Appuntamenti

Finissage della mostra "Nelle Rapide"

NELLE RAPIDE ha inaugurato all’interno dello storico Complesso del Conventino fuori le Mura, un nuovo spazio dedicato alla creatività e all’espressione artistica: il Laboratorio 13 – Spazio d’Arte.
foto di gruppo con le 7 artiste; Rosanna Tempestini Frizzi e Olivia Turchi

Il nuovo progetto a cura di Olivia Turchi per Associazione Città Sostenibile e Il Conventino Caffè Letterario, prende vita all’interno degli ambienti che affacciano sul Chiostro e che un tempo ospitavano il laboratorio artigianale di Giovanni Laudato, calzolaio fiorentino che qui ha condotto la sua attività dal 1967.

La mostra NELLE RAPIDE a cura di Rosanna Tempestini Frizzi - da 35 anni gallerista appassionata e curiosa e punto di riferimento nel panorama artistico fiorentino con La Corte Arte contemporanea - rappresenta la prima di una serie di iniziative previste per il 2023 con appuntamenti culturali e mostre d’arte, con artisti affermati e nuovi talenti, per riconfermare questo spazio quale luogo dedicato all’espressione artistica e ai linguaggi della creatività con la consapevolezza che le abilità abbiano - oggi più che mai - bisogno di luoghi vibranti di presenza, ispirazione e libertà interiore, per crescere, incontrarsi, confrontarsi e confortarsi NELLE RAPIDE della vita di ogni giorno.

Il finissage della mostra è previsto per sabato 28 gennaio dalle ore 17 con la presentazione del catalogo (foto Martino Acciaro), l'intervento di Tomaso Montanari (ore 18) e un equipaggio di 7 artiste.

La prossima mostra sarà FACCENDE CULTURALI dal 14 marzo al 12 aprile 2023 con opere di AROLDO MARINAI, LUCA MATTI, ENRICO PANTANI, testo in catalogo PIETRO GAGLIANÒ a cura di Rosanna Tempestini Frizzi.

Rosanna Tempestini Frizzi nasce a Firenze, gallerista di professione, per passione e curiosità.
Lavora per anni alla inetrnazionale Galleria Vivita di Camillo e Ciotti d’Afflitto, poi con Paolo Gentili, altra galleria di ampio respiro.
Al termine di queste formative esperienze (1995), trasforma una bellissima corte patrizia in Santo Spirito, in galleria d’arte contemporanea LA CORTE.

Pietro Gaglianò ne parla in maniera che condivido totalmente.
“ Anche se l’architettura ( le due colonne con i delicatissimi capitelli ionici, la scala cieca, le nicchie impossibili e nemmeno un muro in bolla) è ormai inscindibile dal nome, la Corte si proietta oltre la sua identificazione topografica, almeno quanto si distanzia dal paradigma tradizionale della galleria. E’ un luogo fisico che si manifesta nella continuità di un progetto, ed entrambi rappresentano uno spazio del possibile, dove la fiducia prevale sul calcolo e la visione di artisti e curatori può prendere corpo senza piegarsi alle consuete condizioni delle logiche mercantili. In questo modo molti hanno potuto misurarsi con quella verifica necessaria la mostra, in tutte le sue forme, anche le più immateriali e quelle meno legate al dominio del conservabile ( e quindi del commerciabile) In questo modo si crea cultura del contemporaneo e familiarità con i suoi linguaggi , in una città che di arte e creazione contemporanea ha un bisogno profondo e motivato
In questo modo si creano confronti , passaggi, movimenti, al di fuori dei sentieri preordinati, ed è proprio li che l’arte indica prospettive inattese e rende accessibile l’esperienza, invece del semplice intrattenimento.
In questo modo si creano professionalità e si apre la possibilità di crescere a tutti, operatori e pubblico. In questo modo i giovani artisti si liberano dell’odiosa categoria anagrafica e diventano artisti tout court, e lo stesso accade ai critici”

Collabora con gallerie e artisti italiani italiani e esteri, con Enti Pubblici e collezionisti privati .
Organizza in maniera continuativa con il Comune di Pomarance il “ Festival di fumetti Scarabocchio” e con l’Azienda Patrizia Pepe per esposizioni di artisti contemporanei.... leggi il resto dell'articolo»

Comunicato stampa


La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it