Pittura del '600Mostre a Pisa

Un’opera di Orazio Riminaldi nella Collezione permanente di Palazzo Blu

  • Quando:   23/11/2023 - 26/11/2023
  • evento concluso
Un’opera di Orazio Riminaldi nella Collezione permanente di Palazzo Blu
Buon Samaritano, Orazio Riminaldi

A distanza di un anno dall'acquisizione del 'Cristo e la Samaritana al pozzo' di Artemisia Gentileschi, la Fondazione Pisa è lieta di presentare una nuova straordinaria opera per il museo di Palazzo Blu e la città di Pisa. Si tratta di un dipinto del celebre Orazio Riminaldi (1593-1630), pittore pisano formatosi a Roma nelle più importanti botteghe del tempo e rientrato a Pisa per realizzare la cupola del duomo di Pisa, in occasione del restauro della cattedrale coordinato da Curzio Ceuli. 'Il buon Samaritano' (1625-1630), che entra a far parte del percorso museale di Palazzo Blu dopo un accurato restauro.

'Il Buon Samaritano rientra in una costellazione d'interventi realizzata dalla Fondazione Pisa allo scopo di rivalutare un periodo storico-artistico, quello della Pisa medicea, tradizionalmente ritenuto povero di episodi significativi per la nostra città – sottolinea Stefano Renzoni, storico dell'arte e curatore del volume che raccoglie gli studi compiuti sul dipinto - Acquisti di opere, mostre e relativi cataloghi realizzati negli anni, esprimono uno sforzo non banale da parte della Fondazione per riassegnare il giusto valore ad un periodo storico che fu per Pisa assai importante e animato da artisti di primissimo piano".

Il dipinto, attribuito al Riminaldi da Pierluigi Carofano e Franco Paliaga già nei primi anni 2000, rappresenta il buon Samaritano che nel Vangelo di Luca (X,30-37) si prende cura del viandante aggredito dai briganti e lasciato moribondo sulla strada che da Gerusalemme porta a Gerico. Il Samaritano è raffigurato nel momento in cui versa una mistura di olio e vino nella ferita del viandante, steso nudo in diagonale nella composizione della scena. L'iconografia dell'episodio evangelico conosce una discreta fortuna negli anni delle grandi epidemie, che con l'affermarsi della medicina moderna può essere letta come il prestare soccorso da parte di persone veramente in grado di restituire la salute, in contrapposizione ai ciarlatani ingannatori. In questa prospettiva, Pierluigi Carofano suggerisce che il committente o la destinazione del dipinto siano legate al mondo della medicina. Da un punto di vista stilistico, l'opera presenta evidenti affinità con la produzione matura del Riminaldi, tra il 1625 e il 1630: il buon Samaritano deve molto alla lezione del caravaggismo europeo, stemperato però dalla lezione dei Carracci, di Lanfranco e del Guercino verso uno stile più dolce e meditato.

La Fondazione Pisa ha realizzato una pubblicazione con i risultati dello studio e del restauro del quadro di Riminaldi, che sarà disponibile da oggi presso il bookshop di Palazzo Blu: 'Orazio Riminaldi, Il buon Samaritano', De Luca editori d'Arte.

In occasione dell'evento, la collezione d'arte di Palazzo Blu, all'interno della quale è stato collocato 'Il buon Samaritano' sarà visitabile gratuitamente a partire da giovedì 23 fino a domenica 26 novembre.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Un’opera di Orazio Riminaldi nella Collezione permanente di Palazzo Blu

Apertura: 23/11/2023

Conclusione: 26/11/2023

Organizzazione: Fondazione Pisa

Luogo: Pisa, Palazzo Blu

Indirizzo: Lungarno Gambacorti, 9 - 56125 Pisa

Orari di apertura: dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 19. Il sabato, la domenica e nei festivi dalle 10 alle 20. Ultimo ingresso un'ora prima della chiusura del palazzo.

Sito web per approfondire: https://palazzoblu.it/



Altre mostre a Pisa e provincia

Arte contemporanea‎

Les Femmes. La Figura Femminile nell’Arte

Dal 2 al 13 marzo 2024 il GAMeC-CentroArteModerna di Pisa ospita la mostra collettiva "Les Femmes. La Figura Femminile nell'Arte". leggi»

02/03/2024 - 13/03/2024

Toscana

Pisa

Ingresso libero

Arte contemporanea‎

Elisa Zadi. Bruciare Illusioni

Dal 24 febbraio al 16 marzo 2024 la Torre degli Stipendiari di San Miniato ospita la mostra di Elisa Zadi dal titolo "Bruciare Illusioni". leggi»

24/02/2024 - 16/03/2024

Toscana

Pisa

Arte moderna

Da allievo a maestro. Giovanni Chiaramonti e Curzio Massart nella Pisa del Novecento

Fino al 14 aprile 2024 Palazzo Blu a Pisa ospita la mostra "Da allievo a maestro. Giovanni Chiaramonti e Curzio Massart nella Pisa del Novecento". leggi»

09/02/2024 - 14/04/2024

Toscana

Pisa

Ingresso gratuito

Fotografia

Steve McCurry. Icons

Dal 1°gennaio al 7 aprile 2024 gli Arsenali Repubblicani ospitano "Icons" la mostra dedicata a Steve McCurry, grande fotografo americano. leggi»

01/01/2024 - 07/04/2024

Toscana

Pisa

Fotografia

Luciano Frassi. Fine '900. Pisa e il mondo che cambia

"Fine Novecento. Pisa e il mondo che cambia", in mostra a Palazzo Blu di Pisa fino al 31 marzo 2024 le immagini degli ultimi trent'anni del '900, tratte dall'archivio fotografico Frassi. leggi»

07/12/2023 - 31/03/2024

Toscana

Pisa

Pittura del '900

Le Avanguardie. Capolavori dal Philadelphia Museum of Art

Sono i capolavori delle Avanguardie del ‘900 i protagonisti della mostra d’autunno di Palazzo Blu di Pisa. Dal 28 settembre 2023 esposta una straordinaria sequenza di dipinti e sculture provenienti dalle raccolte del... leggi»

28/09/2023 - 07/04/2024

Toscana

Pisa