Bolzano: asta di "Modernismo internazionale e design". In catalogo capolavori di Baldessarri, de Chirico, De Pistis, Dorazio e Schifano

Bozner Kunstauktionen, la casa d'aste altoatesina che sta facendo parlare di sé per i risultati raggiunti nelle ultime sessioni, batterà all'incanto, il prossimo 30 e 31 maggio, 500 lotti di grande qualità.

Arthur Garguromin-Verona, Orso polare nel serraglio di Schönbrunn (1890)

La 45edizione avrà inizio giovedì 30 maggio, a partire dalle ore 18.00 nella sede di Castel Maeccio, e sarà dedicata a "Modernismo internazionale e design".

Verranno presentate opere rappresentative dell'arte italiana dal futurismo all'astrazione, tra cui lavori di Roberto Marcello Baldessari, Giorgio de Chirico, Filippo De Pisis, Mauro Reggiani, Piero Dorazio, Achille Perilli, Giulio Turcato e Mario Schifano, oltre a esempi di modernismo internazionale come quelli di Henry Moore, Fernand Léger, Mark Tobey, Kenneth Nolan e Fernandez Arman.

Di Baldessarri andrà all'incanto il dipinto a olio, del periodo futurista "Il treno entra in stazione" 1921 (Stima 30.000/50.000 euro).
Del grande artista del Novecento, di cui quest'anno ricorre l'anniversario della nascita, è in corso, fino a settembre, la mostra celebrativa al Museo Civico di Rovereto.

Di De Chirico andrà all'asta Penelope e Telemaco (Stima 20.000/ 40.000 euro):
una delle 4 sculture in bronzo realizzate, tra gli anni Settante e Ottanta, presso la Fonderia Bonvici di Verona in tiratura limitata.

Quest'anno l'asta di Bozner strizza l'occhio al design italiano e internazionale con un'importante collezione meranese di design e vetri di Venini. Frutto della raccolta di una vita del proprietario, nel cui attico a Merano, di respira davvero un'atmosfera retrò. Suoi i divani e i vetri di Carlo Scarpa, le lampade di Mario Botta e Flos e una "canoa" di Paolo Venini (Stima 15.000/20.000 euro), di cui il collezionista di Merano era intimo amico.

Nella seconda giornata, venerdì 31 maggio, sarà presentata invece un'ampia selezione di opere, che vanno dal Diciottesimo al Ventunesimo, con particolare attenzione all'Alto Adige, al Tirolo Trentino e a Vienna.
Si tratta di dipinti barocchi del Diciannovesimo secolo, come il quadro "Orso polare nel serraglio di Schönbrunn" (1890) di Arthur Verona, una delle figure più significative dell'arte rumena. (Base d'asta 4.000 euro). L'orso fu dipinto a Vienna nel 1890 nella residenza estiva degli imperatori d'Austria: si trovava infatti nel serraglio di Schonbrunn, a testimonianza del controverso e intrinseco rapporto tra l'uomo e il tanto discusso animale.

Numerosi grandi rappresentanti dell'arte moderna altoatesina e tirolese sono rappresentati con opere esemplari: Ignaz Stolz, Max von Esterle, Carl Moser, Hans Josef Weber-Tyrol, Karl Plattner, Paul Flora, Wilfried Kirschl, Markus Vallazza, Anton Christian e Robert Bosisio.

Design italiano all'asta a Bolzano

Il 30 maggio la Bozner Kunstauktionen batterà all'incanto tutti gli arredi di un sofisticato attico nel cuore di Merano... leggi il resto dell'articolo»

Andrà all'asta a Bolzano il prossimo 30 maggio l'iconico divano Cornaro, progettato negli anni Settanta per Gavina da Carlo Scarpa .
Il sofà, che gioca tutto sul contrasto tra la struttura in legno e le morbide cuscinature che danno forma allo schienale e alla seduta, sarà battuto all'asta (Stima 5.000/10.000 euro) dalla Bozner Kunstauktionen: la prima casa d'aste altoatesina che il prossimo 30 maggio a Bolzano metterà all'incanto, oltre a capolavori di De Chirico, Badessarri e Schifano, anche una intera sessione dedicata al design italiano e internazionale.

Si tratta di arredi provenienti da un collezionista privato di Merano, che nel suo attico al centro dell'incantevole perla dell'Alto Adige, custodisce un' importante collezione di design e vetri di Venini. Frutto della raccolta di una vita del proprietario, frequentatore di Murano e amico di Paolo Venini, la collezione viene ora in parte alienata.
Tra gli arredi: divani e vetri di Carlo Scarpa, lampade di Mario Botta, lo stereo Brionvega, lampade Flos e il tavolo da pranzo Kazuki, sempre per Gavina (Stima 5.000/10.000 euro).

asta design

Carlo Scarpa Divano modello Cornaro Legno tornito e verniciato, imbottitura in tessuto bianco, produzione Gavina (Stima 5.000/10.000 euro)
Kazuhide Takahama 8 sedie da pranzo modello "Kazuki" Con tavolo, legno marrone, sedili e schienali rivestiti in skai arancione. Produzione Gavina (Stima 5.000/10.000euro)

Pubblicato il 13/05/2024

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Itinerarinellarte.it