Arte contemporaneaMostre a Biella

Spiriti del Tempo. Cracking Art

  • Quando:   06/04/2024 - 09/06/2024
Spiriti del Tempo. Cracking Art

Castello di Montecavallo presenta Cracking Art "Spiriti del Tempo" dal 6 aprile al 9 giugno 2024, ideato e a cura di Carla Testore. Un'esperienza coinvolgente tra arte e natura alla scoperta di un luogo ricco di suggestioni Castello di Montecavallo un gioiello storico incastonato tra i suggestivi vigneti e le rigogliose colline del Biellese, si prepara ad ospitare un'avventura che fonde arte e natura con il progetto espositivo "Spiriti del Tempo", ideato e a cura di Carla Testore.

In collaborazione con l'Associazione Stile Libero ed anche grazie al supporto del Comune di Vigliano Biellese e di Banca Sella, Main Partners del progetto, per la prima volta in un luogo in cui storia, tradizione, natura, ambiente e creatività si fondono creando suggestioni autentiche dal 6 aprile al 9 giugno 2024, i visitatori avranno l'opportunità di esplorare questo luogo esclusivo che domina Vigliano Biellese, seguendo un viaggio a tappe alla scoperta delle imponenti opere colorate ed eclettiche firmate Cracking Art. 

"Spiriti del Tempo" è un percorso espositivo insolito e creativo ideato per immergere il pubblico in un itinerario alla scoperta delle installazioni del rinomato collettivo artistico Cracking Art. Un racconto di favole urbane contemporanee a cielo aperto.
Dopo tre decenni di successi internazionali, Cracking Art torna infatti alle sue radici, nel territorio in cui è nato, per celebrare questo anniversario speciale, realizzando un percorso ascendente che presenta gli iconici animali che hanno segnato il successo del progetto, affiancate da nuove creazioni che saranno svelate in esclusiva per l'evento.

Il Castello di Montecavallo fu eretto intorno al 1830 sui resti di una casaforte di famiglia risalente al 1200 e rappresenta oggi un raro esempio di architettura neogotica nella regione. Progettato dall'architetto Dupuy, è circondato da vigneti storici, boschi e giardino all'italiana, impreziosito da roseti, glicini, camelie, rododendri, ortensie e piante esotiche. Questo scenario incantevole in cui si respira ancora l'aria dei secoli passati offre il palcoscenico ideale: il percorso invita i visitatori a esplorare il Castello e i suoi dintorni, immergendosi nell'atmosfera magica dei vigneti che hanno fatto la storia dell'Azienda Vinicola del Castello di Montecavallo, condotta dalla famiglia Incisa della Rocchetta, e
del parco circostante che ospiterà le installazioni artistiche per un'interazione unica tra uomo e natura.

Il celebre collettivo Cracking Art, noto per le sue imponenti creazioni urbane di animali giganti in plastica colorata rigenerata, porterà la sua vibrante energia proprio nel cuore di una natura autentica e in un contesto lavorativamente attivo aggiungendo un tocco di contemporaneità e sorpresa alla millenaria collina di Castello di Montecavallo.
Tomaso Incisa della Rocchetta, proprietario di Castello di Montecavallo e dell'omonima cantina "Siamo orgogliosi di ospitare "Spiriti del Tempo", il progetto si sposa con la nostra filosofia e visione aziendale, da un lato di promuovere la bellezza del Biellese e di far riscoprire la sua secolare tradizione enologica, ma anche quella di proteggere e preservare questo ecosistema, di cui ci sentiamo membri e guardiani."... leggi il resto dell'articolo»

Le installazioni saranno composte da una varietà di sculture raffiguranti animali e soggetti inediti che con le loro forme morbide e i colori accesi danno vita a un paesaggio artistico che dialoga in modo armonioso con l'ambiente circostante.

Craking Art spiega: "L'uomo non è vittima di questo tempo: ne è protagonista positivo o negativo, come recita il nostro manifesto del 1993. Questo percorso di visita vuole rigenerare l'appartenenza al territorio tramite il contatto con l'ambiente e con le stratificazioni storiche che lo rendono unico".
Le Oche selvatiche attendono la schiusa di un futuro di rigenerazione.

Il Castello di Montecavallo propone un'esperienza anche dedicata agli amanti del vino e della storia. Il percorso espositivo si soffermerà infatti anche sui vigneti che circondano il Castello, permettendo di scoprire i segreti di una produzione vinicola da sempre appartenuta alla stessa famiglia e tappa finale del percorso sarà la degustazione dei vini prodotti dall'omonima cantina. Per l'occasione l'Azienda Vinicola di Castello di Montecavallo presenterà la nuova annata di Indero, Coste della Sesia Doc Rosato, un rosato di Nebbiolo in purezza in edizione speciale con un'etichetta multicolore a rimando delle colorate installazioni di Cracking Art.

Cristina Vazzoler, Sindaco di Vigliano Biellese, aggiunge: «Il Comune di Vigliano Biellese, che nel 2024 può fregiarsi del titolo di Città europea del vino, ha sostenuto con determinazione il progetto "Spiriti del tempo": un collettivo di artisti nato nel biellese e noto nel mondo, celebra il suo trentennale in un prestigioso contesto che unisce la nobile storia di una famiglia ad un'altrettanto nobile produzione vitivinicola. Siamo certi che il binomio fra arte e vino sarà capace di promuovere e valorizzare in modo innovativo il nostro territorio»

Dal grande Coniglio, simbolo del passaggio dalla realtà alla metafisica, agli Orsi che rappresentano l'incontro tra le leggi della natura e della cultura, ogni installazione invita a una profonda riflessione. I Lupi ricordano l'importanza della coesione e dell'identità di gruppo, mentre i Pinguini cercano rifugio dal cambiamento climatico nelle loro antiche dimore. Infine, la Grande Chiocciola, con le sue antenne che si connettono alla terra, ci invita a riflettere sull'avanzare del tempo e sulla rigenerazione dei nostri pensieri.

Il Castello di Montecavallo vanta una storia ricca di tradizione vinicola che affonda le sue radici nel XIII secolo, quando la collina ospitava vigneti e una fortificazione militare. Nel corso dei secoli, la tenuta è stata curata dalla stessa famiglia, diventando un punto di riferimento per l'eccellenza vitivinicola della regione. Nel 2021, l'azienda è passata nelle mani della nuova generazione, Tomaso e Martina Incisa della Rocchetta, che si sono impegnati a trasformare il Castello di Montecavallo in una delle aziende vinicole leader del nord Piemonte. Gli ultimi due anni hanno visto una serie di cambiamenti mirati, tra cui la ristrutturazione dei vigneti e della cantina, una nuova strategia di branding e comunicazione, e lo sviluppo dell'ospitalità ricettiva. Fondamentale è anche l'impegno per la preservazione della biodiversità intorno alle vigne, garantendo una viticultura rispettosa dell'ambiente.


Cracking Art. "Spiriti del Tempo", testo di Carla Testore

Sono passati più di trent'anni da quando, proprio nel territorio biellese, un gruppo di giovani artisti italiani ha fondato Cracking Art, movimento artistico ispirato dalle tematiche più dibattute dell'ultimo secolo: salvaguardia della natura e sostenibilità, riciclo e scambi culturali legati ai flussi migratori. Movimento che ha disseminato le sue realizzazioni in tutto il mondo con oltre cinquecento installazioni permanenti.
Per tradurre il pensiero in arte la prima scelta fatta dal gruppo di Renzo Nucara, William Sweetlove, Marco Veronese, Aleg Angi e Kicco ha riguardato il materiale da utilizzare; le ricerche condotte hanno portato all'utilizzo di una plastica interamente rigenerata adatta alla realizzazione di opere inalterabili di grandi dimensioni da collocare anche in ambienti esterni. Sottrarre materiale inquinante all'ambiente circostante restituendolo in forma d'arte offre alla materia una nuova vita e ci impone una riflessione sull'effetto dell'agire umano nell'ambiente naturale.
I soggetti realizzati raffigurano animali in forma stilizzata che si fanno ambasciatori della filosofia del gruppo proponendo al pubblico, ognuno a suo modo, una riflessione sul rapporto tra il lento e costante incedere dei ritmi naturali e il frenetico sviluppo della vita contemporanea.
La chiocciola, l'opera più riconosciuta della Cracking Art, viaggia con le antenne dritte per essere sempre connessa così come si vuole nei tempi attuali ma porta con pazienza e perseveranza la sua casa sul dorso come fosse un bagaglio dei ricordi e delle conoscenze che circolano nella sua spirale.
Accanto agli animali già presentati in precedenti installazioni, ma che vengono qui collocati in contesti differenti, verranno proposte anche opere nuove, un racconto che si snoda quasi come una caccia al tesoro all'ombra del Castello di Montecavallo, dimora neogotica appartenuta alla famiglia degli Avogadro dall'anno Mille.
Nella splendida cornice del Castello, il percorso di visita si snoda lungo i viali del secolare parco antistante alle vigne, nel quale è stato dedicato uno spazio per ogni soggetto: una famiglia di conigli blu su una spianata, i suricati nel bosco, un cerchio di lupi attorno ad una quercia, dei pinguini di tutti i colori a custodia della vecchia ghiacciaia e poi gatti rosa, un coccodrillo, ranocchie danzanti, le rondini ad annunciare la rinascita primaverile Quello proposto è un progetto di arte pubblica, che prevede anche un percorso per i non vedenti, che si snoda attraverso due direzioni principali: quella della semplicità , che scaturisce dalla lunga conoscenza che tutti abbiamo fin da bambini degli animali raffigurati, e quella dell'ironia, perché l'atteggiamento e l'espressione degli animali sembrano quasi provocarci e spingerci verso una prospettiva nuova, sorprendente, capace di farci riflettere, ma anche sorridere, nei confronti del mondo.

In un contesto ambientale, quello biellese, dove si vivono problematiche e contraddizioni legate alle nuove sfide produttive e agli incombenti cambiamenti climatici, il percorso proposto tra arte e natura vuole fare da catalizzatore per il coinvolgimento della comunità e offrire una nuova chiave di lettura del paesaggio grazie all'arrivo dei simpatici animali colorati.
L'attenzione che gli artisti in mostra hanno a più riprese dimostrato verso il tema del tempo, non a caso il percorso si svolge in 12 tappe, per ricordare sia i dodici mesi dell'anno, sia le dodici ore del giorno e della notte, sia, forse, i 12 cavalieri della Tavola rotonda, intesi come coloro che ancora possono fermare l'insensato scorrere del nostro vivere quotidiano.
Il vero obiettivo della mostra " Spiriti del Tempo" è quello di coinvolgere i visitatori nel poter ammirare le opere d'arte non in uno spazio chiuso, ma in dialogo con la Natura, l'opera d'arte diventa un luogo della natura stessa.

Note biografiche

Cracking Art

Il movimento artistico Cracking Art nasce del 1993 nel Biellese e trae ispirazione dal processo chimico del cracking catalitico, che trasforma il petrolio in plastica, rappresentando simbolicamente il passaggio dall'organico al sintetico. Questo processo riflette il dibattito contemporaneo tra natura e artificio, rivelando il divario dell'uomo moderno tra l'originale e l'artificiale. Le opere del movimento, caratterizzate da animali giganti colorati, invadono spazi pubblici e privati, stimolando una riflessione collettiva
sull'impatto umano sull'ambiente naturale. Rigenerare la plastica per trasformarla in opere d'arte rappresenta un impegno sociale e ambientale, comunicando attraverso un linguaggio estetico innovativo e manifestando una profonda sensibilità nei confronti della natura.

Carla Testore

Storica dell'arte, professoressa, curatrice, giornalista ed esperta di arte contemporanea soprattutto di fotografia ed arte pubblica, redattrice della casa editrice Umberto Allemandi e segreteria di redazione de Il Giornale dell'Arte, già sales & client Manager ad Artissima, responsabile del coordinamento di "Luci d'Artista", già registrar e ufficio Stampa e Relazioni Esterne della Reggia di Venaria, consulente per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali di Torino, caporedattore di SKART magazine, ideatrice e curatrice di importanti mostre nelle Residenze Reali, di visite "Speciali" negli Studi d'Artista e membro del comitato scientifico della Fiera The Phair.

Stile Libero

L'Associazione StileLibero nasce a Biella nel 2009 (Piemonte) con lo scopo di tutelare e valorizzare beni materiali e immateriali di interesse artistico e storico, attraverso l'ideazione e lo sviluppo di progetti culturali e didattici in favore della collettività. La messa a punto e la realizzazione delle iniziative passa necessariamente attraverso il coinvolgimento di enti e istituzioni pubbliche e private che, in ragione della condivisione di intenti, diventano promotori essi stessi delle iniziative. Il carattere sinergico che costituisce un vero e proprio modello di lavoro ha decretato di fatto la buona riuscita delle iniziative sin qui svolte consentendo di amplificarne gli effetti benefici, con un raggio molto più ampio rispetto a quello del territorio di concepimento. Riportiamo qui a titolo di esempio i progetti più significativi di cui l'associazione si è fatta promotrice, festival del Viaggio, Memorandum, Festival Selvatica (in collaborazione) Gestione di Palazzo ferrero, progetto The Walk, Progetto BI WILD

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Spiriti del Tempo. Cracking Art

Apertura: 06/04/2024

Conclusione: 09/06/2024

Curatore: Carla Testore

Luogo: Vigliano Biellese, Castello di Montecavallo

Indirizzo: Via per Chiavazza, 30 - 13856 Vigliano Biellese (BI)

Orario: sabato e domenica 10.00-18.00 (ultimo ingresso alle 17.00)

Biglietto: intero 10 euro | ridotto: 7 euro
Degustazioni: 10 euro

Per info: 39 389 932 6879 Whatsapp | info@castellodimontecavallo.it

Sito web per approfondire: https://castellodimontecavallo.it/