Castelnuovo: nel giardino della biblioteca
le ceramiche di Battaglini e Pacino

Nei giorni della Fiera di Maggio c'è stato spazio anche per l'arte, con l'inaugurazione di una nuova opera all'interno del parco di Villa Ferrari, nel nuovo polo culturale di Castelnuovo Rangone presso la biblioteca comunale Luis Sepulveda.

Costanza Battaglini e Falvio Pacino, Dalle caviglie in giù

Realizzata appositamente dal duo artistico Costanza Battaglini e Falvio Pacino, l'opera "Dalle caviglie in giù" è un'installazione permanente in ceramica smaltata destinata a far parte di una serie di interventi artistici presenti sul territorio castelnovese. L'installazione è costituita da un giardino di erbe, fiori e piccole piantine, e simboleggia il prendersi cura, la crescita e la protezione della fragilità, verte sul tema della crescita come esperienza e della speranza, all'interno di un parallelismo contemporaneo tra l'uomo e l'elemento vegetale .

Il progetto curato da Giorgia Cantelli, Alessandro Mescoli e Massimiliano Piccinini, con la collaborazione di Ricognizioni sull'Arte.
"Si tratta di un lavoro mimetico in cui si richiede allo spettatore uno sguardo indagatore – precisano gli artisti –. Nel prato curatissimo di fronte alla biblioteca spunteranno delle piante in ceramica smaltata di bianco, a dimensione naturale, che prenderanno spontaneamente parte al verde sigillate nel tempo che non conosce stagioni. L'imitazione del mondo naturale attinge a modelli che abbiamo in testa, una sorta di erbario mentale immaginativo che abbiamo archiviato nel tempo. Modelli, che nel progetto cristallizzano una visione, hanno una matrice comune. Quando si tratta di immagini interiori il confronto difficilmente potrà essere terreno, ma è proprio nella terra che trovano forma. L'uomo ha da sempre una naturale predisposizione alla conservazione che va da quella delicatissima del ricordo ad altre che assomigliano più alle prigioni che diventano le pagine di un libro che rivelano fiori appiattiti. Non tutto ciò che ci è dato vedere o provare ci appartiene. Questo non è uno spettacolo né una serra, è un invito all'avvicinamento senza irruzione, alla fruizione gentile. L'atto è del raccogliere, l'intenzione è ricordare."

Costanza Battaglini e Flavio Pacino, rispettivamente di Torino e Firenze, iniziano la collaborazione artistica durante la frequenza dell'Accademia di Belle Arti di Bologna, dedicandosi alla realizzazione di diversi progetti. Insieme firmano il libro d'artista Erbario Emoji, con le poesie del poeta modenese Kabir Yusuf Abukar.

Pubblicato il 06/06/2024

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Itinerarinellarte.it