Arte internazionale

Oltresenso di Tamara Repetto alla IX Biennale d'arte di Tashkent

Apre oggi la IX Biennale d'arte di Tashkent (Capitale dell'Uzbekistan). Tamara Repetto rappresenta l'Italia con l'installazione olfattiva "Oltresenso" in mostra all'Uzbek Academy of Arts (NBU - Fine Arts Gallery of Uzbekistan) fino alla fine di ottobre.
Courtesy l'artista, Cramum, Fondazione Garuzzo

Come spiega il curatore, Sabino Maria Frassà, "non è poi così lontana Samarcanda. Tamara Repetto con il suo ambizioso progetto multisensoriale "Oltresenso" dà forma al mistero del viaggio interiore cantato da Roberto Vecchioni nel 1977. Sulla terra bruna dell'Uzbekistan l'artista colloca quello che lei stessa definisce essere "un frammento della Via della Seta", una lunga striscia nera, costruita in modo tale da evocare sia la pavimentazione delle antiche strade in pietra sia i mosaici uzbeki. Intorno non c'è nient'altro. "Oltresenso" risulta essere un'opera concettuale e quasi minimalista; solo alla vista nichilista. Dopo pochi istanti, infatti, lo spazio si rivela essere pieno, quasi saturo del profumo emanato dai 2000 cubetti neri che compongono la strada. E sono perciò tutti i nostri sensi, guidati dall'olfatto, a disegnare infinite armonie e visioni dello e nello spazio. Presi dalla frenesia del vivere quotidiano, ci concentriamo spesso solamente sulla strada scura di fronte a noi, senza riuscire/volere/pensare ad alzare lo sguardo. Tamara Repetto con la sua arte ci spinge invece a riappropriarci di noi stessi: come non puoi cristallizzare un profumo, così un selfie o un post su instagram non saranno mai sufficienti a farci rivivere un istante di realtà. Impossibile fermare il tempo, bisogna viverlo".

"Per la IX Biennale di Tashkent abbiamo scelto di presentare la ricerca artistica di Tamara Repetto in grado di produrre un'esperienza sensibile e diretta, non mediata dallo sguardo, capace di richiamare e connettere luoghi e popoli lontani attraverso una percezione antica e primigenia, quella legata all'olfatto." spiega infine Alessandro Carrer, Direttore della Fondazione Garuzzo, che insieme a Rosalba Garuzzo (Presidente Fondazione Garuzzo) e all'ambasciatore Agostino Pinna, ha selezionato l'artista.

Il progetto OLTRESENSO è reso possibile anche grazie alla collaborazione dell'artista con Odelà e Cramum.

Comunicato stampa

Pubblicato il

Itinerarinellarte.it

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso