Sergio Floriani. Tracce sul Lago

  • Quando:   19/06/2023 - 05/11/2023
  • evento concluso

Arte contemporaneaMostre a Novara


Sergio Floriani. Tracce sul Lago

Dopo una prima tappa al Castello di Novara, la mostra di Sergio Floriani TRACCE, promossa dalla Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini, approda a Villa Gippini (Orta San Giulio) dal 19 giugno al 5 novembre 2023.

Per l’appuntamento lacustre, da qui il titolo TRACCE SUL LAGO, sono state selezionate, dalla curatrice Lorella Giudici, alcune delle opere presenti nella fortezza novarese a cui si è aggiunta una serie di lavori (molti dei quali inediti) che propongono al pubblico e alla critica nuove riflessioni e rivelano altri interessanti campi di ricerca della lunga carriera dell’artista padovano (ma gatticese d’adozione), che quest’anno ha superato i quaranta anni di attività.

Il percorso espositivo prevede cinque sezioni, ciascuna con elementi tematici e formali peculiari, a cui si aggiunge una grande scultura in corten e stagno (Flusso, 2023), appositamente realizzata per l’evento, che in occasione di S.O.S. Humanity 2023 (altro appuntamento espositivo che coinvolgerà tutto il lago d’Orta) verrà posizionata sulle acque cusiane grazie ad una piattaforma galleggiante.

All’interno della Villa, un accogliente scrigno barocco con tanto di giardinetto a bordo lago, la mostra presenta una prima stanza con nove tempere brunite, tutte sui toni del turchese e del verde (Verde erba, Ovale turchese, Ovale verde veronese, Verde germoglio brillante…) in un campionario di sagome inserite dentro a preziose e originali cornici antiche, alla ricerca di un serrato dialogo tra lo storico e il contemporaneo, tra il manufatto (la cornice) e la superficie asettica dell’opera, ma anche tra lo spazio infinito e la costrizione di un bordo che fisicamente e visivamente ne limita lo sviluppo.

La sala di fronte raccoglie un grande tondo giallo, Asportare (1988), un Ovale color lampone (2020), un’ampia tempera brunita viola-bordeaux (2020), una scultura in piombo e stagno che ripete i temi del cerchio (Cerchi d’acqua, 2009) e una serie di carte con macchie colorate e vagamente orientali che raccontano la sensibilità e la poesia con cui Floriani sa trattare argomenti che narrano, nella trasparenza del colore attraversato dalla luce, un mondo segreto e intimo. Entrambe le stanze hanno al loro interno un piccolo studiolo, un vero e proprio angolo contemplativo nel quale trovano posto alcune opere del primo periodo su è profilata l’ascetica isola di San Giulio, stilizzata in un algoritmo di linee e piani dai colori del tramonto. È facile, davanti a queste sagome asciutte e geometriche evocare il nome di Antonio Calderara, il Maestro di Vacciago che ha convinto Floriani ad abbandonare una promettente carriera di chimico per quella più avventurosa e impervia d’artista.... leggi il resto dell'articolo»

Entrambi appartengono per vocazione a questa terra, alla sua luce misteriosa e limpida del suo lago, dei cui riverberi la loro arte si è costantemente nutrita.

Un lungo corridoio conduce all’ultima stanza, ma strada facendo si possono ammirare acrilici e pastelli dalla forte personalità e dalle linee saettanti, composizioni di esplosive forze cromatiche e di magnetismi cosmici. A metà percorso alcuni bozzetti di sculture dalle superfici ossidate e maculate di stagno, le cui forme ricordano i nembi, e Totem (2015) dalle macchie rosso puniceo, liquide e umorali, che trasudano nella carta come vino sulla tovaglia, stingendosi in delicate trasparenze, in chiazze dai contorni arrotondati, nelle quali immaginare di riconoscere le forme che si desiderano.

L’ultima sala è dedicata al nero, con l’iconica Identità complessa (1990), l’opera da cui è partita tutta la ricerca che Floriani ha condotto sull’impronta, e con sculture che riprendono l’assolutezza della geometria (piana e solida) nel silenzio e nella profondità riflessiva del metallo e del legno anneriti o nell’inafferrabile morbidezza della catramina.

La mostra TRACCE SUL LAGO di Sergio Floriani, come è stato per quella di Novara, è sostenuta e promossa dalla Fondazione Cavaliere del Lavoro Alberto Giacomini, impegnata nella tutela, valorizzazione e diffusione della sensibilità artistica e culturale, sia a livello locale, essendo profondamente legata al territorio del lago d’Orta, che nazionale e internazionale.

La mission della Fondazione consiste nell’ideazione, promozione e divulgazione di temi, iniziative e importanti eventi culturali con la finalità di unire i valori dell’Arte a quelli dell’Ecosostenibilità.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Mostra: Sergio Floriani. Tracce sul Lago

Novara - Villa Gippini

Apertura: 19/06/2023

Conclusione: 05/11/2023

Curatore: Lorella Giudici

Indirizzo: Via Gippini, 8 - 28016 Orta San Giulio (NO)

Inaugurazione: 18 giugno 2023 ore 18.00

Orari: Tutti i giorni dalle 10.00 alle 22.00.

Ingresso libero



Altre mostre a Novara e provincia

Arte contemporaneamostre Novara

Bianco. Opere della collezione di Laura e Luigi Giordano

A Oleggio fino al 31 luglio 2024 "Bianco", mostra dedicata al colore bianco con opere della collezione di Laura e Luigi Giordano. leggi»

25/11/2023 - 31/07/2024

Piemonte

Novara

Ingresso libero e gratuito