Arte contemporaneaMostre a Milano

Smuovere l’angolo apocalittico verso la speranza. Performance di Stefano Cagol

  • 13/04/2024
  • evento concluso
Smuovere l’angolo apocalittico verso la speranza. Performance di Stefano Cagol
Stefano Cagol, Gezeitenkraft, dalla serie The Time of the Flood, 2020, stampa fine art su carta archival, 40 x 50 cm, Ed. of 1/3, ©Stefano Cagol/Courtesy Glenda Cinquegrana Art Consulting.

Sabato 13 aprile 2024, dalle 18.00 alle 21.00 in occasione del finissage della mostra "Smuovere l’angolo apocalittico verso la speranza" è in programma una performance di Stefano Cagol.

Glenda Cinquegrana Art Consulting è lieta di presentare la performance esclusiva pensata per l’occasione della Milano Art Week che Stefano Cagol realizzerà per l’evento di chiusura della doppia mostra attualmente in corso, l’omaggio ad Alberto Garutti “Che cosa succede nelle stanze quando le persone se ne vanno?” e la collettiva curata da Stefano Cagol “Smuovere l’angolo apocalittico verso la speranza” dove espone assieme all’artista attivista americana Mary Mattingly e il collettivo spagnolo PSJM.

In occasione della chiusura della mostra “Smuovere l’angolo apocalittico verso la speranza”, Stefano Cagol proporrà un’inedita azione performativa, omonima, pensata appositamente per l’occasione, che collegherà simbolicamente le opere esposte attraverso nuove chiavi di lettura e aprirà a una visione non consueta, rendendo visibile l’invisibile, mettendo in evidenza le tracce delle nostre scelte e del nostro calore. 

In un complesso gioco di rimandi, Cagol interagirà con l’opera esposta di Alberto Garutti “Che cosa succede nelle stanze quando le persone se ne vanno?”, tra sguardo al buio e agli infrarossi.  Attraverso visione glow in the dark e termosensibile, rimanderà a opere non esposte come la ricerca “The Body of Energy” dello stesso Cagol, le sue (anticipatrici) mascherine fluorescenti degli anni Novanta e un’altra opera degli anni Novanta di Studio Azzurro sul nostro rapporto con quanto ci sta attorno. Al buio anche le sculture di Cagol in mostra, che rimandano all’atomica, emettono radiazioni luminose, sempre più emblematiche nel momento attuale. Una visualizzazione di emissioni che non vediamo a occhi nudi, ma sono tanto influenti, sono le opere pittoriche del collettivo spagnolo PSJM, basate su grafici di variazioni dell’inquinamento nell’aria. Inglobati, invece, in una pesante palla, chiusa da sottili legami, sono gli oggetti, in particolare qui i vestiti, che appesantiscono la nostra impronta, senza che nemmeno ci facciamo caso. L’americana Mary Mattingly ce li pone davanti agli occhi per un’inequivocabile presa di coscienza, come è riuscita a fare influenzando con un’opera il governo di New York a introdurre il primo giardino edibile della sua storia. 

In mostra da Glenda Cinquegrana, Stefano Cagol, che cura la mostra, ha portato un’arte che cerca d’influire sulla società e con la performance del finissage, come spesso fa con i suoi articolati progetti e attraverso un metodo basato sul processo, da minimi spostamenti del punto di vista fa emergere approfondite riflessioni, che cercano il coinvolgimento di un pubblico più ampio possibile e, sempre più, il confronto con altri artisti.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Smuovere l’angolo apocalittico verso la speranza. Performance di Stefano Cagol

Apertura: 13/04/2024

Conclusione: 13/04/2024

Organizzazione: Glenda Cinquegrana Art Consulting

Luogo: Milano, Glenda Cinquegrana Art Consulting

Indirizzo: Via Settembrini, 17 - 20124 Milano

Info: Tel. +39 02 49 429 104 - info@glendacinquegrana.com

Sito web per approfondire: https://www.glendacinquegrana.com/