Aldo Cazzullo e Moni Ovadia in Il duce delinquente

  • Quando:   10/02/2023
  • evento concluso

TeatroEventi e spettacoli a Ferrara


Aldo Cazzullo e Moni Ovadia in Il duce delinquente

Il giornalista e scrittore Aldo Cazzullo e l’uomo di teatro Moni Ovadia, accompagnati da musiche e canzoni dell’epoca suonate dal vivo da Giovanna Famulari, rievocano in scena i crimini e i tradimenti che Benito Mussolini riuscì ad ordire tanto nella vita professionale quanto in quella privata. Dopo il debutto l’estate scorsa a Cervia (nell’ambito del Ravenna Festival), Il duce delinquente torna in Emilia Romagna dopo varie tappe in giro per l’Italia. Sarà in scena al Teatro Comunale di Ferrara, in un’unica data, venerdì 10 febbraio alle ore 20.30.

Con la rievocazione di fatti di cronaca e documenti di allora, si ricompone il ritratto di un Duce che scardina quella diffusa convinzione italiana di “abile statista” che, “fino all'errore dell'alleanza con Hitler”, delle leggi razziali, della guerra, le ha azzeccate quasi tutte. Aldo Cazzullo, anche autore del libro Mussolini il capobanda (Mondadori, 2022), e Moni Ovadia dimostrano che non è così.

Prima del 1938, Mussolini aveva provocato la morte di Gobetti, Gramsci, Matteotti, Amendola, dei fratelli Rosselli e di don Minzoni. Aveva fatto morire in manicomio il proprio figlio, e la donna che aveva amato. Aveva preso e mantenuto il potere nel sangue, perseguitando oppositori e omosessuali, imponendo un clima plumbeo e conformista. Aveva chiuso i libici in campo di concentramento, gasato gli abissini, bombardato gli spagnoli. Si era dimostrato un uomo narcisista e cattivo. La guerra non è un impazzimento, è lo sbocco naturale del fascismo. Aver mandato i soldati italiani a morire senza equipaggiamento in Russia, nel deserto, in Albania è stato un altro crimine, contro il suo stesso popolo. E ancora devono arrivare gli orrori della guerra civile e del neofascismo, delle bombe sui treni, nelle banche, in piazza.

Il duce delinquente è una storia a due voci: Aldo Cazzullo racconta, Moni Ovadia legge i testi di Mussolini e delle sue vittime, con musiche e canzoni dell’epoca eseguite e interpretate dal vivo da Giovanna Famulari al violoncello. È uno spettacolo, secondo Cazzullo e Ovadia, che fa capire perché vergognarsi del fascismo ed essere invece orgogliosi dei resistenti che l’hanno combattuto.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Aldo Cazzullo e Moni Ovadia in Il duce delinquente

Ferrara - Teatro Comunale

Apertura: 10/02/2023

Conclusione: 10/02/2023

Organizzazione: Teatro Comunale di Ferrara

Indirizzo: Corso Martiri della Libertà, 5 - 44121 Ferrara

Biglietti da 25 a 8 euro. Info e vendite su www.teatrocomunaleferrara.it, su Vivaticket e in biglietteria del Teatro Comunale di Ferrara (Corso Martiri della Libertà 21).

Sito web per approfondire: https://www.teatrocomunaleferrara.it