bosch, vanta anche un'eccellente reputazione nel campo dell'innovazione e delle soluzioni all’avanguardia. La provincia, nota come patria del design olandese celebrerà l’anno con uno sguardo verso il futuro.

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it