Installazioni

A Milano l'arte contemporanea incontra il sacro con un'installazione di Pino Pinelli

Domenica 28 gennaio 2024 la Chiesa di S. Angela Merici a Milano accoglierà la donazione dell'opera "Disseminazione Sacra" (2023), realizzata dall'artita Pino Pinelli. L'opera è una disseminazione di 18 elementi di ceramica velata in oro zecchino del 2023.

Presentazione alle ore 12.15 di Lorenzo Madaro, Docente di Storia dell'Arte Contemporanea, Accademia di Belle Arti di Brera, Milano. Intervento di Gianfranco Maraniello Direttore del Museo del Novecento, Milano.

Pino Pinelli, figura di spicco nella corrente artistica della Pittura Analitica, ha saputo distinguersi per una pratica pittorica distintiva, in cui è divenuto centrale il concetto di disseminazione. A partire dagli anni '70, si è dedicato ad una approfondita sulla decomposizione delle forme, sottolineando la complessità della percezione visiva e la natura frammentaria della realtà.

La disseminazione delle forme nell'arte di Pinelli si propone agli occhi dell'osservatore con un uso meticoloso dei colori primari, o del bianco e del nero, e la ricerca della vibrazione e del chiaro scuro nelle superfici frammentate colpite dalla luce, sfidando lo spettatore a esplorare i dettagli e a cogliere la complessità nascosta all'interno della superficie pittorica.

Dalle parole dello stesso Pino Pinelli: "I frammenti si dispongono sulla parete quasi a mimare il gesto del seminatore. La visione è un elemento essenziale del mio lavoro, ma c'è anche un coinvolgimento tattile, sensoriale che invita a: toccare, sentire, vedere. Certamente l'arte è pensiero. Pensare e fare. Fare e pensare".

L'artista gioca con la tensione tra l'unità e la frammentazione, utilizzando spesso una griglia o una serie di linee per strutturare la sua superficie pittorica. La disseminazione diventa quindi una strategia per scomporre e ricomporre, sfidando le convenzioni visive tradizionali. Questa approccio innovativo contribuisce a ridefinire la percezione dell'opera d'arte come un'entità dinamica e in continua evoluzione.

La passione di Pinelli per la ceramica risale alla sua gioventù, influenzata da visite a Caltagirone e dall'incontro con il Prof. Dino Caruso.

La scelta di lavorare con la ceramica in questa installazione rispecchia il suo desiderio di esplorare la potenza cromatica e la lucentezza distintiva della tecnica del terzo fuoco, cercando un equilibrio tra forma, colore e riflessione spirituale.

... leggi il resto dell'articolo»

A.G.


La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it