FotografiaMostre a Macerata

Mare Corto. Ignacio Maria Coccia / Matteo Tacconi

  • Quando:   15/12/2023 - 23/02/2024
  • evento concluso
Mare Corto. Ignacio Maria Coccia / Matteo Tacconi

Mare Corto è un viaggio per coste e isole adriatiche, compiuto da Ignacio Maria Coccia e Matteo Tacconi tra il 2015 e il 2017 per raccontare uno spazio escluso dalle grandi cronache sui mari, dominate dalle fascinazioni del Mediterraneo, dalle avventure oceaniche o in quelle verso i Poli. 

Con questa mostra, a cura di Emanuele Bajo e visitabile dal 15 dicembre 2023 al 23 febbraio 2024, l'Accademia di Belle Arti di Macerata, attraverso lo sguardo e le sensibilità per il reportage di due grandi professionisti della fotografia e della parola, vuole raccontare come solo attraverso la cultura, le distanze e le differenze possono essere superate.

La GABA.MC – Galleria dell'Accademia di Belle Arti di Macerata, con l'avvio del nuovo anno accademico, apre la stagione espositiva con il linguaggio della fotografia e il progetto Mare Corto che vede al centro un reportage del foto-reporter Ignacio Maria Coccia e del giornalista Matteo Tacconi, dedicato alle coste e isole del Mare Adriatico. L'inaugurazione è programmata per venerdì 15 dicembre alle ore 18.30
La mostra, curata da Emanuele Bajo docente dell'Accademia, nasce dalla già consolidata relazione con Ignacio Maria Coccia che, la scorsa estate, nell'ambito delle iniziative dedicate al Cinquantesimo dell'istituzione, ha visto gli allievi dell'Accademia coinvolti in un workshop da lui realizzato sul tema del reportage e poi in un'esposizione presso la Galleria d'Arte Contemporanea "O. Licini" di Ascoli Piceno, allestita nel contesto del Festival del Reportage diretto artisticamente proprio da Ignacio Maria Coccia. Oggi l'Accademia di Belle Arti di Macerata, con Mare Corto non solo intende continuare a valorizzare questa relazione, oggi arricchita della presenza del giornalista Matteo Tacconi, autore dei testi che vivono con gli scatti di Ignacio Maria Coccia, ma desidera anche continuare a sottolineare quanto sia importante mostrare il lavoro dei professionisti nella prospettiva di esempio per il futuro.

Con Mare Corto si parla di territorio, argomento caro all'Accademia. Si parla di seimila chilometri di strade litoranee e quattromila di insulari. Sei sono i Paesi rivieraschi che tocca questo progetto: Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia Erzegovina, Montenegro e Albania. Cattolica, ortodossa e musulmana sono le tre grandi fedi che s'incontrano e incrociano in questi luoghi.

Mare Corto è un viaggio per coste e isole adriatiche, compiuto da Ignacio Maria Coccia e Matteo Tacconi tra il 2015 e il 2017 per raccontare uno spazio escluso dalle grandi cronache sui mari, dominate dalle fascinazioni del Mediterraneo, dalle avventure oceaniche o in quelle verso i Poli. L'Adriatico orfano di Venezia, che seppe dargli unità politica e commerciale. L'Adriatico spezzato dai grandi conflitti del Novecento. L'Adriatico muro d'acqua, con la guerra fredda. Così è diventato mare minore. L'Adriatico, spazio di profondi squilibri economici. Il divario Nord-Sud, che si ripresenta lungo entrambe le coste: di qua il Veneto e la Puglia, di là la Slovenia e l'Albania. La frattura Ovest-Est, che attraversa anche il nostro mare. In uno scenario così frammentato è difficile rilevare una matrice comune. Ma i Mare Corto protagonisti di questa narrazione non la cercavano. Ignacio Maria Coccia e Matteo Tacconi volevano semplicemente raccontare questo mare minore e trascurato, per come appare. E dunque sono stati sulle isole. Grappoli di isole, sulla costa orientale. Le Tremiti, le sole sul lato italiano. Hanno perlustrato le città di mare e visitato i porti, le saline, i cantieri navali. I fari, le spiagge e le foci dei fiumi. Sempre con l'intenzione di fare cronaca del presente. Eppure in un lungo viaggio alla fine viene sempre fuori un filo, una cifra, una costante, che per loro sta in un'atmosfera di calda nostalgia o di intimità, per dirla con Predrag Matvejević, che più volte si è manifestata nel corso della loro esplorazione tanto da essere avvertita da molta della gente dell'Adriatico. Un moto – magari inconsapevole – che le permette di riconoscersi e ritrovarsi, al di là del contesto e della cultura di riferimento. E allora le lontananze si accorciano. Mitteleuropa e Mediterraneo, Occidente e Oriente, Unione europea e Balcani si miscelano. L'Adriatico diventa corto.
Con questa mostra, pertanto, L'Accademia di Belle Arti di Macerata, attraverso lo sguardo e le sensibilità di due grandi professionisti come Ignacio Maria Coccia e Matteo Tacconi, vuole raccontare come solo attraverso la cultura, le distanze e le differenze possono essere superate.... leggi il resto dell'articolo»

Note biografiche

Ignacio Maria Coccia nasce a Madrid nel 1974. Fotografo professionista da oltre 20 anni, ha pubblicato i suoi reportage fotografici su magazine nazionali e internazionali e da alcuni anni si dedica solo a progetti personali. La sua ricerca lo ha portato spesso a raccontare le storie e le frontiere europee, Balcani e spazio post-sovietico in primis. E' membro dell'agenzia Contrasto. Molti dei suoi lavori sono diventati libri: Kiev, Ucraina (2005), Kosovo, incertezze e sogni (2009), Assalto al moro (2012), Offida, sacra e profana (2014), Verde Cortina (2014) e Mare Corto (2018) con Matteo Tacconi. Nel 2011 e nel 2016 è stato tra i finalisti del Premio Amilcare Ponchielli. Nel 2020 ha insegnato fotogiornalismo alla scuola di letteratura e fotografia Jack London. È fondatore e direttore artistico del Festival del Reportage.

Matteo Tacconi, 45 anni, è giornalista professionista dal 2006. Per anni ha lavorato come freelance coprendo l'Europa centrale, i Balcani e lo spazio post-sovietico, recandosi spesso sul campo. Ha collaborato con giornali, periodici, siti. Ha realizzato inoltre servizi e documentari per la RSI, la radio-tv della Svizzera italiana. Nel 2021 è stato assunto alla sede Rai di Ancona.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mare Corto. Ignacio Maria Coccia / Matteo Tacconi

Apertura: 15/12/2023

Conclusione: 23/02/2024

Organizzazione: Accademia di Belle Arti di Macerata

Curatore: Emanuele Bajo

Luogo: Macerata, Accademia di Belle Arti

Indirizzo: Piazza Vittorio Veneto 7 - 62100 Macerata

Inaugurazione: venerdì 15 dicembre ore 18.30

Orari: martedì-sabato 16.30 -19.30 festivi esclusi

Per info: +39 0733/405150

Sito web per approfondire: https://www.abamc.it/



Altre mostre a Macerata e provincia

Arte moderna

Luigi Bartolini. Attraverso il colore

Dal 29 ottobre 2023 al 7 aprile 2024 i Musei Civici di Palazzo Buonaccorsi di Macerata presentano la mostra "Luigi Bartolini attraverso il colore". leggi»

29/10/2023 - 07/04/2024

Marche

Macerata