arte pop

In Austria luce e cristallo fanno arte

La luce come forma d’arte o mezzo per arrivare a composizioni artistiche sta interessando sempre più artisti di tutto il mondo. Marco Nereo Rotelli e Marco Lodola sono in Italia tra i maggiori rappresentanti di quest’arte pop. Ma uno dei top mondiali del genere è visibile a partire dal prossimo 30 gennaio in Austria a Wattens nei sette ettari del giardino degli Swarovski Kristallwelten (i Mondi di Cristallo Swarovski). Nell’ambito di questo parco tematico-commerciale si organizza il Festival delle luci con quattro installazioni luminose che risplenderanno dopo il tramonto, accompagnate da una creazione sonora perfettamente sintonizzata. Questo spettacolo dischiude allo spettatore tutto un mondo di contrasti, nel quale la luce s’incontra con l’ombra, il silenzio incontra il suono e la natura incontra la tecnica.

Per tre settimane il collettivo di artisti “phase7 performing.arts”, sotto la direzione artistica di Sven Sören Beyer, ha creato una scintillante rete di luci e di raggi laser sull’esteso parco e ha collegato tra di loro i punti architettonici salienti dell’area esterna, formando così un sovradimensionato Gesamtkunstwerk, un’opera d’arte totale, composta di luce e suoni. Ogni 20 minuti, dalle 17.00 in poi, queste opere si fondono in una spettacolare messa in scena globale che, accompagnata da un concetto sonoro perfettamente sintonizzato, crea in ogni angolo del parco nuovi momenti di sorpresa.

I geni creativi responsabili del concetto, unico nel suo genere, del Festival delle luci nei Mondi di Cristallo Swarovski sono membri del prestigioso collettivo di artisti “phase7 performing.arts” di Berlino. L’idea di trasformare tutta la superficie del parco in un unico, sovradimensionato cristallo di luce laser è stata ovviamente ispirata dai riflessi dei cristalli Swarovski, Una grande scultura di luce laser si inarca su tutta l’area, diventando lei stessa un’opera d’arte che unisce tra di loro i singoli pezzi esposti.

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it