Arte contemporanea‎Mostre a Prato

Stefano Giuri. La folla

  • Quando:   05/12/2023 - 30/12/2023
  • evento concluso
Stefano Giuri. La folla

A Prato un progetto di arte contemporanea connette il passato e il presente produttivo della città, esplorandone il legame emotivo con i luoghi del lavoro.

Martedì 5 dicembre 2023 dalle ore 18 l'associazione Accaventiquattro arte presenta La folla, progetto di arte contemporanea di Stefano Giuri a cura di Gabriele Tosi. La serata prende il via nella corte interna dell'azienda tessile e di abbigliamento Beste HUB per poi concludersi alla Gualchiera di Coiano, gioiello di archeologia industriale e possibile fulcro di memoria condivisa. Nei due luoghi l'artista realizza installazioni che esplorano il legame emotivo ed energetico esistente tra la comunità e i luoghi, le consuetudini e le tradizioni che ne hanno intessuto la storia collettiva. L'iniziativa, parte del progetto "L'energia dell'acqua", è promossa dall'associazione Accaventiquattro arte con il contributo del Comune di Prato, con il supporto di Beste HUB e dell'associazione Insieme per il recupero della Gualchiera di Coiano APS. L'appuntamento è per martedì 5 dicembre alle 18.00 nella sede Beste di via Bologna 243 (ingresso libero), dalla quale il pubblico sarà, intorno alle 20.00, invitato a spostarsi presso la vicina Gualchiera per assistere "in notturna" alla seconda parte dell'intervento che si concluderà attorno alle 21.30.

Il progetto connette un luogo contemporaneo di lavoro e ricerca, un ex stabilimento industriale recuperato e aperto all'incontro con la città, con un sito produttivo del passato. Posta nella zona nord di Prato, la Gualchiera di Coiano è infatti un antico opificio idraulico di origine medievale che, per secoli, ha plasmato tessuti attraverso la follatura della lana, praticata fino al 1995, anno in cui i macchinari si sono definitivamente fermati. Dopo una fase di abbandono, un'associazione di volontari si dedica a custodire il suo prezioso retaggio. Nell'esplorare l'eredità del lavoro passato e presente, La folla ne mostra la portata al di fuori della fabbrica, suggerendone l'intensità a macchine spente e invitando il pubblico proprio in un orario – quello tra le 18 e le 22 – idealmente di sospensione e passaggio, perché generalmente di separazione tra la fine dell'orario di lavoro e il sonno. Le installazioni di Giuri comprendono immagini, progetti, voci e materiali legati alla cultura tangibile e intangibile della Gualchiera di Coiano, del territorio pratese, dell'identità cittadina. Tra questi vi è una parte dei tessuti grezzi rimasti intatti dopo l'ultimo funzionamento dell'opificio di 28 anni fa, affiancati dalla ricerca di «folle» ed energie nuove. A questa istanza risponde la rievocazione, da parte dell'artista, dei cartamodelli della celebre tuta di Thayaht del 1919, invenzione futuristica e utopica attorno all'abito da lavoro, della quale il Museo del Tessuto di Prato custodisce un esemplare. Creando una connessione tra corpo e architettura, l'artista suggerisce la presenza di forme vuote in attesa di essere riempite di nuovo e, tramite il linguaggio dell'arte contemporanea, costruisce un racconto mitico e sovrannaturale che attraversa i trascorsi industriali della città e la sua progettualità futura.

Il titolo richiama il processo di follatura, finissaggio del tessuto mediante infeltrimento e compattazione. Ma il termine evoca anche l'immagine di una moltitudine di persone che, stringendosi insieme, possono riconoscersi parte di un corpo sociale più ampio, raffinato e complesso.

Stefano Giuri. Nato a Neviano, Lecce, nel 1991, Stefano Giuri vive a Firenze. Nel 2019, ha dato vita a "Toast Project Space", uno spazio d'arte che coinvolge artisti e curatori in mostre e progetti sperimentali. Il suo lavoro come artista visivo - che spazia tra performance, video e scultura - è caratterizzato dalla presenza di elementi e ritualità legate a strutture di potere passate, antiche e obsolete. Approcciando il presente da una prospettiva storica e talvolta leggendaria, Giuri cerca di rivelare tratti della contemporaneità a partire da ciò che emerge dall'oblio.... leggi il resto dell'articolo»

Accaventiquattro Arte è un'associazione che opera nella progettazione di eventi di cultura e di arte contemporanea. Collaborando con artisti e curatori e confrontandosi con partner pubblici e privati, Accaventiquattro si pone come interlocutore di dialoghi volti a indagare l'attualità, la socialità, il lavoro e il territorio affrontando tali temi d'interesse comune con sguardi trasversali, volti a far emergere ciò che non è facilmente percettibile.

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.

Utilizziamo Sendinblue come nostra piattaforma di marketing. Cliccando qui sotto per inviare questo modulo, sei consapevole e accetti che le informazioni che hai fornito verranno trasferite a Sendinblue per il trattamento conformemente alle loro condizioni d'uso

Stefano Giuri. La folla

Apertura: 05/12/2023

Conclusione: 30/12/2023

Organizzazione: Accaventiquattro arte

Curatore: Gabriele Tosi

Luogo: Prato, Beste HUB e Gualchiera di Coiano

Indirizzo: via Bologna 243 - 59100 Prato

Inaugurazione: martedì 5 dicembre ore 18.00

Luoghi della mostra: Beste HUB via Bologna 243 | Gualchiera di Coiano via Gualchiera 33

Per info: 3209627345 | accaventiquattrogallery@gmail.com

Sito web per approfondire: https://accaventiquattroarte.com/



Altre mostre a Prato e provincia

Arte contemporanea‎

Women (every)day

Dall'8 al 10 marzo 2024 Ora Lab ospita una tre giorni dedicata al tema della donna e alle questioni di genere. Il progetto espositivo è ideato da Beatrice Bozza. leggi»

08/03/2024 - 10/03/2024

Toscana

Prato

Arte contemporanea‎

Franco Menicagli. Ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale

Dal 21 gennaio al 10 marzo 2024 Villa Rospigliosi ospita la mostra "Ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale" di Franco Menicagli. leggi»

21/01/2024 - 10/03/2024

Toscana

Prato

Moda

Walter Albini. Il talento, lo stilista

Dal 23 marzo al 22 settembre 2024, la Fondazione Museo del Tessuto celebra lo stilista Walter Albini con una grande mostra curata da Daniela Degl'Innocenti ed Enrica Morini. leggi»

23/03/2024 - 22/09/2024

Toscana

Prato

Arte contemporanea‎

Franco Menicagli. Ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale

"Ogni riferimento a persone o cose è puramente casuale" è la mostra di Franco Menicagli dal 21 gennaio al 10 marzo 2024 a Prato presso Villa Rospiglosi. leggi»

21/01/2024 - 10/03/2024

Toscana

Prato

Arte contemporanea‎

Lara-Vinca Masini. La memoria del futuro

Il Centro Pecci di Prato celebra quest'anno il centenario della nascita di Lara-Vinca Masini con la mostra "Lara-Vinca Masini. La memoria del futuro". leggi»

10/11/2023 - 03/03/2024

Toscana

Prato