Cinematopie: presagi, inquietudini, aneliti

  • Quando:   02/08/2023 - 31/08/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a LivornoLivorno


Cinematopie: presagi, inquietudini, aneliti

Mercoledì 2 agosto alle ore 22:30 verrà inaugurata la mostra collettiva “Cinematopie: presagi, inquietudini, aneliti” presso la Biblioteca Bottini dell’Olio.

Per l'occasione verrà tenuta una visita guidata dal curatore Jacopo Suggi.

Nello stesso orario l'artista Sheyla Micheletti aka Medy inizierà attraverso un processo performativo la sua opera dalla serie Etereotopie, che porterà avanti anche durante gli altri giorni di mostra. Si tratta di un'operazione artistica che rielabora alcune riflessioni del filosofo francese Michel Foucault.

La mostra propone durante i giorni di Effetto Venezia una riflessione sui concetti di utopie e distopie delineati anche dal mondo del cinema.

L’esposizione collettiva indaga attraverso il lavoro di tredici artisti emergenti l’immaginario cinematografico di scenari futuri sia nella loro valenza negativa che positiva, in un percorso di pittura, scultura, grafica, performance e nuove tecnologie.... leggi il resto dell'articolo»

Inoltre il percorso è arricchito da una selezione di libri antichi e moderni e di film inerenti al tema, provenienti dai fondi della Biblioteca Labronica di Livorno.

Ponendo l’uomo al centro della riflessione, gli artisti aprono finestre su universi futuribili, da realtà dove il corpo diviene luogo di battaglia, in continuo cambiamento, a mondi in cui l’individuo ricontratta il proprio rapporto con la natura, la tecnologia, la scienza e la collettività, dando vita a nuovi modelli urbanistici, politici e societari.

Il concetto di utopia si afferma nel Rinascimento e si tratta di un neologismo coniato dal letterato e umanista Tommaso Moro, che se ne servì per descrivere l’organizzazione di una società ideale localizzata su un’isola immaginaria.

L’utopia diventa elucubrazione nel contesto del rifiorire del pensiero politico, ma anche un genere filosofico-letterario autonomo.

Di contro, il concetto di distopia si attesta come un fenomeno tipicamente letterario che si diffonde soprattutto nel XX secolo a partire dal romanzo Il mondo nuovo di Aldous Huxley, che delinea immaginari futuri, dove istanze del presente sono sublimate nei loro aspetti negativi, designando società e mondi controllati da espressioni sociali o politiche opprimenti, contingenze ambientali o tecnologiche inquietanti e ingiuste.

Ideali utopici hanno permeato fortemente anche l’azione e l’operato di artisti visivi e cinematografici attivi nei movimenti di avanguardia e post-avanguardia del ‘900, perdendo gran parte della loro energia sul finire del secolo, per scomparire in quello successivo. Le narrazioni e teorizzazioni distopiche invece godono ancora di grande fortuna nella letteratura fantascientifica e nel cinema.

Prenderanno parte all'esposizione: Federica Balestri (1986), Jacopo Dimastrogiovanni (1981), Asya Dell’Omodarme (1997), Lorenzo Dominici (1997), Francesco Ferrara (1998), Stefano Lenzi (1997), Costanza Lettieri (1994), Sheyla Micheletti (1992), Paulo Mucca (1985), Matteo Pannocchia (1990), Giovanni Ricci (1990), Eleonora Rotolo (1992), Betty Salluce (1992)

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Cinematopie: presagi, inquietudini, aneliti

Livorno - Biblioteca Bottini dell’Olio

Apertura: 02/08/2023

Conclusione: 31/08/2023

Curatore: Jacopo Suggi

Indirizzo: Piazza del Luogo Pio - 57122 Livorno

Inaugurazione: Mercoledì 2 agosto alle ore 22:30

Sito web per approfondire: https://www.livorno-effettovenezia.it/



Altre mostre a Livorno e provincia

FotografiaPerformancemostre Livorno

Le vie d'Artiste. Micha von Hoecke

Una mostra per gli 80 anni del coreografo, danzatore e regista di fama mondiale scomparso nel 2021, tra fotografie inedite, cimeli di famiglia. leggi»

21/07/2024 - 28/07/2024

Toscana

Livorno

Ingresso gratuito

Arte contemporaneamostre Livorno

AD INTRA - Sulla spiritualità nell'arte

Venerdì 19 luglio nei millenari spazi della Cripta di San Jacopo a Livorno, inaugura la collettiva "Ad Intra - sulla spiritualità nell'arte", con quattro artisti contemporanei. leggi»

19/07/2024 - 28/07/2024

Toscana

Livorno

Ingresso gratuito

Arte contemporaneamostre Livorno

Odile Bonnefoi. Eco del Rinascimento

Mostra d'arte all'Isola d'Elba: con Bonnefoi rivivono a Marciana le antiche tecniche pittoriche, al bistrot 'Sapori d'arte' di Marciana (via Roma 1) – all'Isola d'Elba. leggi»

30/06/2024 - 31/07/2024

Toscana

Livorno

Ingresso libero

Sculturamostre Livorno

Paolo Staccioli. I cavalieri del Castello

Piombino celebra Paolo Staccioli con una mostra dedicata alle sue sculture dal titolo "I cavalieri del Castello", dal 18 maggio al 21 luglio 2024. leggi»

18/05/2024 - 21/07/2024

Toscana

Livorno

Ingresso libero