Maurizio L'Altrella. ĬMĀGO

  • Quando:   01/10/2023 - 19/11/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a PiacenzaMaurizio L'AltrellaPiacenza


Maurizio L'Altrella. ĬMĀGO
Maurizio L'Atrella, La penitente, 2023, 70x60 cm, olio su tela

Nuovo Spazio Arte Contemporanea e Isorropia Home gallery presentano all'interno del percorso dell'Umana Dimensione organizzato da Ricognizioni sull'Arte APS 

Dal 1° ottobre al 19 novembre 2023, con la collaborazione della Città di Piacenza, Palazzo Farnese ospiterà ĬMĀGO, la mostra personale di Maurizio L'Altrella, uno dei nomi affermati del panorama della nuova figurazione italiana. Un progetto che nasce da un dialogo contemporaneo della pittura di L'Altrella con la figurazione antica dei dipinti della Pinacoteca dei Musei Civici di Palazzo Farnese, che vanta una collezione di opere dal XIV al XIX secolo.

"Quello allestito nella sede di Palazzo Farnese – come ci ricorda la curatrice Alessandra Klimciuk - è percorso espositivo che, grazie a una trentina di opere inedite, ci permette di attraversare il mondo onirico e visionario di L'Altrella, percorrendo un viaggio nella sua rappresentazione inconscia: l'ĬMĀGO del titolo della mostra, termine divenuto di uso comune in psicanalisi che identifica in maniera specifica il modo in cui il soggetto percepisce l'altro e costruisce la sua percezione del mondo esterno."

Al piano nobile dei Musei Civici di Palazzo Farnese, L'Altrella espone tre dipinti a colloquio e a confronto, per tematica e iconografia, con alcune delle opere che costituiscono il nucleo della collezione della Pinacoteca: Inspired by God (2023) in dialogo con il dipinto di Camillo Boccaccino Re Davide (1533); Bilqis, Regina di Saba (2023), in cui rielabora La Regina di Saba di Pier Francesco Ferrante (1652); Il sogno ricorrente di Prospero (2023), in cui, partendo da un dettaglio dell'opera di Pieter Molier detto il Tempesta, Mare in burrasca con naufragio (1675 - 1699), affronta il tema romantico delle tempeste marine con la suggestione, però, di una delle opere cinematografiche più potenti e visionarie del suo regista culto, L'ultima tempesta (Prospero's Books), diretto da Peter Greenaway nel 1991 e tratto dal testo teatrale La tempesta di William Shakespeare, in cui si mescola l'iconografia con un tema più inconscio e profondo, in cui la tempesta è simbolicamente una prova grazie alla quale, chi l'attraversa, ne esce purificato e trasformato.
Il percorso espositivo prosegue nello spazio di Palazzo Farnese dedicato alle mostre temporanee con una selezione di opere tra cui il ciclo di undici dipinti dedicati alla Dolce Madre, in cui l'iconografia classica della Madonna con Bambino, soggetto tradizionale dell'iconografia cristiana, assume di volta in volta una rappresentazione o immagine inconscia molto diversa dalla figura genitoriale del titolo. La sua costruzione dello spazio equipara la pittura alla scultura, con un attento lavoro sulla luce prima e sulla carne poi. Non è un lavoro sul dettaglio il suo, è un lavoro in cui, utilizzando la spatola, rivela la pulsione iconoclasta della figurazione Contemporanea, che ha il suo più grande maestro in Francis Bacon, e ritroviamo nei dipinti Lo sguardo del Re, La Penitente e Inside Diego. Omaggio a Velasquez.
Le opere in mostra rivelano composizioni complesse, in cui emerge l'energia e l'intensità contemporanea che contraddistingue la figurazione di L'Altrella.
A supporto della narrazione sarà pubblicato un catalogo con testi di Alessandra Klimciuk e Alessandro Mescoli insieme alla trascrizione della video intervista di Eleonora Aimone che sarà proiettata in mostra. L'allestimento a cura dell'Arch. Marcello Tagliaferri.

"Nel mio viaggio il tutto si muove attraverso visioni oniriche, mitologiche e metafisiche.
Indago su vuoti e pieni temporali lo spazio e la materia effimera che lo compone.
Non ho mai un ordine prestabilito nella ricerca, m'immergo nell'io profondo,
dove le strade s'intrecciano inevitabilmente spinte dal sentimento e dal ricordo.
Ogni elemento mantiene il suo valore intrinseco, posso solo ascoltare il mio cuore
e nulla è lasciato al caso" Maurizio L'Altrella... leggi il resto dell'articolo»

Maurizio L'Altrella è nato nel 1972 a Milano, dove vive e lavora. Ha iniziato la sua esperienza pittorica nel 2010. Le sue opere fanno parte di prestigiose collezioni private, l'autore oggi collabora con gallerie in Italia e all'estero. Le sue influenze e la sua ispirazione passano principalmente attraverso l'osservazione dei grandi maestri del '500 e del '600 fiammingo, italiano, spagnolo e di quelli del XIX e XX secolo tra cui Eduard Manet, Caspar David Friedrich, William Turner, Francis Bacon, Lucian Freud, Gerhard Richter. Il suo sguardo viene coinvolto in maniera importante anche da maestri contemporanei che si esprimono con tipi di media diversi dalla pittura, come Bill Viola o Peter Greenaway. La musica è un componente fondamentale nelle sue creazioni.
mauriziolaltrella.it

Pinacoteca dei Musei Civici di Palazzo Farnese I dipinti che costituiscono il nucleo di opere della Pinacoteca di Palazzo Farnese, oltre a coprire un vasto periodo temporale, dal XIV al XIX secolo, hanno provenienze diverse: vi sono dipinti pervenuti qui da chiese piacentine o da collezioni private, oltre ai dipinti facenti parte della serie dei Fasti Farnesiani. Tra le varie collezioni si segnala la Collezione Rizzi-Vaccari, che ha arricchito il nucleo eterogeneo della Pinacoteca con dipinti e sculture che vanno dal XIV agli inizi del XVI secolo. Grande risalto per l'opera più importante della Pinacoteca: il Tondo rappresentante la Madonna che adora il Bambino con San Giovannino di Alessandro Filipepi, detto il Botticelli. I Musei Civici di Palazzo Farnese, diretti da luglio 2023 dal Dott. Antonio Iommelli, Direttore anche del Museo di Storia Naturale di Piacenza, sono stati accreditati al Sistema Museale Regionale.

Nuovospazio Artecontemporanea
La Galleria Nuovospazio Artecontemporanea, è stata fondata da Armando e Loretta Tagliaferri nel 2000. La sede è situata a Piacenza e da ventitré anni si è impegnata nella promozione dell'arte contemporanea.
Attraverso gli anni, ha ospitato numerose esposizioni di artisti nazionali e internazionali, offrendo uno spazio vitale per l'espressione creativa e l'interazione tra gli artisti e il pubblico. La galleria è diventata un punto di riferimento nella scena artistica locale e oltre. Il mondo artistico della galleria è visitabile presso il sito web per una continua scoperta dell'arte contemporanea.

Ricognizioni sull'Arte APS
L'associazione culturale Ricognizioni sull'arte si occupa della valorizzazione del territorio attraverso la promozione della cultura e sottocultura contemporanea, tramite la produzione di progetti espositivi e di edizioni cartacee inusuali in tiratura limitata. È attualmente composta da Andrea Barillaro, Sergio Bianchi, Alessandro Mescoli, Federica Sala, Laura Solieri e Massimiliano Piccinini.
L'idea alla base è quella di offrire nuove opportunità per gli artisti in via di affermazione o consolidamento e per i giovani neo laureati delle accademie d'arte italiane, scelti attraverso l'attività di scouting propria dell'associazione, seguendo una linea democratica dell'arte.

Isorropia Homegallery
Isorropia Homegallery è una associazione culturale no profit. Promozione, diffusione e conoscenza dell'arte costituiscono i principi cardine su cui si fonda, con una peculiare attenzione alle variegate forme d'arte contemporanea nell'ambito figurativo, espressivo e multimediale. Gli scopi associativi vengono perseguiti tramite l'ideazione e l'organizzazione di eventi, mostre e iniziative volte alla sensibilizzazione del pubblico verso il mondo dell'arte. La promozione degli artisti, prevalentemente giovani, ma anche affermati, si effettua mediante la sovvenzione e il sostegno dei loro progetti ricorrendo anche alla collaborazione con le gallerie che li rappresentano, favorendone l'incontro e il reciproco scambio di esperienze. La diffusione delle arti figurative avviene senza preconcetti e le riguarda in toto, spaziando dalla pittura alla scultura, fino alla fotografia, alla videoarte e all'arte digitale 

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Maurizio L'Altrella. ĬMĀGO

Piacenza - Musei Civici di Palazzo Farnese

Apertura: 01/10/2023

Conclusione: 19/11/2023

Organizzazione: Nuovospazio Artecontemporanea

Curatore: Alessandra Klimciuk

Indirizzo: piazza Cittadella, 29 - 29121 Piacenza

Inaugurazione: sabato 30 settembre 2023 ore 17.00

Orari: (la biglietteria chiude mezz'ora prima della chiusura della mostra)
martedì  mercoledì  giovedì 10.00 -13.00 e 15.00 - 18.00
venerdì  sabato  domenica 10.00 - 18.00

Ingresso: Biglietto intero € 10; Biglietto ridotto: € 7; Biglietto singola sezione: € 3

Info: T. 0523 492658 | info.farnese@comune.piacenza.it

Sito web per approfondire: https://palazzofarnese.piacenza.it/it

Facebook: ricognizionisullarte



Altre mostre a Piacenza e provincia

ArchitetturaDesignmostre Piacenza

Gio Ponti. Domus Magister

Il 13 luglio presso la Casa del Popolo di Rivergaro (Piacenza) si terrà un evento sulla figura di Gio Ponti e altri architetti che hanno collaborato con le riviste Stile e Domus tra gli anni 1930 - 1940. leggi»

13/07/2024 - 08/09/2024

Emilia Romagna

Piacenza

Ingresso libero

Mostre tematichemostre Piacenza

Futuri Sportivi

Da marzo a luglio 2025 La Fondazione di Piacenza e Vigevano presenta "Futuri Sportivi", progetto espositivo sui legami tra arti e sport come fatto culturale totale. leggi»

01/03/2025 - 31/07/2025

Emilia Romagna

Piacenza

Arte contemporaneamostre Piacenza

Albino Vescovi. Segno Spazio Luce

Il Palazzo del Podestà di Castell'Arquato ospita la 
mostra antologica dedicata ad Albino Vescovi, artista, architetto e designer. leggi»

25/05/2024 - 28/07/2024

Emilia Romagna

Piacenza

Ingresso gratuito