Virtual Reality Experience

Inside Monet a Milano

Way Experience presenta a Milano, a partire dal 15 aprile 2023, un nuovo appassionante progetto tra reale e virtuale: Inside Monet. Si tratta della prima grande mostra en plain air dedicata a Claude Monet, uno dei padri fondatori dell’impressionismo francese.

Way Experience – la media company tra i leader in Italia dei progetti di Virtual Reality nel settore del turismo culturale, vincitrice dell’Oscar dell’Innovazione Premio Angi 2022 – presenta a Milano, a partire dal 15 aprile 2023, un nuovo appassionante progetto tra reale e virtuale: Inside Monet.
Dopo il successo di You Are Leo, che nel 2019 ha coinvolto oltre 40.000 persone con il Virtual Tour milanese dedicato a Leonardo da Vinci, è ora la volta di immergersi nella prima grande mostra en plain air dedicata a Claude Monet (Parigi, 14 novembre 1840 – Giverny, 5 dicembre 1926), uno dei padri fondatori dell’impressionismo francese.

Inside Monet è una nuova Virtual Reality Experience di taglio culturale, rivolto a un pubblico trasversale, che unisce l’arte allo studio della natura, della luce, riportandoci nell’atmosfera di quei fermenti culturali che hanno contrassegnato il vitale mondo artistico parigino di metà Ottocento. Un nuovo viaggio nel tempo e nello spazio voluto da Way Experience per raccontare e fare vivere in prima persona al visitatore/spettatore il concetto di en plein air, il metodo pittorico soprattutto del gruppo degli Impressionisti del dipingere all'aperto per cogliere le sottili sfumature generate dalla luce su ogni particolare. L’intero tour graviterà intorno all’Arco della Pace, nei pressi della fermata Cadorna, nella venue più parigina di Milano, in un “Museo Impossibile” all’aperto che permetterà ai visitatori di entrare fisicamente nelle opere più significative di Monet.
Ad accompagnare gli spettatori durante questa passeggiata sarà una guida che racconterà Monet e la sua storia, grazie alla narrazione drammaturgica scritta in collaborazione con Libero Stelluti. La voce di Monet, dell’attore Luciano Bertoli, nelle scene di Virtual Reality inviterà invece i partecipanti ad indossare il visore per entrare nei suoi quadri e capirne al meglio la pittura, la luce e i colori, nonché le sue emozioni e impressioni.

Il percorso in cinque tappe

Il salon-atelier di Claude Monet a Giverny, in Normandia, scrupolosamente ricostruito attenendosi a quello reale, è il punto di partenza e fulcro da cui si apre l’intero percorso di Virtual Reality. La stanza, nel corso dell’esperienza, scena dopo scena, si va arricchendo di quei quadri realizzati dal pittore nei quali verrà proiettato lo spettatore/visitatore, delle fotografie dei luoghi a lui cari raffigurati nei suoi lavori e degli oggetti personali legati alla sua sfera più intima.
Nella prima tappa il visitatore/spettatore si troverà l’illustre paesaggio marino del porto di Le Havre immerso nella foschia dell'alba di Impressione, Levar del Sole (1872). L’invenzione della visione impressionista si deve, forse proprio all’impatto che ebbe sulla critica questo suo dipinto, esposto per la prima volta insieme ad opere di altri artisti in occasione della mostra del 1874 presso lo studio del fotografo Nadar. Il sole nascente, l’accostamento e le sfumature di colori dovuti ai suoi raggi, sulla natura e sull’acqua, avvolgono lo spettatore nel paesaggio dell’alba divenuto così celebre.
La seconda tappa condurrà il visitatore/spettatore nella distesa di verde tenue e di rosso scarlatto catturata dall’artista nel quadro I papaveri (1875), in quell’atmosfera tipica di aria estiva e in quella luce della regione dell’Ile de France che Monet amava “catturare” dipingendo en plein air.
La terza tappa sarà una delle passeggiate che la moglie di Monet faceva insieme al figlio durante le calde giornate estive sulle colline di Argenteuil. Entrando nel quadro La passeggiata (1875) lo spettatore osserverà il vestito di Camille ondeggiare al vento e l’erba muoversi al gradevole venticello estivo che avvolge tutto il paesaggio.
La quarta tappa è ne I covoni (1890-91). Davanti a un campo e ai mucchi di fieno immersi nel sole, Monet si presenterà come "cacciatore in cerca di impressioni" intento a studiare il tema delle mutazioni della luce e degli effetti di colore, tra i più cari e indagati dal pittore.
Lo stagno delle ninfee (1899) è la quinta e ultima tappa del percorso. Monet considerava il suo giardino di Giverny il suo capolavoro più bello, ed è qui che nasce la serie di oltre 250 dipinti con protagoniste le ninfee. Qui in questo giardino si ritroverà lo spettatore, entrando nell’armonia dei colori e delle pennellate che si combinano con gli effetti dell’acqua e della luce in natura, osservando i raggi del sole che penetrano nella vegetazione, i riflessi dei colori, il ponte ad arco in stile giapponese che Monet aveva fatto costruire in onore della cultura del Sol Levante da lui molto amata che si riflette nelle pennellate veloci di questo dipinto.

Aprire mondi impossibili è da sempre la nostra mission – afferma Pier Francesco Jelmoni co-founder di Way Experience -. In ogni progetto portiamo lo spettatore a vivere in prima persona emozioni in altri tempi e in altri contesti storici, così da potere capire la storia e il presente, l’arte e tutti gli avvenimenti socio-culturali che affrontiamo nei nostri progetti. Inside Monet porta Parigi a Milano, porta lo spettatore nel porto di Le Havre e gli fa vedere con i propri occhi i riflessi della luce dell’alba sull’acqua, facendo cogliere l’Impressionismo attraverso le impressioni di chi lo vive, emozionandosi esattamente come fece Monet. Con una punta di orgoglio possiamo dire che in questo progetto di experience culturale la realtà virtuale supererà la fantasia dei partecipanti”.

WAY Experience è una start up innovativa specializzata nella produzione e distribuzione al grande pubblico di esperienze immersive culturali e turistiche. Attiva dal 2019, fondata da Pier Francesco Jelmoni e Marco Pizzoni, è oggi una realtà di riferimento nel settore di innovazione culturale. Negli anni, oltre 80.000 persone hanno partecipato ai progetti di WAY Experience, tra gli altri si ricordano: You Are Leo, The R-evolution Park, You Are Darwin, Geronimo Stilton Live Experience - Viaggio nel Tempo.
WAY Experience è vincitrice dell’Oscar dell’Innovazione Premio Angi 2022 nella sezione Cultura e Turismo e ha avuto la menzione al Compasso d’Oro di Milano nel 2022. - www.wayexperience.it

MAART è una realtà interdisciplinare, aperta a ogni stimolo creativo e culturale pensata per aggregare idee e persone, per accogliere e sviluppare progetti, per generare esperienze. Storia, Arte, Design, Musica, Architettura, lifestyle, Nuovi Trend, Natura, Viaggi, Esperienza e Creatività. Sono gli ingredienti che mixiamo per soddisfare in modo sartoriale le esigenze di Istituzioni Museali, Gruppi Organizzati, Scuole, Aziende e Singoli visitatori.
Guidati dall’amore e dalla conoscenza del patrimonio storico artistico del nostro paese, ridiscutiamo continuamente il nostro settore: lo rimodelliamo e rivoluzioniamo così da offrire sempre nuove opportunità di fruizione del Territorio e un’offerta integrata nel settore del turismo culturale, della didattica e degli eventi in accordo con le esigenze specifiche di ogni cliente”.

Trafug'Arte - Sky Tg24. Milioni di reperti, tesori unici al mondo, statue antiche di millenni, a trafug’Arte si raccontano le storie del grande saccheggio del sottosuolo e dei grandi furti d’arte. Opere e capolavori trafugati e finiti all’estero, spesso in bella mostra nei più importanti musei stranieri, dal Louvre al British Museum, dal J. Paul Getty museum al Met di New York. Storie d’arte rubata, di bellezza offesa, narrate dalla diretta voce dei protagonisti, dei ministri delle passate legislature, dei più grandi storici dell’arte e archeologi italiani. Tutto questo è Trafug’Arte.
Inside Monet godrà del privilegio di avere una puntata dedicata, all'interno del podcast di Trafug'Arte.

Sponsor

SFRE, Services For Real Estate, è la società di Project & Construction Management nata a Milano nel 2016. Ad oggi può contare sul lavoro di un team formato da 100 professionisti in grado di soddisfare le esigenze del mercato di immobili di logistica e light-industrial, in ambito edilizio e ingegneristico. I servizi che offre si rivolgono ad influenti realtà nazionali ed internazionali, tra i suoi clienti si annoverano alcuni dei player – sia developer che investitori – tra i più importanti nel panorama odierno. SFRE, grazie anche alla sua particolare attenzione al settore ESG, si impegna in maniera concreta nel perseguire lo sviluppo del territorio, dando il giusto peso alle proprie scelte e tenendo in considerazione le implicazioni che il proprio operato riflette sull’ambiente e sulla vita delle persone. È in questo contesto che si inserisce il delicato e importante tema della Sostenibilità a cui SFRE ha riservato un ruolo sempre maggiore nel corso degli anni. L’Ing. Salis ha particolarmente a cuore la divulgazione dell’arte e della cultura che sia accessibile a tutti, il che si concretizza nel sostegno a progetti legati alla diffusione e alla preservazione del patrimonio artistico e culturale italiano. - www.sfre.it... leggi il resto dell'articolo»

Informazioni: 

www.insidemonet.it

Un progetto in collaborazione drammaturgica con Libero Stelluti, direttore del cast attoriale:
Gaia Carmagnani
Eleonora Cicconi
Michele Costabile
Marco Fragnelli
Claudia Gambino
Karin Rossi
Matteo Vitanza

A partire dal 15 aprile 2023
I tour si svolgeranno durante il weekend.
I tour hanno una capienza di 37 persone.
I tour (in autunno e primavera) si svolgeranno nei seguenti orari: 10.30; 11.00; 11.30; 14.30; 15.15; 16.00; 16.45; 17.30; 18.15 (fino a 9 tour)
I tour (in estate) si svolgeranno nei seguenti orari: 10.00; 10.30; 11.00; 16.00; 16.45; 17.30; 18.15; 19.00; 19.45 (fino a 9 tour)

È richiesto ai partecipanti di presentarsi 15 minuti prima dell’inizio dell’esperienza.
Il punto di ritrovo per i partecipanti è davanti all’Arco della Pace: una bike brandizzata, in Piazza Sempione, segnalerà il luogo di incontro e distribuzione dei visori.

Prezzi:
Intero: 25 €
Under 16: 20 €

Parte del ricavato di ogni biglietto di Inside Monet andrà all’Associazione Bianca Garavaglia per sostenere il Progetto Giovani.

Dal 1987 l’Associazione Bianca Garavaglia offre sostegno finanziario ed operativo alla Struttura Complessa di Pediatria Oncologica della Fondazione I.R.C.C.S Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, uno dei maggiori centri di ricerca e cura nel campo dei tumori dell’età pediatrica, che accoglie piccoli pazienti provenienti da tutta Italia.


La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it