Frida Kahlo. Una vita per immagini

  • Quando:   24/06/2023 - 08/10/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a Bari


Frida Kahlo. Una vita per immagini

Frida Kahlo. Una vita per immagini è il titolo della mostra promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Alberobello, e organizzata da Bass Culture srl e Rjma Progetti culturali in collaborazione con Locus Festival e Diffusione Italia International che sarà aperta al pubblico dal 24 giugno all’8 ottobre 2023.

«Il percorso all’insegna della internazionalizzazione e innovazione culturale di Alberobello è tracciato», spiega Valeria Sabatelli, assessora alla Cultura, la quale aggiunge che «tra le artiste che nel Novecento si sono distinte per originalità dei contenuti e delle espressioni, abbiamo scelto Frida Khalo, diventata una icona della rivoluzione generazionale e di emancipazione femminile, per la sua arte e soprattutto per le vicende della sua vita controcorrente, straordinariamente documentate da foto scattate da alcuni dei maggiori fotografi del Novecento.». L’esposizione è allestita nel Museo del Territorio - Casa Pezzolla, protetto dall’UNESCO e costituito da 15 trulli comunicanti, dove l’unicità dell’architettura rurale si incontrerà con le immagini di Frida e della sua Casa Azul a Città del Messico, diventata oggi il visitatissimo Museo Frida Kahlo.

La mostra sarà corredata da eventi collaterali come il concerto di Max Gazzè con l’Orchestra della Notte della Taranta il 30 giugno in largo Martellotta, l’esibizione di Frida Bollani Magoni il 7 agosto al Trullo Sovrano e da una serie di appuntamenti letterari organizzati dall’Associazione Culturale Spine all’interno della suggestiva Casa Pezzolla.

«La rivoluzione di genere che vede in Frida una figura pioneristica – aggiunge il Sindaco Francesco De Carlo - è presente in ogni attività del mio esecutivo, sin dal suo insediamento. Dal primo progetto europeo ‘No women No panel’ all’individuazione di qualificate figure femminili in ambito politico/istituzionale e manageriale.».

Attraverso un centinaio di scatti, per la maggior parte originali, la mostra, a cura di Vincenzo Sanfo, ricostruisce le vicende della vita controcorrente della grande artista messicana, alla ricerca delle motivazioni che l’hanno trasformata in un’icona femminile e pop a livello internazionale. Le foto sono state realizzate dal padre Guillermo durante l’infanzia e la giovinezza della figlia e poi da alcuni dei più̀ grandi fotografi della sua epoca, a cui è dedicata una istallazione nel giardino del Palazzo Pezzolla: Leo Matiz, Imogen Cunninghan, Edward Weston, Lucienne Bloch, Bernard Silbertein, Manuel e Lola Alvarez Bravo, Nickolas Muray e altri ancora. In questo straordinario “album fotografico” si rincorrono le vicende spesso dolorose ma sempre appassionate di una vita, oltre agli amori, alle amicizie e alle avventure di Frida. In mostra è esposto anche un gruppo di piccole fotografie molto intime di Frida, scattate dal gallerista Julien Levy.... leggi il resto dell'articolo»

Il percorso di mostra ricostruisce innanzitutto il contesto in cui si è affermata la sua personalità: è il Messico del primo Novecento, attraversato da una rivoluzione che ne ha cambiato la storia, grazie a umili campesinos ed eroici protagonisti come Pancho Villa e Emiliano Zapata. L’epopea e il mito della rivoluzione messicana resteranno impresse nella mente di Frida e ne forgeranno il carattere indomito, alimentando il suo senso di ribellione verso le convenzioni borghesi e le imposizioni di una società̀ fortemente maschilista. In questo contesto si innestano le vicende della famiglia Kahlo. Guillermo, il padre, è un fotografo di professione di origine tedesca, giunto in Messico nel 1891 e ben presto innamoratosi del paese che lo ha accolto. In mostra è ritratto con Matilde Calderon, sua sposa e madre di quattro figli, tra cui Frida.

Alcune litografie di Rufino Tamayo insieme al catalogo originale della mostra di Frida, organizzata a Parigi, il primo “manifesto della pittura rivoluzionaria” firmato da Breton e Rivera sono a testimoniare la vivace cultura artistica che caratterizza il Messico nei primi decenni del secolo.

Di sangue misto, tedesco e messicano, Frida cresce nel mito di un Messico rivoluzionario e trova nella pittura un linguaggio appassionato, viscerale, dai forti contenuti impietosamente autobiografici, con cui si racconta senza ipocrisie. Tutta la sua opera è una forma di autoanalisi, alla ricerca di una propria identità e di una ragione di vita. Nei suoi numerosi autoritratti non teme di mettere a nudo le proprie debolezze e le proprie inquietudini. Accanto a Frida è spesso ritratto Diego Rivera, il pittore e muralista con cui ha condiviso un rapporto intenso e turbolento, che ha attraversato gran parte della sua vita. Ma vi appaiono anche altri personaggi come Leon Trotskij e André Breton.

La mostra si conclude con un video che raccoglie le poche immagini filmate della grande artista messicana. Nella sala di accoglienza e di uscita è presentata una documentazione fotografica della sua famosa Casa Azul, che, dopo la sua morte, Diego Rivera donò allo stato messicano per creare il Museo Frida Kahlo.

Tutto il percorso espositivo è accompagnato da un’audioguida a disposizione di tutti i visitatori, inclusa nel biglietto. Il catalogo, curato da Vincenzo Sanfo, è edito da Papiro Art.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Frida Kahlo. Una vita per immagini

Alberobello - Casa Pezzolla - Museo del Territorio

Apertura: 24/06/2023

Conclusione: 08/10/2023

Organizzazione: Bass Culture srl e Rjma Progetti culturali

Indirizzo: Piazza XXVII Maggio - Alberobello (BA)

Orari

Lunedì - venerdì ore 10-13 / 16-20

Sabato - domenica ore 10-20

Biglietti disponibili sul circuito Ticketone.it, comprensivi di audioguida e visita del Museo del Territorio

Intero € 12,00

Ridotto € 10,00 per gruppi di almeno 10 persone e titolari di apposite convenzioni

Ridotto speciale € 5,00 per ragazzi/e da 6 a 18 anni e residenti nel Comune di Alberobello

Gratuito per minori di 6 anni, disabili con accompagnatore, giornalisti accreditati



Altre mostre a Bari e provincia

Arte contemporaneamostre Bari

Mariarosaria Stigliano. Luci sulla Città

Sabato 15 giugno 2024 inaugura nelle sale del Museo Civico di Bari, "Luci sulla Città" mostra personale della pittrice Mariarosaria Stigliano a cura di Angelo Zaccaria di Baart Gallery. leggi»

15/06/2024 - 15/07/2024

Puglia

Bari

Arte contemporaneamostre Bari

Astrattismo Totale

Venerdì 14 giugno 2024 alle ore 18,30, presso la suggestiva galleria SPAZIO START nel centro storico di Giovinazzo (via Cattedrale n.14), verrà inaugurata una mostra collettiva di Arte Contemporanea. leggi»

14/06/2024 - 07/07/2024

Puglia

Bari

Arte contemporaneamostre Bari

Lauren Moffatt. Alterity Glimpsed Through a Prism

Muratcentoventidue Artecontemporanea è lieta di presentare "Alterity Glimpsed Through a Prism", mostra personale con opere dell'artista australiana Lauren Moffatt. leggi»

15/06/2024 - 31/07/2024

Puglia

Bari

Arte modernamostre Bari

Chagall. Sogno d’amore

"Chagall. Sogno d’amore", oltre 100 opere del grande pittore del Novecento in mostra al Castello D'Aragona di Conversano dal 19 aprile al 27 ottobre 2024. leggi»

19/04/2024 - 27/10/2024

Puglia

Bari