9 febbraio

E' nato oggi: Gerhard Richter, uno dei più grandi artisti viventi

E' nato il 9 febbraio 1932 a Dresda, Germania, Gerhard Richter, considerato uno dei più grandi artisti viventi, che può vantare record d'asta superiori ai 30 milioni di dollari.
A B, Still (1986), olio su tela, 224,8 x 200 cm - Prezzo di aggiudicazione: 33.987.500 $. Contemporary Art - 17/11/2016, Sotheby’s, New York. © Gerhard Richter

Formatosi all'Accademia di Belle Arti di Dresda, dove conosce anche la sua futura moglie Marianne, quando deve subire i programmi sovietici che vietano lo studio dell'arte formalista ad eccezione di Picasso e Guttuso, nel 1956 rompe con gli studi accademici mal tollerando quelle restrizioni imposte alla sua creatività. Tale rottura avviene in particolare dopo essere entrato in contatto con opere di Pollock, Fontana e Fautrier, visitando documenta II a Kassel.

Abbandona quindi la Germania dell'Est per trovare la sua libertà artistica al di là della cortina di ferro. Nelle sue prime opere Richter dimostra il suo interesse verso l'attualità, la società consumistica, i media e la cultura popolare, utilizzando le fotografie come spunto di ricerca per i propri quadri.

La sua prima mostra personale di pittura, intitolata "Gerhard Richter", viene presentata da Richter nel 1964 presso la Galleria Schmela di Düsseldorf. Successivamente, espone a Monaco e Berlino, e fino ai primi anni settanta, è presente con le sue opere in varie città europee e degli Stati Uniti. La sua quarta retrospettiva, "Gerhard Richter: 40 Years of Painting", curata da Robert Storr, debutta al Museum of Modern Art di New York (MOMA) nel febbraio 2002, per poi essere trasferita a Chicago, San Francisco (SFMOMA) e Washington.

L'opera di Gerhard Richter è caratterizzata da una straordinaria varietà di stili e approcci artistici, che spaziano dalla pittura astratta alla fotorealismo, fino alla pittura concettuale. Richter è noto per la sua capacità di esplorare e sfidare i limiti della pittura tradizionale, utilizzando una vasta gamma di tecniche e materiali per esprimere una profonda riflessione sulla natura della rappresentazione visiva e della percezione.

Una delle sue serie più celebri è la serie delle "pitture sfocate" (Blur Paintings), in cui utilizza una tecnica di sfocatura per creare opere che sfidano la nostra percezione della realtà e della memoria. Queste opere sfumate e sfocate possono sembrare astratte a prima vista, ma contengono un profondo senso di mistero e suggestione.

Richter è anche noto per i suoi "ritratti della famiglia" (Family Portraits), in cui esplora le dinamiche complesse e spesso oscure delle relazioni familiari attraverso dipinti che combinano elementi realistici con sfondi astratti e gesti pittorici sperimentali.

Al di là della sua produzione pittorica, Richter ha anche esplorato altri mezzi espressivi, tra cui la fotografia, la scultura e l'installazione, dimostrando una continua sperimentazione e innovazione nel suo lavoro.

Un artista, Gerhard Richter, che si distingue quindi per la sua ecletticità, la sua profondità concettuale e la sua continua ricerca di nuove forme di espressione artistica. ... leggi il resto dell'articolo»

Oggi in Italia non sono in corso mostre pubbliche dedicate a Gerhard Richter, ma un altro grande artista nato nella Germania dell'Est, Anselm Kiefer (Donaueschingen, 1945), di una decina d'anni più giovane, sarà presto protagonista a Firenze, a Palazzo Strozzi, con "Anselm Kiefer. Angeli caduti", esposizione che si propone di restituire la complessità dell'arte di Kiefer, celebrandone l'intreccio tra figura e astrazione, natura e artificialità, creazione e distruzione, in un progetto che coinvolge gli spettatori sia nello spazio fisico che in quello concettuale delle sue opere.


La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it