Aqua Mater. Sebastião Salgado

  • Quando:   22/03/2024 - 14/07/2024

FotografiaMostre a Genova


Aqua Mater. Sebastião Salgado
©Sebastião Salgado, Valle dell’Hoanib, Damaraland. Namibia. 2005. Queste zebre di montagna chiamate zebre di Hartmann (Equus zebra hartmannae) si trovano principalmente nelle regioni montuose nell'ovest e nel centro della Namibia. Valle dell'Hoanib, Damaraland. Namibia. 2005.

Palazzo Ducale ospita "Aqua Mater" di Sebastião Salgado a Genova dal 22 marzo al 14 luglio 2024.
Brasile, Algeria, Antartide, Russia, Mali, Alaska, India, Namibia, Italia... Sono 42 le fotografie del celebre Maestro Sebastião Salgado, stampate in grande formato, che compongono Aqua Mater, la mostra che, dopo la presentazione a Parigi in un padiglione di bambù sotto la Grande Arche nel quartiere della Defense, verrà esposta per la prima volta in Italia a Palazzo Ducale di Genova, con apertura al pubblico dal 22 marzo 2024, in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua promossa dall'UNESCO.

Aqua Mater è prodotta dalla Fondazione Palazzo Ducale in collaborazione con Rjma Progetti culturali, Creation e SM-Art.La mostra è curata da Lélia Wanick Salgado, compagna di lavoro e di vita del fotografo e il percorso espositivo è accompagnato da una traccia sonora composta per la mostra dal musicista François Bernard Mâche, dell'Académie des Beaux Arts. Sarà inoltre a disposizione di tutti i visitatori un'audioguida in italiano e in inglese con la storia personale di Sebastião Salgado e i suoi ricordi delle foto presentate in mostra.

Il progetto di mostra nasce dalla riflessione dell'autore sullo stato del Pianeta e in particolare dell'Acqua, l'elemento che lo rende unico nell'universo, tema al centro di un cambiamento epocale che Fondazione Palazzo Ducale accoglie con grande senso di responsabilità. Il riscaldamento climatico e l'innalzamento del livello degli oceani, la desertificazione e le alluvioni avranno conseguenze devastanti per l'ambiente e per milioni di persone che saranno costrette a cambiare la loro vita. La coabitazione armoniosa con l'elemento acquatico e la sua protezione sono sempre più indispensabili alla nostra sopravvivenza e alla salvaguardia della biodiversità nel mondo.

Con questi presupposti Sebastião Salgado ha selezionato alcune significative immagini per rappresentare il bisogno, la bellezza, la forza e i misteri dell'acqua, elemento fondamentale e prezioso della Terra. Le fotografie – stampate in bianco e nero su grandi formati – saranno allestite in un suggestivo percorso espositivo. Le foto mostrano il rapporto tra la natura e la vita degli uomini, mettendo in evidenza il legame tra la crisi ambientale e le disuguaglianze sociali.

L'acqua
I racconti del mito e l'immaginario poetico associano spesso l'acqua al ciclo della vita umana. L'acqua è il liquido più prezioso sulla Terra, indispensabile per la nostra esistenza. L'dea di questa mostra è nata da una riflessione sullo stato del nostro pianeta. Il riscaldamento climatico è diventato una minaccia per l'umanità e per la natura. Lo scioglimento dei ghiacciai e la dilatazione termica delle acque marine, dovuta alle temperature elevate, provocano inesorabilmente un innalzamento del livello degli oceani, con conseguenze devastatrici per le popolazioni costiere e per l'ambiente.... leggi il resto dell'articolo»

La coabitazione armoniosa con l'elemento acquatico e la sua protezione sono sempre più necessari per la nostra sopravvivenza e per preservare la biodiversità nel mondo.

Le foreste producono il fenomeno della evaporazione, che forma veri e propri "fiumi aerei" che trasportano acqua dolce a diverse latitudini, riaffermando l'urgenza della loro protezione. Gli oceani, i fiumi, i ruscelli, i lagni, le cascate, la pioggia sono una parte molto importante del pianeta. L'acqua è vitale per il corpo umano, per le piante di cui ci nutriamo, per i biomi e per le specie animali. Tentare di rappresentare con immagini il bisogno, la bellezza, la forza e il mistero dell'acqua è un'impresa difficile, con il rischio di cadere nel luogo comune.

In questa mostra l'acqua appare in tutte le sue forme, la purezza e la intensità, l'abbondanza e la scarsità, è colta nella sua solitudine o nelle varie interazioni con l'uomo, con la fauna e la flora, in una selezione fotografica della sua poesia e del suo carattere indispensabile.

Come ha scritto il pensatore francese Gaston Bachelard (1884-1962) nell'opera L'acqua e i sogni: «Una goccia d'acqua potente è sufficiente per creare un mondo e per dissolvere la notte. Per sognare la potenza è sufficiente una goccia immaginata in profondità. L'acqua così potenziata è un germe che dà alla vita uno slancio inesauribile». (Sebastião Salgado, Lélia Wanick Salgado)

Le fonografie della mostra, testo di François-Bernard Mâche
Da sempre i rumori dell'acqua sono stati per me una grande fonte di ispirazione.

Già nel 1976, nel mio spettacolo musicale "Da capo" al Festival di Avignone, avevo fatto danzare una coppia nuda sul ritmo del mare. Poco dopo, in Amorgos, avevo trascritto diverse registrazioni d'acqua per sincronizzarle con una piccola orchestra da camera.

Quando Sebastião Salgado mi ha proposto di accompagnare la sua mostra, ero entusiasta.

La grande ammirazione che ho per il suo talento e questa antica fascinazione per il tema proposto, mi hanno fatto accettare immediatamente. L'impresa, tuttavia, non è certo facile. Il sentiero è stretto tra due imperativi: servire le emozioni degli spettatori senza trasformarli in ascoltatori e, nello stesso tempo, organizzare i suoni in modo che la loro concatenazione appaia naturale, in armonia con le immagini così forti del fotografo. Inoltre, i visitatori circolano nello spazio al loro ritmo, senza dover necessariamente ascoltare tutto, ma accettando quella che percepiscono come una espressione possibile di ciò che stanno guardando.

Ho cercato di portare a termine questo impegno organizzando quelle che, dal 1960, ho chiamato «fonografie». Né musica, né documentario, queste analogie sonore della fotografia, cercano come quelle di trascendere la semplice identificazione di un soggetto per rivelare degli aldilà simbolici e poetici, che servono di supporto alla meditazione. Con queste fonografie ho organizzato una lunga epopea acquatica. In un vasto spazio desertico i venti portano a poco a poco delle nubi tempestose, cariche di pioggia. Appena si palesa una presenza umana inquieta. Il flusso delle acque le trasforma in ruscelli e fiumi fino al mare. Nei pressi delle rive, l'acqua che rifluisce produce nelle grotte misteriose percussioni. Un altro temporale e alter piogge fanno danzare delle gocce e delle bolle, poi tutta questa animazione si placa per ricreare uno spazio che rivela, là in alto il passaggio di un aereo. 

La mostra è prodotta da Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura in collaborazione con Rjma Progetti culturali, Creation e SM-Art

In occasione della mostra Aqua Mater, Palazzo Ducale ospita un ciclo di incontri di approfondimento sul tema dell'acqua.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Aqua Mater. Sebastião Salgado

Genova - Palazzo Ducale

Apertura: 22/03/2024

Conclusione: 14/07/2024

Organizzazione: Fondazione Palazzo Ducale

Curatore: Lélia Wanick Salgado

Indirizzo: Piazza Giacomo Matteotti, 9 - 16123 Genova

Orario: martedì-domenica 10.00-19.00 | la biglietteria chiude un'ora prima della mostra | chiuso: lunedì, salvo lunedì festivi o di ponte, dalle 10.00 alle 19.00

Biglietti: open 13€ | intero 12€ | ridotto 10€ | scuole 5€

Per info: (+39) 010 8171600 | palazzoducale@palazzoducale.genova.it

Sito web per approfondire: https://palazzoducale.genova.it/



Altre mostre a Genova e provincia

Arte contemporaneamostre Genova

Si era rimasti soli | Raffaele Collina, Edgardo Rossaro, Enrico Goretti

"Il ricordo, la sua salute" - seconda mostra del 2024 organizzata dalla sede genovese di Fondazione A.N.M.I.G. leggi»

31/05/2024

Liguria

Genova

Ingresso libero

Arti digitali Installazionimostre Genova

Fabio Catapano. "Everything is fine" per Terrazza Colombo

NEXUS è l’innovativo progetto prodotto da Terrazza Colombo che porta l’arte digitale dell’artista Fabio Catapano nello skyline della città di Genova. leggi»

17/05/2024 - 03/06/2024

Liguria

Genova

Arte contemporaneamostre Genova

Il disagio agiato e la nuova carne

Dal 25 maggio al 16 giugno 2024, Palazzo Bronzo a Genova ospita "Il disagio agiato e la nuova carne" con Silvia Capuzzo, Davide Quartucci e Vittorio Zeppillo. leggi»

25/05/2024 - 16/06/2024

Liguria

Genova

Visitabile su appuntamento

Mostre tematichemostre Genova

Nostalgia. Modernità di un sentimento dal Rinascimento al Contemporaneo

Nostalgia. Modernità di un sentimento dal Rinascimento al Contemporaneo, dal 25 aprile al 1 settembre 2024, a Palazzo Ducale di Genova - Appartamento del Doge. leggi»

25/04/2024 - 01/09/2024

Liguria

Genova

Arte grafica Editoriamostre Genova

Franco Maria Ricci. L’Opera al Nero

Dal 20 aprile al 30 giugno 2024 Palazzo Ducale di Genova dedica una mostra a Franco Maria Ricci, grande editore, grafico e collezionista. leggi»

20/04/2024 - 30/06/2024

Liguria

Genova

Arte contemporanea Fotografiamostre Genova

Mario Schifano. Correre Rapinoso attraverso le cose del Mondo

ABC-ARTE celebra uno dei più importanti artisti italiani, Mario Schifano, attraverso un approfondito ed esaustivo percorso fotografico e pittorico. Dall'8 febbraio al 15 giungo a Genova e Milano. leggi»

08/02/2024 - 15/06/2024

Liguria

Genova