mostre

Life-Magnum. Il fotogiornalismo che ha fatto la storia

Il classico “due piccioni con una fava” è adesso possibile a Cremona. Da domani presso il Museo del Violino – Fondazione Stradivari, fino al prossimo 11 giugno, sarà possibile visitare Magnum Life forme la più importante mostra dedicata al fotogiornalismo mondiale

La più famosa rivista americana Life e la celebre agenzia fotografica Magnum Photos, due straordinarie realtà che per la prima volta vengono accostate assieme in una mostra. L’obiettivo è il loro rapporto per analizzare come reportage fotografici, riferiti ad avvenimenti storici del ventesimo secolo, vennero pubblicati all’interno della rivista. Un viaggio all’interno di nove reportage pubblicati da Life, in cui storie che ebbero un grande impatto sull’opinione pubblica vengono raccontante con immagini che divennero icone del XX secolo.

Già l’importanza della mostra giustifica di per sé una visita a Cremona, ma se poi questa esperienza la leghiamo alla musica classica che può uscire dai violini, allora il quadro è completo. Del resto nel periodo di Magnum Life di attività legate alla Fondazione Stradivari se ne possono trovare molte, a partire dal 12 marzo con i concerti degli allievi dell’Accademia STAUFFER. E poi dall’8 aprile addirittura musica e arte di grande lavature per “Monteverdi e Caravaggio”. Alla fine i “piccioni” potrebbero essere più di due.

Intanto Magnum Life: la mostra, si diceva, analizza il rapporto fra la rivista americana Life e l’agenzia fotografica Magnum Photos, ed in particolare i reportage realizzati dai fotografi membri dell’agenzia che vennero pubblicati da Life, il fortunato settimanale creato nel 1936 Henry Luce, già editore di Time. Ad un anno dalla sua nascita Life tirava cinque milioni di copie conquistandosi un ruolo che solo la diffusione della televisione minò, portandola alla chiusura nel 1972.
Il nuovo medium, la tv, riusciva a proporre con più immediatezza ciò che era stato il patrimonio di Life: il racconto per immagini.
Life con i suoi contenuti editoriali, ma soprattutto grazie al suo contenuto iconografico, contribuì a creare una identità e una cultura nazionale americana, dagli anni della grande depressione alla guerra del Vietnam, identità che poi venne esportata a livello internazionale.
La dimensione del fenomeno delle grandi riviste illustrate richiese alla agenzie fotografiche nuovi modelli. Robert Capa, David Seymour, Henri Cartier-Bresson e George Rodger, tutti con una notevole esperienza “sul campo”, diedero vita a Magnum.

LIFE – MAGNUM è parte del progetto italiano per i 70 Anni di Magnum, che propone mostre oltre che a Cremona, anche a Torino (Camera) e Brescia (Brescia Photo Festival).

 

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it